Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 19 Gennaio |
Santi Mario e Famiglia
home iconStile di vita
line break icon

Essere pieni di Dio rende felici

Tatyana Soares | Shutterstock

Giuseppe Corigliano - pubblicato il 08/01/21

Quando rinuncio a qualcosa o scelgo la parte peggiore, quando sto zitto mentre mi verrebbe di chiarire o rispondere sgarbatamente, o si presentano altre opportunità per fare spazio a Dio dentro di me: allora mi sento più contento, è come se Gesù crescesse dentro di me e mi desse un po’ della sua vita.

“Videntes autem stellam, gavisi sunt gaudio magno valde (Mt 2, 10)”. Al vedere la stella, essi provarono una grandissima gioia.

Il latino sembra particolarmente chiaro: gavisi sunt gaudio magno valde.

Una grandissima gioia

Anche chi non ha studiato latino coglie la gioia che queste parole esprimono: letteralmente “gioirono di una grande gioia fortemente”. È sorprendente quest’esperienza.

Le volte in cui ci “riempiamo” di Dio siamo contenti. Dopo una confessione, dopo un “ritorno” – perché la vita di rapporto con Dio è fatta di continui ritorni – ci sentiamo felici e avvertiamo che non è un fenomeno meramente psicologico. Dio rende contenti.

Contento viene da contenere. È contento chi si sente pieno. Dio non è un concetto astratto è una realtà realissima – tanto per insistere nelle ripetizioni – perciò essere pieni di Dio rende felici, pur essendo limitate le mie capacità di contenerlo.

Dice San Paolo scrivendo ai Galati “non sono più io che vivo, ma Cristo vive in me”.Sentiva la vita di Gesù dentro la sua.

Ma in un’altra circostanza (Rm) afferma “chi mi libererà di questo corpo di morte?”… e spiega “acconsento nel mio intimo alla legge di Dio, ma nelle mie membra vedo un’altra legge, che muove guerra alla legge della mia mente”.




Leggi anche:
La gioia dei Re Magi, possiamo tenerla con noi tutto l’anno?

Mortificazione? “vivificazione”!

Così è per tutti noi. Finché campiamo, l’unione con Dio sarà sempre imperfetta ma sta a noi aprirci sempre più con la comunione, la confessione, la preghiera e la mortificazione…

Bisognerebbe cambiare il nome a questa devozione. La parola mortificazione andrebbe cambiata in “vivificazione”.

La grandissima gioia di far spazio a Dio dentro di me

Quando rinuncio a qualcosa o scelgo la parte peggiore, quando sto zitto mentre mi verrebbe di chiarire o rispondere sgarbatamente, quando cambio la schermata del computer perché non è il caso… o mentre mi alzo quando vorrei stare seduto o si presentano altre opportunità per fare spazio a Dio dentro di me: allora mi sento più contento, è come se Gesù crescesse dentro di me e mi desse un po’ della sua vita.

Resta chiaro che non sono io che agisco ma è Dio. Spetta a me non mettere ostacoli e allora vivrò un po’ della gioia che avvertirono i Re Magi.

QUI IL LINK ALL’ARTICOLO ORIGINALE PUBBLICATO DA GIUSEPPE CORIGLIANO

Tags:
amore di diogioia
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L'Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
2
LEANDRO LOREDO
Esteban Pittaro
Morire con un sorriso, seminando santità anche in ospedale
3
Gelsomino Del Guercio
Il viaggio nell’Aldilà di Gloria Polo: Gesù mi ha mostrato il “Li...
4
PIENIĄDZE ZA MSZĘ
Unione Cristiani Cattolici Razionali
Stipendio dei preti, quanto guadagnano? Quei ...
5
Papa Giovanni Paolo II
Philip Kosloski
La formula di San Giovanni Paolo II per sconfiggere il male nel m...
6
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
7
ST JOSEPH,THE WORKER CARPENTER, JESUS,CHILDHOOD OF CHRIST
Philip Kosloski
L'antica preghiera a San Giuseppe che non ha mai fallito
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni