Aleteia logoAleteia logoAleteia
giovedì 29 Febbraio |
Aleteia logo
Cultura
separateurCreated with Sketch.

Il grande piano di immigrazione illegale di migliaia di ebrei

TERRA PROMESSA FILM EBREI SHOAH PALESTINA

VatiVision

VatiVision - pubblicato il 27/01/21

Tra il 1945 e il 1948 migliaia di ebrei sfuggiti allo sterminio dei campi di concentramento partirono clandestini alla volta della Palestina.

Il Mediterraneo, nell’immediato dopoguerra attraversato da un popolo in fuga, reduce dalla sua più grande tragedia e disposto a tutto pur di ritornare alla terra lasciata 2000 anni prima. Persone che avevano perso tutto quello che avevano prima: cittadinanza, case, beni, e affetti, sequestrati, occupati e uccisi dalla macchina nazista, e che in Israele avrebbero potuto cominciare una nuova vita.

Migliaia di loro partirono dall’Italia, e fu grazie all’aiuto di tantissimi cittadini italiani se le imbarcazioni piccole e grandi che li portavano, poterono partire dai nostri porti, sfuggendo al controllo dei britannici che non consentivano ingressi nei territori sotto il loro mandato. Una complicità in clandestinità che riscattò in quel momento la vergogna delle leggi razziali promulgate sotto il fascismo, e che oggi a molti cittadini in Israele fa ricordare gli italiani come fratelli, e la nostra accoglienza come straordinaria.

Due capi di grande intelligenza e audacia: Yehuda Arazi e Ada Sereni. Lui, soprannominato “il re degli stratagemmi”, ricercato dagli inglesi che avevano messo una taglia sulla sua testa per aver rubato armi in quantità dai depositi britannici per conto dell’Haganà. Lei alto borghese romana d’origine, espatriata negli anni 20 in Palestina, dove aveva fondato insieme al marito Enzo, un eroe del sionismo, il kibbutz Givaat Brenner, e ora pronta ad usare tutte le sue conoscenze italiane per aiutare la causa.

➡️ NOLEGGIA O AFFITTA QUI IL FILM ⬅️

Tags:
cinemagiornata della memoriashoah
Top 10
See More