Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 02 Marzo |
Sant'Agnese di Boemia
home iconSpiritualità
line break icon

I 4 passi del perdono secondo un esorcista

Perdonare

Shutterstock/Surasak Ch

Bret Thoman, OFS - pubblicato il 22/01/21

Queste tappe non sono facili, ma vi daranno libertà

Il perdono è la virtù che tutti i cristiani devono esercitare, ma secondo il sacerdote esorcista Jim Blount esistono realtà spirituali che possono bloccarlo. A volte non c’è desiderio di perdonare, o questo desiderio è incompleto. Può esserci anche uno spirito di mancanza di perdono in famiglia. In questi casi, bisogna chiedere a Dio la grazia di voler perdonare e la forza e l’amore per poterlo fare.

Possiamo però cooperare con la grazia di Dio nel processo del perdono. Per questo, padre Jim raccomanda le seguenti quattro tappe del perdono, per perdonarci in modo totale e santo:

1 – Volontà di perdonare

Il perdono inizia con un atto di volontà. Ciò vuol dire che scegliamo di perdonare liberamente.

Il perdono, quindi, non si basa su sentimenti o emozioni. È una decisione. Possiamo avere vari sentimenti o pensieri, ma è la nostra volontà che determina il perdono. È una decisione di fare qualcosa, di impegnarsi ad abbandonare il passato. Pensieri ed emozioni ci aiutano a prendere le decisioni giuste, ma in ultima analisi sono le nostre decisioni a determinare la nostra vita.

Prendiamo la decisione di perdonare attraverso la grazia curativa di Gesù Cristo. Facciamo ciò che Egli dice nella preghiera del Signore: “Rimetti a noi i nostri debiti, come anche noi li rimettiamo ai nostri debitori”. Se non abbiamo misericordia degli altri, inibiamo la misericordia che Egli promette di donarci.

Come Cristo ha perdonato i suoi persecutori sulla croce, noi perdoniamo chi può averci ferito. Possiamo perdonare chiunque: genitori e altri membri della famiglia, sacerdoti, professori o qualsiasi altra persona ci abbia fatto del male.

Per decidere di perdonare, fate un atto di volontà con questa preghiera: “Io ti perdono, [Nome], in Nome di Gesù Cristo, ora e sempre”.

2 – Benedire chi ci perseguita

Nella seconda tappa, benediciamo chi ci ha fatto del male. I cristiani non rispondono mai a una maledizione con un’altra; anzi, rispondono con una benedizione.

Può essere che la persona che mi ha fatto del male abbia espresso una maledizione contro di me. Le parole possono avere un grande potere. Ogni volta che qualcuno che si trova in una posizione di autorità maledice è dannoso. Una madre, un padre, un marito o un fratello maggiore, ma anche datori di lavoro e insegnanti. Chi ha posizioni di potere deve usare la bocca per benedire, ma se invece maledice è diabolico. Dobbiamo invertire questa tendenza, e lo facciamo benedicendo.

È il passo più importante per il perdono. La rabbia e l’odio delle nostre ferite se ne va con l’atto di benedire. La benedizione scioglie il gelo del cuore, libera il veleno e cura.

  • 1
  • 2
Tags:
perdono
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Sanctuary of Merciful Love
Bret Thoman, OFS
Le acque guaritrici profetizzate da una suora del XX secolo
2
FUMETTI MATRIMONIO DIO
Catholic Link
5 immagini su cosa accade in un matrimonio che ha Dio al centro
3
Philip Kosloski
Perché i cattolici non mangiano carne i venerdì di Quaresima?
4
POPE AUDIENCE
Gelsomino Del Guercio
Il Papa: il diluvio è il risultato dell’ira di Dio, può arrivarne...
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
POPE FRANCIS AUDIENCE
Ary Waldir Ramos Díaz
Perché dobbiamo fare il segno della croce nei momenti di pericolo...
7
Communion
Claudio De Castro
Comunione: si ha tra le mani il Figlio di Dio, e serve rispetto
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni