Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 24 Luglio |
San Charbel
home iconChiesa
line break icon

Il segreto della felicità di San Giuseppe durante la sua vita

HOLY FAMILY

Zvonimir Atletic | Shutterstock

Philip Kosloski - pubblicato il 17/12/20

San Giuseppe ha avuto non solo una “morte felice”, ma anche una vita gioiosa imparando da suo figlio

Se San Giuseppe è ampiamente noto come il patrono di una “morte felice”, la sua felicità non è stata confinata alle ultime ore della sua vita.

San Giuseppe ha anche avuto una “vita felice”, anche se era l’unico membro della Sacra Famiglia a portare la macchia del peccato nell’anima.

Nel libro del XIX secolo Devozione a San Giuseppe, l’autore spiega perché la vita di San Giuseppe è stata piena di gioia:

“La Santa Chiesa paragona la felicità di San Giuseppe in questa vita a quella dei santi in Cielo, perché sulla Terra gli è stato permesso di vedere Gesù Cristo faccia a faccia per 30 anni e la gloria della Sua divinità, che, come ci viene permesso di credere, si è manifestata a lui”.

È ovvio che San Giuseppe abbia sperimentato una grande felicità durante la sua vita sulla Terra, visto che vedeva ogni giorno Dio stesso.

Questo dovrebbe incoraggiarci a visitare regolarmente una chiesa cattolica, visto che Gesù stesso è lì, nascosto sotto l’apparenza del pane.

La felicità di San Giuseppe è stata appresa anche attraverso l’esempio di Gesù e il modo in cui ha vissuto le beatitudini.

“Giuseppe è stato benedetto perché ha imparato dall’esempio di Gesù Cristo le otto beatitudini. È stato benedetto perché le ha praticate tutte con grande perfezione e fino alla fine sotto gli occhi di Colui che doveva ricompensarli”.

Gesù ha insegnato ai Suoi discepoli le otto beatitudini, ma San Giuseppe le ha imparate di prima mano vedendo Gesù che le viveva.

È per questo che è suggerito di “scegliere una delle beatitudini da praticare imitando San Giuseppe”.

Se cerchiamo la felicità in questa vita, dovremmo imitare San Giuseppe immergendoci alla presenza di Gesù e praticando le otto beatitudini per quanto possiamo.


ST JOSEPH,THE WORKER CARPENTER, JESUS,CHILDHOOD OF CHRIST

Leggi anche:
L’antica preghiera a San Giuseppe che non ha mai fallito

Tags:
felicitàsan giuseppe
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
Theresa Aleteia Noble
I consigli di 10 sacerdoti per una confessione migliore
3
MEDJUGORJE
Gelsomino Del Guercio
L’inviato del Papa: l’applauso dopo l’Adorazion...
4
José Miguel Carrera
La lettera di un giovane ex-protestante convertitosi al cattolice...
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
Catholic Link
Una guida per l’esame di coscienza da ripassare prima di og...
7
Gelsomino Del Guercio
Cesare Cremonini indica al cardinale Zuppi “la strada per i...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni