Aleteia logoAleteia logoAleteia
martedì 05 Marzo |
Aleteia logo
Stile di vita
separateurCreated with Sketch.

5 idee per un regalo solidale a Natale più 1

rifugiati siriani

© AFP

Lucandrea Massaro - pubblicato il 11/12/20

Cristo ci insegna l'amore per il prossimo, non solo per i nostri parenti. Possiamo fare uno sforzo?

A Natale siamo tutti più buoni. O almeno è questo lo slogan di una nota marca di panettoni, giocando sul l’ambiguità di significato tra bontà d’animo e bontà dell’impasto. Ora a dispetto del tentativo costante e sempre più forte di banalizzare il significato del Natale, che non è un generico e romanesco “volemose bbene”, ma semmai lo stupore verso il Bimbo Gesù! Gesù che si incarna infatti, è il segno di un Grazia senza confini che invade il mondo con la dolcezza e la docilità di un figlio, non tramite una magia bonaria alla Babbo Natale, ma tramite il meraviglioso mistero dell’Incarnazione.

Imparare a donare

Fatta questa doverosa premessa, da cristiani come possiamo passare il Natale con gioia? Innanzi tutto santificandolo, andando cioè a Messa, pregando per ringraziare il Signore prima del pasto (cosa che potremmo fare anche gli altri 364 giorni…). Se in altri momenti, questa era una ottima occasione per accogliere tra di noi il parente o il vicino lontano che magari resterebbe da solo, in questo anno di Covid dobbiamo stare attenti e restare responsabili, anche nel nostro voler esprimere generosità e gratuità. Si potrebbe fare un dono, non a noi stessi, ma a chi ha maggiore bisogno. Può essere questo, il momento per insegnare a figli e nipoti il senso della generosità e dell’altruismo.

Donare per il bene di tutti

Si possono fare dei regali con un po’ di solidarietà, quel sovrappiù di attenzione (e di sacrificio economico) può essere un buon gesto, specie se fatto non per scaricarsi la coscienza, ma come atto d’amore. Non è facile, l’egoismo è dietro l’angolo (del nostro cuore), ma ogni tanto vale la pena di fare quel passo in più…




Leggi anche:
La vera furbizia non è accumulare, ma donare!

5 idee per un regalo diverso ad un bambino o a una famiglia in difficoltà

Si potrebbe pensare di sostenere le comunità cristiane in giro per il mondo, in particolare coloro che vivono in una situazione di persecuzione. Per fare questo Aiuto alla Chiesa che soffre, raccoglie fondi per le emergenze in tutte le zone del mondo in cui la persecuzione avanza o la vita dei cristiani è in pericolo. In particolare quest’anno sono due i progetti che portano avanti: raccolta fondi per sostenere la popolazione in Siria e costruire un centro per le vittime, in particolare donne, in Nigeria.

Il Covid poi ha reso ancora più difficile la vita di molte persone in Italia e nel mondo, ecco perché la Caritas Italiana lancia un appello nel nome dell’ecologia integrale, dal titolo “Insieme per gli ultimi“:

La grave situazione che stiamo vivendo interpella personalmente ognuno di noi, nella nostra responsabilità, e nella nostra capacità di vivere in modo consapevole. Da tale urgenza è necessario partire, perché la costruzione di un mondo più giusto,  accogliente e quindi sicuro per tutti, è questione che ci riguarda, nessuno escluso.

Un altro modo è comprare un oggetto dai molti shop online di Fondazioni o ospedali che molto fanno per la cura dell’infanzia. Un piccolo pensiero fatto non solo verso chi riceverà il dono, ma anche per aiutare un bambino che soffre. Non lo conosceremo mai forse, ma la sua guarigione è già un regalo. Qualche esempio?

La Fondazione Meyercontribuisce a sostenere l’omonimo ospedale pediatrico di Firenze, ed è possibile aiutarli comprando addobbi natalizi o altri gadget dalla loro pagina. oppure e il progetto Abbraccia la Ricerca, per finanziare l’ospedale pediatrico di Roma: il Bambin Gesù e permettere a tanti bambini di trovare una cura presso il nosocomio

Anche Terres des hommes quest’anno è impegnato nella difesa delle bambine nel mondo, contro abusi, traffico di minori, matrimoni forzati e lavoro coatto, con il progetto InDifesa

Che è possibile sostenere grazie ai Super Regali che troverai nello shop del sito.

Più 1 extra sacco

Sicuramente vicino a casa vostra avrete visto un senza tetto, una persona in difficoltà, provate a fare un gesto di carità: parlategli. Non voltatevi dall’altra parte, magari a Natale ricordatevi di lui, portategli un maglione, una coperta pulita, o un piatto caldo. Non ve ne pentirete, del resto: “non si va in Paradiso senza la raccomandazione di un povero…”

Tags:
natale
Top 10
See More