Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 28 Settembre |
San Venceslao
home iconChiesa
line break icon

Fin da bambina sapeva che avrebbe aiutato le prostitute

WOMAN PORTRAIT

Foto di Sharon McCutcheon di Pexels

Larry Peterson - pubblicato il 27/01/21

Adele Bonolis, dichiarata da Papa Francesco Venerabile il 21 gennaio 2021

Adele Bonolis era nata a Milano il 14 agosto 1909. Era l’ultima di quattro fratelli, e nella sua famiglia non si praticava la religione, nonostante se ne vivessero i princìpi di base. I suoi genitori erano “credenti”, ma non partecipavano alle attività della Chiesa, Messa compresa. Avevano comunque fatto battezzare i propri figli, Adele nella basilica di Sant’Ambrogio.

Educata nella fede

Adele divenne membro della Gioventù Femminile dell’Azione Cattolica, dove ricevette la sua prima educazione negli insegnamenti del cattolicesimo e iniziò a voler imparare di più sulla sua fede. Dopo il diploma al termine del Liceo classico, si laureò presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore. Dopo la laurea, divenne insegnante di religione alle scuole superiori.

Un incontro quando era bambina con una prostituta rappresentò il momento di svolta nella sua vita. Era per strada con il padre e vide passare una prostituta. Il padre le disse di non guardarla, ma Adele non gli fece caso. L’aspetto della donna stimolò la sua curiosità, e continuò a guardarla. Quel breve momento fu decisivo, e le fece decidere che, una volta cresciuta, avrebbe aiutato quelle donne a recuperare la loro dignità e a redimersi socialmente. Voleva aiutarle ad avere la possibilità di condurre una nuova vita, ma ancora non sapeva come avrebbe potuto riuscirci.

Adele dimostrò determinazione e innegabili doti di leadership. Nel 1947 iniziò a dirigere un campo estivo per bambini bisognosi a Lecco, colpita dalla povertà. Venne poi incaricata della supervisione di un gruppo della Gioventù Femminile dell’Azione Cattolica. La sua naturale capacità di coordinare e gestire quel gruppo la portò a lavorare nel centro diocesano con donne a rischio, e poi a Milano, dove i suoi progetti di aiutare le prostitute dimenticate iniziarono a prendere forma.

Nel 1957, a seguito della nuova legge Merlin, vennero chiusi i postriboli. La prostituzione in sé non era fuorilegge, ma i postriboli sì. Uno di questi, situato a Montano Lucino, divenne un centro di accoglienza per ex prostitute. Venne chiamato Casa di Orientamento Femminile “Maria Assunta”. Fu seguito dall’apertura della Casa San Paolo a Vedano, dalla Casa Maria delle Grazie a Cibrone e da Villa Salus a Lenno.

Dalla parte delle ultime

La compassione di Adele si estese ad altre donne sofferenti, come le ex carcerate e le donne affette da malattie mentali. “La nostra fede ci impegna a credere fermamente nel valore della persona umana e nel fatto che nessun passato può essere sufficiente a cancellare questo valore misterioso ma reale”.

Lentamente ma con sicurezza, si unirono a lei dei volontari. All’inizio dovevano impegnarsi nel concetto dell’“amore che riabilita, passando per la ricostruzione della persona”. Nelle sue case, voleva un’atmosfera familiare in cui ci si aiutava a vicenda. Adele credeva nel fatto che questo tipo di ambiente portasse alla riabilitazione di una persona e l’aiutasse a reinserirsi nella società. A volte nelle sue strutture venivano ospitate anche 30 persone.

Adele iniziò a sperimentare un declino delle sue condizioni di salute, e si scoprì che soffriva di un tumore all’intestino. Portò avanti il suo ministero per quanto poté, ma alla fine la malattia le impedì di continuare. È morta l’11 agosto 1980. Al suo funerale, monsignor Libero Tresoldi ha affermato: “Avvicinando Adele Bonolis, l’impressione era quella di chi trovava in lei un punto di appoggio, un luogo di rifugio, una speranza per procedere nel cammino. Si era sempre preoccupata di comportarsi come la vela di una barca che cerca il soffio del vento e da esso si lascia condurre”.

Il 21 gennaio 2021, Papa Francesco ha dichiarato Adele Bonolis donna dalle virtù eroiche, ed è diventata la Venerabile Adele Bonolis. La sua causa di beatificazione va ora avanti.

Tags:
prostitutevenerabile
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE FRANCIS
Gelsomino Del Guercio
10 tra le frasi e i gesti più discussi di Papa Francesco
2
POPE AUDIENCE
Gelsomino Del Guercio
Il Papa contro la Chiesa “parallela” in cui si bestemmia l’azione...
3
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
4
SHEPHERDS
José Miguel Carrera
Il dolore dei genitori per i figli che non vogliono più sapere ni...
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
7
Couple, Sleep, Snoring, Night
Cecilia Pigg
Trucchetti dei santi per dormire bene
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni