Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 19 Gennaio |
Santi Mario e Famiglia
home iconFor Her
line break icon

3 scintille per accendere un Natale che sembra fulminato

NATIVITY,

Creativa Images | Shutterstock

Silvia Lucchetti - pubblicato il 24/12/20

Il passo dell'omelia di un Papa, la poesia di un frate e un brano tratto dal libro di un ex punk... per accogliere stupiti Gesù Bambino in questa Santa notte.

Il Natale arriva e come mi trova?

Nei giorni scorsi fino a stanotte compresa ho avuto, soprattutto la sera tardi, il desiderio di ricordare frasi belle lette sul Natale, pensieri non scontati, poesie che ti si incagliano come fanno le pale del motoscafo quando incontrano la secca.

Riflessioni cariche, nel senso che danno la carica.

Hanno il potere di sgomberarmi la mente dai pensieri fuffa, dai lamenti che mi si mettono su tipo centrifuga a ripetizione, mormorazioni di ogni sorta, altro che paghi uno prendi due: se do retta alla prima parte tutta la playlist.




Leggi anche:
L’inquietudine che proprio a Natale mi prendeva più forte

Canzonette della serie: “arrivo stanca al Natale anche quest’anno”; “dovevo fare e non ho fatto numero enne di cose”; “l’Avvento è finito, ho pregato poco perché ho sempre POCO tempo”; “che Natale strano e triste senza la compagnia dei parenti”; “perché mio marito non comprende che dobbiamo fare questo, questo quest’altro?”. Ovvero tutto.

La storia delle priorità non la sopporto. Eppure lui è più sereno, conclude ciò che inizia, non ha sempre quella smania-tentazione di dover allungare i tentacoli dappertutto. Come faccio io.

Un polipo spompato. Per restare in tema natalizio, visto che la Vigilia si mangia pesce.




Leggi anche:
7 splendide poesie di Natale dei Padri della Chiesa

3 fatti concreti che mi stanno silenziando

Sono accadute però piccole cose che mi stanno pian piano silenziando, grazie al Cielo!

1) Mia figlia di nemmeno tre anni che canta “Tu scendi dalle stelle”: l’ha ascoltata con noi questo periodo, nella versione di Andrea Bocelli, e l’ha memorizzata facilmente.

L’altra sera mi guarda e dice:

Mamma, ma perché Gesù nasce lontano? io voglio che nasce qui, vicino, così lo vedo.

Allora le ho risposto che la notte di Natale sarebbe stata proprio lei, dopo la messa, a porre il Bambinello nel presepe, lo avrebbe tenuto tra le mani e posato nella culla di paglia dentro la grotta.

Mi ha sorriso e per l’ennesima volta ha voluto sentire tutta la storia: non c’era posto nell’albergo, la stella cometa, i Re Magi…

Mi stupisco di come per lei sia sempre una storia nuova, ogni mio ripetuto racconto la coglie attenta e assorta, come fosse il primo.

E così di tanto in tanto la sento parlare in corridoio con l’Angelo custode, poi ci mette in mezzo la mirra, l’oro come la fede nuziale di mamma, e tanti altri particolari che ricama nei suoi discorsi ad alta voce.

2) Domenica scorsa sono stata presente alla benedizione di un muralesche rappresenta un presepe. Si trova in una via di un quartiere periferico di Roma. La parete dove è disegnato non è perfetta, né liscia. Neppure il murales lo è. Eppure è bellissimo, è frutto di amicizie, incontri, vite, morti. E quando l’ho visto con i miei occhi mi è parso di contemplare un’opera grandiosa, vittoriosa, e mi è sembrata già Pasqua.


LA BANDA DEL COCOMERO,

Leggi anche:
Un presepe in ricordo di Damiano. A realizzarlo i suoi amici disabili (VIDEO)

3) Stamattina brontolavo con mio marito perché i grandi secchi dei rifiuti della nostra palazzina sono stracolmi e da giorni non posso liberarmi della carta e della plastica che si è accumulata e staziona in balcone. Lui mi ha detto: “hai già tanto da fare oggi, concentrati sulle cose importanti”. Ed io: “no, dopo vado a vedere se li hanno svuotati stanotte, non posso più tollerare le buste accatastate così”. E invece dopo poco viene e mi dice: “vai in balcone ho messo una cosa per te”. Nella mia testa chissà perché ho pensato mi avesse comprato una Stella di Natale, e invece le buste erano sparite. Sono tornata nello studio e mi ha detto: “adesso dammi un bacio”. Grazie marito, anzi sposo, Buon Natale anche a te.

Vi ho raccontato tre fatti di poco conto ma concreti che mi hanno ridestato, però tornando all’inizio di questo mio scritto voglio condividere con voi anche tre cose bellissime lette o rilette che hanno a che fare con il Natale e mi indicano dove guardare, o meglio, dove provare a inginocchiarmi.

Le trovate nella Gallery, prendetele come un piccolo regalo… Auguri!

Tags:
fratel ettorenatalepapa paolo vi
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L'Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
2
LEANDRO LOREDO
Esteban Pittaro
Morire con un sorriso, seminando santità anche in ospedale
3
Gelsomino Del Guercio
Il viaggio nell’Aldilà di Gloria Polo: Gesù mi ha mostrato il “Li...
4
PIENIĄDZE ZA MSZĘ
Unione Cristiani Cattolici Razionali
Stipendio dei preti, quanto guadagnano? Quei ...
5
Papa Giovanni Paolo II
Philip Kosloski
La formula di San Giovanni Paolo II per sconfiggere il male nel m...
6
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
7
ST JOSEPH,THE WORKER CARPENTER, JESUS,CHILDHOOD OF CHRIST
Philip Kosloski
L'antica preghiera a San Giuseppe che non ha mai fallito
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni