Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 25 Gennaio |
Conversione di Paolo
home iconStorie
line break icon

Memé, tetraplegica: “Tutte le vite hanno senso”

sedia a rotelle

Shutterstock | HTWE

Javier González García - pubblicato il 16/12/20

La splendida testimonianza di Memé Alsina, una donna di 40 anni tetraplegica da quando ne aveva 2, che sa bene cosa significhi vivere e soffrire

Memé Alsina – le piace essere chiamata Memé –, ha 40 anni, è l’ultima di sette figli e vive a Barcellona. Quando aveva appena due anni e mezzo, un virus le ha colpito il midollo spinale. Da quel momento la vita di tutta la famiglia è cambiata.

All’inizio i medici hanno detto ai genitori che non sarebbe sopravvissuta, poi che avrebbe dovuto vivere in ospedale collegata a un respiratore. “I miei genitori non si sono arresi, e hanno continuato a lottare”, dice. La loro bambina è tornata a casa, ma era diventata tetraplegica.

Memé dice che “non è facile avere una bambina di due anni che non cammina e sta piuttosto male”. Ha però frequentato una scuola normale, e poi ha studiato ciò che voleva in un’università pubblica. Ora lavora con il computer, che gestisce con la minima mobilità che ha in uno dei polsi.

“Tutto quello che faccio mi piace, perché non mi propongo quello che non posso fare”

Memé non ha mai giocato a calcio, né ha mai preso parte a una corsa o fatto nuoto, ma è stata una bambina come qualsiasi altra. Ha avuto dieci anni, è stata adolescente, e poi universitaria…

“È vero che ci sono cose che non ho potuto fare, ma visto che so che non le posso fare non le pongo nemmeno all’orizzonte. So che non farò una cosa o che non salirò su una montagna, e quindi non mi attira. Tutto quello che faccio mi piace, perché non mi propongo quello che non posso fare”.

“Non posso neanche partecipare a una finale di Champions, né comprarmi una Ferrari… e questo non mi rende infelice”.

Memé riesce a capirlo molto meglio di molte altre persone. “Mi piace molto una frase di Santa Teresina: ‘Nella vita bisogna scegliere tutto’. Ed è così. La vita va scelta, nel bene e nel male. Si gioisce per il male e si soffre per il bene… ma insegna”.

Memé lavora in una libreria di Barcellona, vive con i genitori e la sua casa è come tutte le altre. La mamma la aiuta a mangiare e la portano nella sua stanza quando ne ha bisogno. E tutti vivono la cosa in modo naturale.


LUIS DE MOYA

Leggi anche:
Luis de Moya, il sacerdote tetraplegico che amava la vita

  • 1
  • 2
Tags:
dignitàdisabiledonnevita
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
CATERINA SCORSONE
Cerith Gardiner
19 personaggi famosi orgogliosi dei propri figli con necessità sp...
2
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L'Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
3
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
4
Perdonare
Bret Thoman, OFS
I 4 passi del perdono secondo un esorcista
5
Silvia Lucchetti
A 18 anni, sola in ospedale: il pianto di un neonato mi ha ridato...
6
Tzachi Lang, Israel Antiquities Authority
John Burger
Un'iscrizione che riporta “Cristo nato da Maria” ritrovata in un'...
7
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni