Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 20 Settembre |
Santi Andrea Kim, Paolo Ghong e 101 compagni
home iconStorie
line break icon

Il sacerdote tedesco che ha inaugurato una visione olistica della Medicina moderna

Sebastian Kneipp

Public Domain

Philip Kosloski - pubblicato il 26/01/21

Padre Sebastian Kneipp cercava di trattare tutta la persona – mente, corpo e anima

Nella storia della Chiesa ci sono stati molti medici che non si accontentavano di trattare solo il corpo, cercando anche rimedi spirituali, e che vedevano la loro pratica medica come parte della chiamata celeste che avevano ricevuto.

È il caso di padre Sebastian Kneipp, sacerdote tedesco del XIX secolo. Quando era a metà dei suoi studi contrasse la tubercolosi, malattia che rappresentava spesso una condanna a morte.

Padre Kneipp scoprì una “cura dell’acqua” e fece i propri esperimenti al riguardo. La sua salute continuò a migliorare, e guarì completamente dalla tubercolosi. Questo lo spinse sia a diventare sacerdote che a insegnare agli altri il suo programma medico.

La Catholic Encyclopedia offre un breve riassunto della sua carriera come sacerdote e medico:

“Quando era ancora curato praticò l’idroterapia a beneficio dei poveri, e il suo successo nel curare le loro malattie attirò molto l’attenzione. La gente delle parrocchie vicine iniziò ad accorrere da lui; andavano per essere curati sia ricchi che poveri, e la sua fama si diffuse in tutta la Germania. Il suo piccolo libro, ‘La Mia Cura dell’Acqua’, fu pubblicato in molte edizioni e tradotto in numerose lingue, mentre gente di tutta Europa cominciò ad andare da lui. Molti di loro trassero grandi benefici. Il sistema di padre Kneipp consisteva nella regolamentazione della vita quotidiana attraverso una dieta semplice e un uso abbondante di acqua fredda a livello interno ed esterno… Le sue regole generali erano andare a letto e alzarsi presto, camminare sull’erba rugiadosa a piedi nudi, pasti semplici, niente stimolanti, evitare l’eccesso di carne e abbondanza di cereali”.

Padre Kneipp sviluppò una complessa filosofia sulla salute umana basata su 5 pilastri:

  1. L’acqua, il pilastro più importante
  2. Le piante e il loro uso medicinale
  3. Cibo “semplice e sano”
  4. Esercizio fisico regolare senza eccessi
  5. Equilibrio Interiore, del quale diceva: “Quando ho preso in considerazione l’anima ho ottenuto solo risultati positivi”.

Secondo l’Ordine Ospedaliero di San Giovanni di Dio, “padre Kneipp curò anche Papa Leone XIII, e per questo venne ricompensato con il titolo onorario di monsignore”. Non è registrato quanto Leone XIII abbia applicato il regime di padre Kneipp, ma il Papa visse fino a 93 anni.

Nel suo libro, padre Kneipp spiegava come il benessere delle anime fosse il suo desiderio principale, e come credesse in uno stile olistico della medicina, che curasse il corpo, la mente e l’anima.

“Essendo un sacerdote, la salvezza delle anime immortali è il primo obiettivo per il quale desidero vivere e morire. Negli ultimi 30 o 40 anni, però, la cura dei corpi mortali ha assorbito una porzione del mio tempo e della mia forza… Mens sana in corpore sano, dicevano gli antichi. Una mente sana abita in un corpo sano. Qui si può considerare la grande influenza che un Paese ha sul suo popolo, il palazzo o la casetta umida, sui loro abitanti. Dovrebbe essere altrimenti circa l’anima e il corpo, che sono così strettamente collegati da formare un tutt’uno?”

Il suo lavoro viene portato avanti ancora oggi, e l’UNESCO ha ritenuto i suoi trattamenti parte del Patrimonio Immateriale nazionale.

La vita e l’operato di padre Kneipp ci ricordano di guardare alla nostra vita in modo diverso, considerando il rapporto tra il corpo e l’anima e come condurre una vita santa debba includere una vita sana.

Tags:
acquagermaniamedico

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
3
PAURA FOBIA
Cecilia Pigg
La breve preghiera che può cambiare una giornata stressante
4
Gelsomino Del Guercio
La Madonna nera è troppo sfarzosa: il parroco la “spoglia”. Ed è ...
5
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
6
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
7
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni