Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 28 Gennaio |
San Tommaso d'Aquino
home iconSpiritualità
line break icon

Mortificazione: una pratica medievale ormai superata?

SAINT FRANCIS

Public Domain

José Miguel Carrera - pubblicato il 23/12/20

Fino a non troppo tempo fa, la mortificazione era vista come una pratica necessaria per dominare il corpo, considerato la fonte dei peccati. È ormai superata e superflua allo sviluppo della vita cristiana?

Per realizzare degli obiettivi, indipendentemente dalla motivazione originaria, è indispensabile lo sforzo personale, una vita caratterizzata dalla disciplina. La mortificazione, in senso ampio, è questo: lotta contro tutto che ostacola il raggiungimento di un ideale, che ostacola una meta. Per questo la mortificazione è parte integrante dell’educazione umana.

Ascesi

La mortificazione è un dimensione dell’ascesi. Il termine “ascesi” ha origine greca e significa esercizio compiuto con sforzo e metodo. Per i Greci, l’ascesi indicava qualsiasi esercizio fisico, intellettuale, morale e religioso, realizzato con metodo e disciplina, avendo come obiettivo il progresso costante. Nell’ambito cristiano, soprattutto nel Medioevo, l’ascesi è stata caratterizzata da aspetti negativi.

Per i Greci erano dimensioni dell’ascesi, ad esempio, il soldato che si esercitava nell’uso delle armi, il filosofo che meditava, il saggio nell’esercizio delle virtù e il religioso nella contemplazione di Dio.

L’ascesi non aveva una connotazione negativa. Al contrario, era intesa come qualcosa di necessario allo sviluppo umano, perché stimolava e consolidava la disciplina imprescindibile alla conquista di un obiettivo.

Nella sua assimilazione da parte della cultura cristiana, però, subendo influenze di correnti di pensiero pessimiste e dualiste – dicotomia anima-corpo –, l’ascesi è stata caratterizzata in modo preferenziale dalla dimensione di abnegazione.

Peccati

Per varie generazioni di cristiani, la mortificazione è stata interpretata come morte letterale al corpo, considerato la fonte dei peccati. Il corpo era visto come la sede delle passioni, la parte inferiore dell’uomo, in continua opposizione alla parte superiore, l’anima.

Il Medioevo è stato il periodo delle più dure ascesi corporali. Nonostante l’influenza di Sant’Agostino (354-430) – essendo l’ascesi definita come sforzo per crescere nella capacità di amare – e di San Benedetto (480-547) – enfasi sull’umiltà –, la spiritualità occidentale, in quel periodo, finì in gran parte per aderire alla pratica dei sacrifici fisici.

Vennero perfezionate forme di penitenza corporale come la “disciplina” (autoflagellazione volontaria). Alla fine del Medioevo, la “disciplina” quotidiana venne portata al fanatismo dai “flagellanti”, provocando discredito nei confronti dell’ascesi cristiana.

I “flagellanti” erano i membri di movimenti e confraternite medievali che praticavano la penitenza con flagellazioni pubbliche. Questo movimento raggiunse il suo punto più alto nella seconda metà del XIII secolo. Quei gruppi di persone percorrevano città e campi flagellando se stessi e gli uni gli altri mentre altri pregavano.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
mortificazionepenitenza
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
CATERINA SCORSONE
Cerith Gardiner
19 personaggi famosi orgogliosi dei propri figli con necessità sp...
2
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
3
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L'Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
4
Claudia Koll Vieni da me Rai1
Silvia Lucchetti
Claudia Koll: ho pregato tanto per mio figlio malato e ho ricevut...
5
WOMAN,OUTSIDE,BORED
Gelsomino Del Guercio
Soffri di accidia? Scoprilo e segui i rimedi di un monaco del IV ...
6
BRUISED CORTO ANIMATO ROK WON HWANG
Catholic Link
Corto animato: abbracciami, Signore, perché nel dolore voglio rif...
7
messe avec masques
Lucandrea Massaro
Cambia di nuovo il Rito della pace durante la Messa
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni