Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 20 Settembre |
Santi Andrea Kim, Paolo Ghong e 101 compagni
home iconChiesa
line break icon

Vescovo della Repubblica Centroafricana: “Pregate per noi”

CENTRAL AFRICAN REPUBLIC

Fundacion Bangassou

Aiuto alla Chiesa che Soffre - pubblicato il 07/01/21

La città di Bangassou, di cui è vescovo, conquistata da gruppi armati ribelli

Buon anno nuovo. Sono le parole più ascoltate in questi giorni, ma anche le prime tre che monsignor Juan José Aguirre, vescovo di Bangassou, nel sud-est della Repubblica Centroafricana, ha scritto alla fondazione Aiuto alla Chiesa che Soffre (ACS).

Non sarebbe nulla di straordinario se non le avesse pronunciate il giorno dopo che la sua città era stata conquistata da gruppi armati ribelli. I combattimenti continuano in varie zone della città.

Agli altri augura quello che non hanno avuto né lui né il suo popolo, perché una coalizione ribelle, che accusa il Governo di aver manipolato le elezioni del 27 dicembre, ha attaccato varie città nelle ultime settimane, e attualmente controlla non solo Bangassou, ma gran parte del Paese.

Dio c’era, ma dormiva

Il 3 gennaio, i soldati del Governo hanno affrontato vari attacchi in città, finché il fuoco incrociato li ha lasciati senza munizioni e sono fuggiti. “Lasciando soli me e la mia gente, e Dio muto al nostro fianco”.

Il missionario afferma che nonostante tutto non si sente solo, anche se molti sono fuggiti in Congo, Paese vicino da cui li separa solo un fiume. “Nella notte più nera c’eri, ma eri addormentato”, dice monsignor Aguirre a quel Dio silenzioso ma presente.

“Abbiamo trascorso una notte tranquilla qui nella missione, in una calma tesa, ma un carro armato della Missione Unidimensionale Integrata delle Nazioni Unite per la Stabilizzazione nella Repubblica Centroafricana (MINUSCA, dalle iniziali in francese), composta da soldati marocchini, era nei paraggi”, ha aggiunto il religioso comboniano di origine spagnola.

La MINUSCA cerca di calmare gli animi con le sue pattuglie, e trasferisce forze armate, poliziotti e forze di sicurezza del Governo alla sua base in attesa della loro evacuazione.

I più vulnerabili, le prime vittime

La grande preoccupazione di monsignor Aguirre sono i bambini e gli anziani: “Ci sono stati bambini feriti da pallottole vaganti”. Bambini che fuggivano in Congo dagli attacchi e dagli incendi, ma sui quali “un proiettile è caduto come una spada di Damocle, senza che si sapesse da dove veniva. Perfino mentre fuggivano li ha raggiunti la violenza degli aggressori”, denuncia il vescovo.

CENTRAL AFRICAN REPUBLIC
Fundacion Bangassou

Monsignor Aguirre spera che i nuovi “padroni e re” del luogo non si accaniscano contro la popolazione.

Sono ormai anni che si susseguono violenza, morte e distruzione, cambiamenti al potere e intrighi per poter dominare un Paese molto ricco di minerali e risorse, ma con una popolazione immersa nella miseria.

  • 1
  • 2
Tags:
aiuto alla chiesa che soffrerepubblica centrafricanavescovoviolenza

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
3
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
4
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
5
PAURA FOBIA
Cecilia Pigg
La breve preghiera che può cambiare una giornata stressante
6
Gelsomino Del Guercio
La Madonna nera è troppo sfarzosa: il parroco la “spoglia”. Ed è ...
7
Padre Ignacio María Doñoro de los Ríos
Francisco Vêneto
Il cappellano militare che si è finto malvivente per salvare un b...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni