Aleteia logoAleteia logoAleteia
lunedì 24 Gennaio |
Santa Marianne (Barbara) Cope di Molokai
Aleteia logo
Chiesa
separateurCreated with Sketch.

Ecco cosa ha detto Gesù durante le visioni di questi mistici (GALLERY)

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 28/01/21

Da Teresa d’Avila a Padre Pio, da Gemma Galgani a Pio XII: Gesù durante le presunte apparizioni (alcune delle quali riconosciute anche dal Vaticano) fa delle raccomandazioni importanti

Mistici e mistiche che hanno hanno avuto in visione Gesù Cristo. Le apparizioni sono avvenute a volte in momenti in cui si trovavano soli, altre volte in presenza di altri testimoni.

Ecco, di seguito, i più famosi santi e beati a cui è apparso Gesù, durante fenomeni mistici.

Santa Teresa d’Avila

Sono diverse le visioni di Santa Teresa d’Avila, in cui il colloquio con Gesù è tenero e colmo di gioia. «Oh, Signore, come sono dolci le vostre vie! Ma chi camminerà senza timore? Temo di non riuscire a servirvi: quando mi dispongo a farlo, non trovo cosa che mi soddisfi per pagarvi almeno un po’ di ciò che vi devo. Mi sembra di volermi consacrare tutta al vostro servizio ma, quando considero attentamente la mia miseria, vedo che non posso far nulla di buono, se voi non me ne date la capacità» (Aleteia, 15 luglio 2015).

Santa Faustina Kowalska

La più importante visione di Gesù, avuta da Santa Faustina Kowalska, è datata 22 Febbraio del 1931, nel convento di Plock in Polonia.

«La sera stando nella mia cella, vidi il Signore vestito di una veste bianca: una mano alzata per benedire, mentre l’altra toccava sul petto la veste, che ivi leggermente scostata lasciava uscire due grandi raggi, rosso l’uno l’altro pallido. Muta tenevo gli occhi fissi sul Signore; l’anima mia era presa da timore, ma anche da gioia grande».

Dopo un’istante, ricorda Santa Faustina, «Gesù mi disse: “Dipingi un’immagine secondo il modello che vedi, con sotto scritto: Gesù confido in Te! Desidero che questa Immagine venga venerata prima nella vostra cappella e poi nel mondo intero. Prometto che l’anima, che venererà quest’immagine, non perirà. Prometto pure già su questa terra, ma in particolare nell’ora della morte, la vittoria sui nemici. Io stesso la difenderò come Mia propria gloria…. Desidero che i sacerdoti annuncino la Mia grande Misericordia per le anime dei peccatori. Il peccatore non deva aver paura di avvicinarsi a Me» (Diario nn. 47-50) (santuariogherghenzano.it).


FAUSTINA

Leggi anche:
Le 7 pene che subiscono le anime nell’inferno, nel racconto di Santa Faustina Kowalska

Papa Pio XII

L’Osservatore Romano di domenica 11 dicembre 1955 conferma la visione di Gesù di Papa Pio XII, in punto di morte. «… il Papa era gravemente malato… A proposito della malattia superata dal Santo Padre nel dicembre dell’anno scorso (1954), siamo in grado di rivelare al mondo un fatto miracoloso, rimasto finora ignorato, che accadde in quei giorni angosciosi. Il Papa, quando le sofferenze si facevano più atroci, ripeteva spesso fra sé la preghiera “Anima Christi” (“Anima di Cristo…”)…. Giunto all’invocazione “in hora mortis mea voca me” (“nell’ora della mia morte, chiamami”), vide accanto al letto la dolce figura di Gesù».

In quell’istante, «il Santo Padre pensò che il Maestro fosse venuto per chiamarlo a sé, e rispondendo serenamente alla chiamata, continuò la preghiera: “iube me venire ad Te” (“ordinami di venire da Te”)».

© Public Domain

Ma Gesù non era venuto a prenderlo, bensì a confortarlo… «Il Santo Padre è sicurissimo di aver visto Gesù: non si trattò di un sogno; in quell’attimo era ben sveglio e lucido… Il giorno dopo l’infermo cominciò a migliorare… Questo episodio fu confidato dal Santo Padre a pochissime persone, alle quali chiese di non divulgarlo…». /Aleteia, 16 aprile 2014).




Leggi anche:
Aperti gli archivi segreti su Pio XII. Ha davvero coperto i crimini dei nazisti?

San Pio da Pietrelcina

Diversi testimoni hanno anche raccontato di aver visto Padre Pio mentre teneva tra le braccia il Bambino Gesù. Non era una statuetta di porcellana, ma il Bambin Gesù in carne e ossa in una visione miracolosa. Questa visione di Gesù si è avuta nel periodo natalizio, quando Padre Pio amava contemplare il presepe.

Racconta fra Raffaele di Sant’Elia, che ha vissuto accanto a Padre Pio per molti anni: «Mi ero alzato per andare in chiesa per la Messa di Mezzanotte del 1924. Il corridoio era grande e scuro, e l’unica illuminazione era la fiamma di una piccola lampada a olio. Attraverso le ombre riuscivo a vedere che anche Padre Pio si stava recando in chiesa. Aveva lasciato la sua stanza e avanzava lungo il corridoio. Mi sono accorto che era circondato da un fascio di luce. Ho guardato meglio e ho visto che teneva il Bambin Gesù tra le braccia. Sono rimasto stupefatto sulla porta della mia stanza, e sono caduto in ginocchio. Padre Pio è passato di lì, pieno di luce. Non si è neanche accorto che ero lì» (Aleteia, 20 dicembre 2018).




Leggi anche:
Pensieri inediti su Gesù e la Madonna scritti dal giovane Padre Pio

Luisa Piccarreta

La prima visione di Gesù alla mistica di Corato (Bari) Luisa Piccarreta, l’ha spiegata in un’intervista a ‘Tv2000’, Don Gaetano Gervasce, studioso della mistica pugliese.

«Mentre era in casa si sente venir meno. In quello stesso istante stava meditando sulla morte di Nostro Signore Gesù. Avverte quindi l’esigenza di uscire nel balcone di casa per prendere dell’aria ed in quel momento vede una scena che la sconvolge: vede una folla di persone e con loro il Signore Gesù che viene condotto alla croce. Gesù alza gli occhi verso il suo balcone e le dice: ‘Anima aiutami». Quell’incontro cambierà la vita di Luisa Piccarreta”.


Luisa Piccarreta

Leggi anche:
10 messaggi profetici di Luisa Piccarreta, la mistica che parlava con Gesù

Santa Margherita Maria Alacoque

Santa Margherita Maria Alacoque sostiene di aver avuto tre visioni di Gesù Cristo. Prima apparizione: nel 1673, giorno della festa di San Giovanni Evangelista, Santa Margherita era davanti al Santissimo Sacramento. «Il Divino Cuore mi fu presentato come in un trono di fiamme, più sfolgorante di un sole e trasparente come un cristallo, con la piaga adorabile; esso era circondato da una corona di spine e sormontato da una Croce».

Public-Domain

Gesù le ha detto: «Il mio Divino Cuore è tanto appassionato d’amore per gli uomini e per te in particolare, che, non potendo più contenere in se stesso le fiamme del suo ardente Amore, sente il bisogno di diffonderle per mezzo tuo e di manifestarsi agli uomini per arricchirli dei preziosi tesori che ti scoprirò e che contengono le grazie santificanti e in ordine alla salvezza, necessarie per ritrarli dal precipizio della perdizione. Per portare a compimento questo mio disegno ho scelto te, abisso d’indegnità e di ignoranza, affinché appaia chiaro che tutto si compie per mezzo mio».

Dopo queste parole Gesù chiese a Margherita Maria il suo piccolo cuore e dopo averlo inabissato nella fornace del Cuore divino, lo restituì a lei che per tutta la vita arse di quel fuoco né fu mai liberata dal dolore provato allora.


ST MARGARET MARY ALACOQUE

Leggi anche:
Purgatorio: le rivelazioni del Signore a Santa Margherita Maria Alacoque

Beata Madre Pierina De Micheli

La beata Madre Pierina De Micheli, Apostola del Volto Santo, religiosa della Congregazione delle Figlie dell’Immacolata Concezione di Buenos Aires, ha avuto diverse apparizioni di Gesù.

Il 27 novembre 1940 racconta Madre Pierina: «Mi trovavo a colloquio con Lui, raccomandando i miei bisogni, quando me lo trovai davanti e poggiandomi la mano sul capo mi disse: – Sta tranquilla, non temere il nemico. Tenterà tutti i mezzi per chiuderti il cuore, ma io ti assisterò. – Tu sii sempre candida col Padre e ubbidiente se vuoi riportare vittoria. – Poi guardandomi con un sorriso, che mai dimenticherò e benedicendomi soggiunse: – Vedi questa veste splendente? È la veste di quelli che operano puramente per la gloria di Dio. – Sii sempre fedele al tuo voto e sarà anche la tua. – Disparve lasciandomi in cuore il paradiso».


BLESSED PIERINA DE MICHELI

Leggi anche:
Le 5 promesse annunciate dalla Madonna durante le visioni di Pierina De Micheli

Beata Alexandrina da Costa

Alexandrina da Costa, beata portoghese, costretta alla paralisi da giovanissima, subito dopo la celebrazione della prima messa nella sua stanza, ricevette una visione di Cristo.

«Una notte mi apparve Gesù in dimensioni naturali, come se fosse stato portato giù dalla croce. Ho potuto vedere in profondità, le sue ferrite aperte delle mani, dei suoi piedi e del Suo costato. Il suo sangue fuoriusciva dalle Sue ferite, e dal suo petto. Fuoriuscì talmente forte che dopo aver levato gli ornamenti attorno alla sua vita, il sangue cadde a terra. Gesù stava lì vicino al mio letto. Con grande amore sono riuscita a baciare le ferite delle sue mani. E avrei voluto baciare anche le ferite dei suoi piedi, ma la mia paralisi non mi permetteva di fare ciò. Pensai di non aver aperto bocca riguardo al mio desiderio di baciargli le ferite dei piedi, ma Gesù sapeva quello a cui stavo pensando. E con le sue mani alzò uno dei suoi piedi, e mi lasciò baciare le ferite dei suoi piedi».

JEDYNYM ICH POKARMEM BYŁA EUCHARYSTIA
Wikipedia | Domena publiczna

Alexandrina Maria da Costa

Poi, prosegue Alexandrina, «contemplai la ferita del Suo costato e il Sangue che fuoriusciva da essa, fino a che tutto mi si riempi della Sua compassione. Mi lanciai tra le Sue braccia e piansi: “Oh mio Gesù, quanto hai sofferto per me!”. Rimasi tra le sue braccia ancora per qualche momento e poi Gesù scomparve”».




Leggi anche:
La suora mistica che scopriva le ostie rubate o profanate

Santa Gemma Galgani

Gesù più volte è apparso a Santa Gemma Galgani. «Figlia queste Piaghe le avevi tutte aperte per i tuoi peccati. Ma ora consolati, ché le hai tutte chiuse col tuo dolore. Non mi offendere più. Amami, come io ti ho sempre amato. Amami».

Santa Gemma riporta un’altra visione, in cui Gesù dice: «“Guarda, figlia, e impara come si ama”. E mi mostrò le sue Piaghe aperte. “Vedi questa croce, queste spine, questo Sangue? sono tutte opere di amore, e di amore infinito. Vedi fino a qual segno io ti ho amato? Mi vuoi amare davvero? impara prima a soffrire. Il soffrire insegna ad amare”».

In una visione gli consegnò sul suo capo la corona di spina. «Gesù capì e con le sue mani me la pigiò nelle tempie. Sono momenti dolorosi, ma momenti felici. E così mi trattenni un’ora a soffrire con Gesù. Avrei voluto starci sempre tutta la notte, ma siccome Gesù ama tanto l’obbedienza, Lui stesso si sottomise a obbedire al Confessore e dopo un’ora mi lasciò».


SAINT GEMMA GALGANI

Leggi anche:
Il giorno in cui l’angelo custode ha detto a Gemma Galgani: “Patirai dolori corporali”

Suor Lucia di Fatima

Il 10 dicembre 1925, la santissima Vergine, con al fianco il Bambino Gesù su una nuvola luminosa, apparve a suor Lucia di Fatima, nella sua cella, nella casa delle Dorotee, a Pontevedra. Ponendole una mano sulla spalla le mostrò un Cuore circondato di spine, che aveva nell’altra mano. Il Bambino Gesù, indicandolo esortò la veggente con queste parole: «Abbi compassione del Cuore della tua santissima Madre, che è coperto di spine che gli uomini ingrati in ogni momento vi configgono, senza che vi sia nessuno che faccia un atto di riparazione per toglierle».

©CPP I Ciric
13 mai 1982 : Le pape Jean-Paul II rencontre Sr Lucia DOS SANTOS, religieuse carmélite de l'Ordre des Carmes déchaux, dernière voyante vivante, témoin des apparitions, Fatima, Portugal.May 13, 1982: Pope John Paul II meets Suor Lucia Dos Santos during his visit to the shrine of Our Lady of Fatima, Portugal.

Il 15 febbraio 1926, il Bambino Gesù appare di nuovo a suor Lucia, a Pontevedra, chiedendole se aveva già divulgato la devozione alla sua santissima Madre. La veggente espone le difficoltà presentate dal confessore, e spiega che la superiora era pronta a propagarla, ma che quel sacerdote aveva detto che la madre da sola non poteva fare nulla. Gesù rispose: «E vero che la tua superiora da sola non può fare nulla, ma con la mia grazia può tutto».


LUCIA DOS SANTOS FATIMA

Leggi anche:
Lettere e visioni inedite di Suor Lucia sul Terzo Segreto di Fatima

Tags:
fenomeni mistici
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni