Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 20 Settembre |
Santi Andrea Kim, Paolo Ghong e 101 compagni
home iconFor Her
line break icon

Vi racconto ciò che mi capitò la notte di san Silvestro di qualche anno fa

MONSTRANCE

Mari Tere | Shutterstock

Padre Maurizio Patriciello - pubblicato il 04/01/21

Me ne stavo silenzioso a pregare nella penombra della chiesa. Sull’Altare, incastonata in una croce di legno, troneggiava l’Ostia consacrata...

Non amo fare baldorie la notte delle consegne tra l’anno che fu e quello che verrà. Sento forte lo scorrere del tempo che respiro. Tocco con mano il mistero che avvolge l’universo e l’intera umanità. Voglio raccontarvi ciò che mi capitò la notte di san Silvestro di qualche anno fa. Me ne stavo, silenzioso, a pregare, nella penombra della chiesa.

Sull’Altare, incastonata in una croce di legno, troneggiava l’Ostia consacrata, il regalo più bello che Gesù volle fare all’umanità. L’Eucarestia: mistero immenso che in 20 secoli abbiamo sfiorato appena.

Riflettevo. Contemplavo. Adoravo. Mi sentivo immensamente piccolo e incredibilmente grande. Sentivo passare sulla mia carne il tempo che mi accarezza e mi invecchia. Tempo prezioso, prepotente, umile. Scorre una sola volta e non vuol saperne di tornare indietro. Tempo bello, dignitoso, forte.

Mancava poco alla mezzanotte e per le strade già scoppiavano i petardi. Non ho mai capito perché la gente faccia tanto baccano la notte di Capodanno. Sarà forse per paura del futuro ignoto, o forse chissà che. Magari – pensavo – gli uomini vogliono ingraziarsi l’anno nuovo con cui dovranno convivere. Il vecchio, non avendo più potere, già non interessa più.

Povero anno stanco e malandato! Quanta ingratitudine deve assaporare.

Mi fa paura l’uomo quando ragiona in questo modo. Quando si fa servile con i potenti e tiranno con i deboli; quando trascura l’essere e si rende schiavo dell’avere. Mi fa paura quando, per raggiungere un traguardo prefissato, calpesta amici e conoscenti.

Quando si tura le orecchie per non sentire la voce di chi gli chiede aiuto.


GRATITUDE

Leggi anche:
Un anno tanto difficile eppure zeppo di grazia

L’anno vecchio mi faceva tenerezza

Come tutti i vecchi, anche l’anno che moriva mi faceva tenerezza. Decisi, allora, di tenergli compagnia.

Non te la prendere – gli sussurrai – sai bene come siamo fatti noi uomini. Non siamo cattivi, no, ma solo un poco strani. Capaci di gesti grandiosi e di azioni meschine. Tante persone, sai, sono veramente belle; altre, purtroppo, lo sono un po’ di meno. C’è chi si inchina davanti ai deboli e resiste ai prepotenti. E dà ragione solo a chi ha ragione, anche se non è suo amico. Persone stupende con le braccia lunghe per donare e sempre senza mani quando si tratta di arraffare. Purtroppo nel mondo c’è anche chi si schiera col più forte e non capisce che l’autorità è servizio. Chi, per interessi personali, è capace di distruggere il creato e le creature. Grazie – mi disse il vecchio con un fil di voce – Poiché sei stato buono con me, ti svelerò un segreto. Promettimi, però, di non raccontarlo mai. Guardami bene quando giunge mezzanotte.

Controllai l’orologio: mancavano pochi istanti. Il frastuono dei botti si faceva sempre più intenso e l’odore dello zolfo penetrava fino in chiesa. Fissavo con attenzione il mio amico e a un tratto rimasi annichilito, basito, stupefatto: il vecchio si trasformò alla velocità del lampo.

Agilissimo, gettò via la barba e la parrucca. Raddrizzò la schiena curva e divenne un giovanotto bello, alto. forte, vigoroso. Poi scomparve.

Non lo vidi più. In quel preciso istante milioni di persone sulla faccia della terra presero a brindare, a cantare, ad abbracciarsi. Sembravano felici. Forse lo erano. Qualcuno piangeva dalla gioia, qualche altro dalla nostalgia. Era una scena stupenda da vedere.

Non ci sono anni vecchi da cacciare e nuovi da osannare

Compresi la lezione. Non ci sono anni vecchi da cacciare e nuovi da osannare. È sempre lui, il tempo, che galoppa veloce tra le stelle e arriva fino a noi, donandoci e rubandoci la vita.

È sempre lui che come un fiume scorre veloce verso il Mare. E, per allontanare da noi l’angoscia che ci opprime, inventò la notte di san Silvestro e Capodanno.

Tanti auguri, amici miei carissimi e preziosi. Per amor vostro vengo meno alla parola data e vi svelo ciò che non avreste dovuto sapere mai.

Buon anno, compagni della più bella avventura che nessun genio al mondo avrebbe potuto immaginare mai. L’ incredibile, unica, irripetibile, stupenda avventura della vita. Siate felici.

QUI IL LINK ALL’ARTICOLO ORIGINALE PUBBLICATO DA PADRE MAURIZIO PATRICIELLO

Tags:
anno nuovocapodannotempo

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
3
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
4
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
5
PAURA FOBIA
Cecilia Pigg
La breve preghiera che può cambiare una giornata stressante
6
Gelsomino Del Guercio
La Madonna nera è troppo sfarzosa: il parroco la “spoglia”. Ed è ...
7
Padre Ignacio María Doñoro de los Ríos
Francisco Vêneto
Il cappellano militare che si è finto malvivente per salvare un b...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni