Aleteia logoAleteia logoAleteia
domenica 25 Febbraio |
Aleteia logo
Stile di vita
separateurCreated with Sketch.

Neopensionato, che pensi di fare?

web-senior-old-man-work-worker-shutterstock_403610449-pointimages-ai.jpg

Ignasi de Bofarull - pubblicato il 22/12/20

Sei appena andato in pensione e ti senti ancora giovane. Hai due alternative, due modi ben diversi di vivere questa tappa

Immaginiamo un caso concreto che non dev’essere certo raro: un pensionato giovane che ha una pensione dignitosa e la cui moglie continua a lavorare perché ha cinque anni di meno. Un uomo appena andato in pensione. Per lui si aprono due alternative, e sarò molto chiaro: chiudersi a poco a poco o prendere il toro per le corna.

Affrontando questo tema, vorrei adottare un approccio vicino al cuore e alla famiglia, alla moglie e ai figli, e probabilmente ai nipoti.

Un pensionato senza progetti

Un pensionato, si potrebbe pensare, inizierà con gioia le sue vacanze pagate e potrebbe dirsi: “È arrivato il momento di riposare”.

E questo riposo può essere concepito come un alzarsi tardi, fare riposini e passeggiare. Hobby, amici e così via!

Non fa progetti e lascia che la vita lo sorprenda. E la vita lo sorprende perché senza progetti, senza meta e senza orario non c’è vita.

Un pensionato è signore della sua vita, comanda sulla sua esistenza. Deve vivere a un ritmo più tranquillo, ma non può vivere al ritmo che impone il “dolce far niente”.

Questo “dolce far niente” smette di essere dolce quando si prolunga troppo nel tempo ed è condito da mancanza di contatti, accidia e guardarsi allo specchio. Ed è un cammino verso la solitudine. E cosa dice lo specchio? Dice una cosa semplice: “Sì, la pensione è questo, il giornale non basta e non tutti i tuoi amici hanno i tuoi stessi gusti. Svegliati, muoviti”.

Un orario

Uno specchio saggio propone per prima cosa un orario. Un orario che va seguito.

La scienza geriatrica suggerisce di camminare. In questo modo è anche più facile incontrare amici in situazioni simili disposti a farsi due passi. Fa bene. Alzarsi presto e camminare. E se è possibile prendere un autobus per andare a passeggiare in un bel parco, o in campagna.

Alzarsi presto costa, ma è benefico. Si stabilisce un’ora e anziché rigirarsi tra le lenzuola si salta giù dal letto con un’idea in mente: “Questa sarà una buona giornata per quello che dipende da me”.

Questo significa vivere la volontà. Non una volontà capricciosa, ma una innamorata della vita, del fatto di essere il marito, il padre e il nonno migliore che si possa essere.

La risposta potrebbe essere “Lo so già, sono pensionato”, “Sono già stato un padre buono e laborioso quando la vita, i figli, il lavoro e la moglie lo richiedevano”. Non basta. Il compito continua per due motivi: perché offre energia e azione e perché si è più amabili, più cordiali.

COUPLE
Shutterstock | DC-Studio

Diventare un bravo cuoco può essere divertente

Fare la spesa tutti i giorni può essere una buona idea, meglio ancora se la spesa serve per preparare i pasti. Dietro ogni uomo c’è un potenziale cuoco.

Un pensionato può divertirsi a preparare un pasto semplice perché quando la moglie torna a casa trovi tutto pronto. E che sia un pasto sano, che è al contempo gustoso e utile per invecchiare bene.

Quanto sarà bello il sorriso della moglie che tornando a casa non trova il marito seduto sul divano davanti alla televisione nell’attesa che qualcuno gli prepari da mangiare, ma un bel piatto pronto a tavola!

Dopo i pasti c’è la tentazione del riposino e della televisione. Va bene vedere il telegiornale, ma non trascorrere tutto il pomeriggio davanti alla tv. Il riposino, poi, non è obbligatorio, ed è meglio mettersi una sveglia. Ciascuno sa quanto deve riposare.


ELDERLY COUPLE

Leggi anche:
Suggerimenti per quando il vostro coniuge va in pensione prima di voi

POMOC SENIOROM W PANDEMII
Perfect Wave | Shutterstock

Leggere

Le biblioteche di oggi sono autentici paradisi terrestri: quotidiani, riviste, libri, silenzio, computer… C’è movimento, vitalità, gioventù. I romanzi sono una buona idea. “Potrei leggerlo a casa, no?” “Non comprarlo, prendilo in biblioteca e provalo. Se non ti piace lo cambi”.

La cosa più importante è avere amici che leggono, per condividere i commenti e non stare troppo da soli.

Un pensionato cerca amici per condividere la vita. La solitudine uccide lentamente, ed è l’antitesi dell’amicizia.

help
JHDT Productions | Shutterstock

Volontariato

Dipingere, fare teatro in strutture pubbliche dedicate agli anziani… e la mia proposta migliore: dedicarsi agli altri!

Il volontariato non ha limiti: raccogliere cibo per i bisognosi, aiutare i giovani a imparare a leggere… la lista è interminabile, e riempie il cuore di orgoglio, di senso di utilità, di gioia. E si arriva a casa stanchi ma pieni di voglia di raccontare alla moglie com’è andata la giornata.

Tutto questo si può offrire al Signore, anche una Messa, un Rosario o una preghiera condivisa con gli amici davanti al tabernacolo. Il Signore allora ci prenderà per mano, e saremo davvero felici.

E soprattutto saremo più attraenti: attireremo gli amici, i figli, i nipoti… E anche la moglie, e la renderemo molto più felice, perché è il nostro Gesù più vicino. Se volete essere graditi a Gesù, siate prima graditi a vostra moglie, che è quello che Egli vi chiede di fare.

E invitate vostra moglie un fine settimana al vostro volontariato, perché tra pochi anni andrà in pensione anche lei. E la pensione in due è ancora più bella.

Tags:
pensione
Top 10
See More