Aleteia logoAleteia logoAleteia
lunedì 26 Febbraio |
Aleteia logo
Stile di vita
separateurCreated with Sketch.

Essere un bravo cristiano significa sopportare tutto?

WOMAN

2shrimpS | Shutterstock

Pildorasdefe.net - pubblicato il 18/12/20

“Imparate da me che sono mite e umile di cuore”, “La carità è paziente, non si adira, tutto sopporta”... Frasi come queste insegnano ai cristiani ad essere passivi?

La Parola di Dio parla di tolleranza, obbedienza, discrezione… Vuol dire sopportare le ingiustizie? Vedere le cose e non dire niente per evitare problemi? Omettere atti altrui inappropriati? (domanda di un lettore)

Risposta, di fra’ Nelson Medina

Il centro della vita cristiana è l’amore. Non un amore qualsiasi, ma quello che Gesù ci ha mostrato, che potremmo riassumere bene con l’espressione di San Tommaso d’Aquino “cercare il bene dell’altro”.

Ciò vuol dire che sopportare l’altro non è un fine né un bene in sé. A volte amare significa sopportare, ma altre volte vuol dire parlare, denunciare, protestare, resistere. Gesù stesso lo ha mostrato: per amore, spesso ha taciuto, ma molte altre volte ha parlato. Per amore ha consolato chi era triste, ma sempre per amore ha denunciato l’ipocrisia dei farisei.

L’amore ha quindi molte espressioni, e non può ridursi a formule facili come “sopportare tutto”, né il contrario, “non lasciar passare niente”. La verità è che a volte bisogna sopportare, e altre volte si deve reagire. Il criterio è cercare il bene, il bene più grande possibile per tutti.

Questo criterio può sembrare povero o ambiguo, ma in realtà non lo è. Pensiamo a una madre. Per amore, ella può trascorrere una notte vegliando sul figlio malato. Questo è sopportare. Sempre per amore, però, può dire a quel figlio “Questa amicizia non è bene per te”, pur sapendo che al figlio non piacerà.

Maggiore è l’amore di una madre, più facile sarà per lei resistere quando bisogna resistere e parlare o affrontare qualsiasi cosa per cercare il bene maggiore del figlio amato.

Abbiamo quindi bisogno di più amore, molto amore, tonnellate d’amore. Abbiamo bisogno di più amore di quello che abbiamo. Dobbiamo amare come Dio ama, ma non riusciremo a farlo solo con le nostre forze, ed è per questo che possiamo chiedere questa grazia al Signore con un cuore umile, perseverante e orante.




Leggi anche:
Qual è il vero senso cristiano della sofferenza? Una riflessione imperdibile

Tags:
tolleranza
Top 10
See More