Aleteia logoAleteia logoAleteia
martedì 20 Febbraio |
Aleteia logo
Perle dal Web
separateurCreated with Sketch.

«Dio è come internet!», disse la bimba al parroco tweet-star

KSIĄDZ W TRAKCIE KAZANIA

EAST NEWS

Giovanni Marcotullio - pubblicato il 04/01/21

“Don Tonio” arricchisce da anni Twitter (dove è @donTonio66) con i suoi commenti e con la sua delicata azione evangelizzatrice: in occasione di un'omelia domenicale ha posto all'assemblea una domanda, ed ecco la sorprendente risposta ricevuta da una bambina…

Ieri mattina don Antonio Lobalsamo, amichevolmente noto come “don Tonio” in parrocchia (e su Twitter), ha regalato ai suoi follower una perla venuta fuori durante l’omelia della Seconda Domenica dopo Natale:

Forse il prete si sarebbe aspettato un’analogia più rodata – “l’aria” –, ma la pulcina digitale l’ha preso in contropiede: quanti fra noi sono almeno nati nel secolo scorso, infatti, e serbano alcuni ricordi del famigerato 56K, sono ben capaci di pensare a “internet”, visto che hanno assistito al suo progressivo affermarsi ed espandersi nel corso dei decenni; i millennials, invece, sono nati con gli smartphone e con le app, paradossalmente per loro internet è davvero così ovvio che faticano a pensarlo (non tutti quelli che smanettano su YouTube e su Instagram sono consapevoli di usare “internet” – termine col quale al limite designano la navigazione via browser).

Una filosofia della religione per nativi digitali

La riflessione della bimba era dunque corretta e centrava il cuore dell’analogia: Dio è indisponibile ai sensi eppure necessario perché si dia ogni senso. In ciò, la bambina esprimeva implicitamente un problema fondamentale del “pensiero comune” su Dio:

Il problema di Dio, in filosofia, non può porsi che a partire dal mondo dell’esperienza – intendendo con questo termine non solo il mondo dell’esperienza naturalistica, ma anche il mondo umano –. Dio infatti non si presenta in filosofia come oggetto di intuizione, e quindi non può essere soggetto logico (un soggetto di cui ci si domanda se esiste e quali attributi abbia), ma si presenta come la condizione alla quale è possibile il mondo.

Sofia Vanni Rovighi, Il problema teologico come filosofia, Varese 2004, 14

Così la grande tomista emiliana avvertiva i suoi studenti della necessità di pensare Dio non come un ente tra gli altri, per quanto più grande e più perfetto, bensì come la condizione di possibilità del loro stesso essere, nonché il loro destino: insomma, tornando alla bambina, non come un’app o uno smartphone – per quanto potenti e veloci – ma come lo stesso internet.

Prete tweetstar

Don Tonio è noto (oltre che per essere il parroco di Capurso – e del suo celeberrimo cittadino Checco Zalone) anche per aver pubblicato nel luglio 2019 – ormai un’“era demologica” fa – un libretto con l’editrice Ecumenica: “Gesù usava Twitter? Cinguettii di un prete” (prefazione di Gianfranco Ravasi). In 456 pagine si raccolgono le esperienze di un lustro di apostolato social del sacerdote. Visto e considerato questo, la giovanissima parrocchiana con la sua fulminante risposta si è dimostrata degnissima del suo parroco.

Lobalsamo-Twitter.jpg
Antonio Lobalsamo, Gesù usava Twitter? Cinguettii di un prete, Ecumenica 2019, 456 pp. € 13
Tags:
evangelizzazionemillennialsnuova evangelizzazioneomeliatwitter
Top 10
See More