Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 20 Settembre |
Santi Andrea Kim, Paolo Ghong e 101 compagni
home iconChiesa
line break icon

I vescovi confermano: messe di Natale in orario compatibile con coprifuoco

Messa Natale Altare

Ed Schipul | CC BY SA 2.0

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 04/12/20

Gesù "nascerà" prima delle 22. La decisione ufficiale dei vescovi al termine del Consiglio Permanente della Cei. Messaggio per i parroci: distribuite i fedeli nelle diverse messe del giorno di Natale

Come era prevedibile i vescovi confermano la linea di celebrare la messa di Natale con orari compatibili con il coprifuoco. Lo ha stabilito il documento diffuso al termine del Consiglio Permanente della Cei.

Il Dcpm di Natale ha stabilito che nella notte del 24 dicembre il coprifuoco è confermato per le ore 22. Quindi le sante messe dovranno terminare prima del solito. E consentire, entro quell’ora, il rientro a casa dei fedeli che vi parteciperanno.

“Non dobbiamo scoraggiarci”

Il Consiglio Permanente, riporta il comunicato ufficiale, si è confrontato circa le prossime celebrazioni natalizie, in modo particolare sull’orario della Messa nella notte di Natale. I Vescovi ricordano quanto scritto nel recente “Messaggio alle comunità cristiane in tempo di pandemia”.

«Le liturgie e gli incontri comunitari – si legge nel messaggio – sono soggetti a una cura particolare e alla prudenza. Questo, però, non deve scoraggiarci: in questi mesi è apparso chiaro come sia possibile celebrare nelle comunità in condizioni di sicurezza, nella piena osservanza delle norme».

Quattro messe per distribuire i fedeli

Da qui la certezza che sarà così anche per le celebrazioni del Natale, come peraltro avvenuto finora. Tenuto conto delle diverse situazioni, è stato detto, sarà cura dei Vescovi suggerire ai parroci di “orientare” i fedeli a una presenza ben distribuita, ricordando la ricchezza della liturgia per il Natale che offre diverse possibilità: Messa vespertina nella vigilia, nella notte, dell’aurora e del giorno.

Per la Messa nella notte – hanno condiviso i Vescovi – sarà necessario prevedere l’inizio e la durata della celebrazione in un orario compatibile con il cosiddetto “coprifuoco”.


CHRISTMAS MASS

Leggi anche:
Messa di Natale anticipata: dopo il governo, c’è l’ok di un vescovo

La smentita della Commissione Europea sul “no” alla messa

La Commissione europea «non intende proibire alcuna funzione religiosa», né avrebbe «la competenza per farlo». Al contrario, «la libertà di culto è prevista dalla Carta dei diritti fondamentali».

Lo precisa all’Adnkronos (2 dicembre) il portavoce della Commissione europea Stefan de Keersmaecker, a proposito delle indiscrezioni riportate dalla stampa italiana circa le raccomandazioni che l’esecutivo Ue si appresta a diffondere, secondo le quali sconsiglierà le celebrazioni religiose in presenza, inclusa la Messa di Natale.




Leggi anche:
La (non) opzione della Messa di Natale

Rosario nella Solennità dell’Immacolata

Ai membri del Consiglio Permanente della Cei è stata presentata la proposta di promuovere, nella solennità dell’Immacolata Concezione, la preghiera del Santo Rosario, trasmessa in diretta, alle ore 21, da Tv2000 e InBlu Radio, da una chiesa di Roma. Come già avvenuto durante il lockdown, questo sarà un momento di preghiera comunitaria, da vivere insieme in preparazione al Natale.

Affidate alla Madonna le donne e le mamme

In un tempo segnato in modo evidente dagli effetti della pandemia, la comunità italiana chiederà l’intercessione della Vergine Maria, Colei che ha custodito nel suo cuore ogni cosa e ha saputo abbandonarsi con fiducia all’abbraccio del Padre. A Lei – che come ha ricordato Papa Francesco è la “piena di grazia” che può “riflettere fin dentro le tenebre più fitte un raggio della luce di Cristo Risorto” – verranno affidate, in particolare, le donne e le mamme, pilastri nelle famiglie e grembo di futuro.


POPE FRANCIS ON CHRISTMAS

Leggi anche:
Non esiste alcuna “Messa di Mezzanotte”… sì, avete letto bene

Tags:
coprifuocodpcmnatalevigilia di natale

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
3
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
4
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
5
PAURA FOBIA
Cecilia Pigg
La breve preghiera che può cambiare una giornata stressante
6
Gelsomino Del Guercio
La Madonna nera è troppo sfarzosa: il parroco la “spoglia”. Ed è ...
7
Padre Ignacio María Doñoro de los Ríos
Francisco Vêneto
Il cappellano militare che si è finto malvivente per salvare un b...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni