Aleteia logoAleteia logoAleteia
mercoledì 08 Dicembre |
Immacolata Concezione
Aleteia logo
Stile di vita
separateurCreated with Sketch.

Don Alberto Ravagnani gioca a Fortnite dallo YouTuber Rimoldigno

Youtube - Rimondigno

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 27/11/20

Il popolare YouTuber ha ospitato il prete social, famoso per i suoi video evangelizzatori. Il risultato è stato un simpatico simparietto

“Ciao ragazzi, sono qui per giocare per la prima volta a Fortnite!”. Esordisce così Don Alberto Ravagnani, approdato sul canale YouTube di Rimoldigno.

Il giovane sacerdote di Busto Arsizio è andato a casa del

popolare youtuber
per rispolverare una sua vecchia passione: i videogiochi. «Sono gasatissimo per iniziare questa sessione di gioco», dice il prete che sta spopolando sui social network con i suoi video evangelizzatori 3.0.

In due settimane, per intenderci, il video tra Don Alberto Ravagnani e Rimoldigno su Fortnite, è già arrivato a 63mila visualizzazioni.

Don Alberto e la passione per i videogiochi

«In passato – rivela Don Alberto – ho giocato a tanti videogiochi. A casa mia ho la consolle, la XBOX, e ogni tanto mi capita di giocare soprattutto con i ragazzi dell’oratorio. Non so se voi lo fate con il vostro parroco o in oratorio. Ma anche noi ogni tanto possiamo divertici così». 


DON ALBERTO RAVAGNANI

Leggi anche:
Don Alberto Ravagnani racconta l’origine delle sue Catechesi online

“Ora vatti a confessare”

Quando inizia la partita a Fortnite, Don Alberto Ravagnani, affiancato da Rimoldigno, mostra subito una certa confidenza con la consolle. Rimoldigno gli spiega i “trucchi” per avanzare nel percorso, ma alla fine il nostro Don perde la partita e, sorridendo, dice all’avversario che lo ha battuto: «Mi raccomando ora vatti a confessare».

Youtube - Rimondigno

fedez don alberto ravagnani

Leggi anche:
Fedez e don Alberto Ravagnani: confronto su sessualità e celibato

Il recente confronto con Fedez

Don Alberto di recente è stato protagonista di un interessante confronto con il rapper Fedez, nel podcast “Mucchio Selvaggio”. I due si sono confrontati su sessualità, beni materiali, come si diventa preti, la Bibbia e i Vangeli, papa Francesco, la libertà nella Chiesa.

Uno degli argomenti più caldi del dibattito è il celibato. Fedez lo stimola a parlarne. Don Alberto racconta la ragione evangelica del celibato. «Io scelgo di non vivere la mia vita sessuale in forma genitale per il Regno dei Cieli. Quella vita per me è totalizzante, non mi penalizza», dice don Alberto. Fedez lo provoca: «Allora è come non avere gli organi genitali?». «In realtà no – ribatte don Alberto – perché questa cosa presterebbe il fianco al fatto che i preti sono dei “castrati” e che la mia è “castrata”, non è aperta. Invece quella che ho fatto non è una scelta di debolezza, ma per amore di Dio. Io scelgo di vivere la mia vita in questa maniera» (Aleteia, 23 ottobre).



Leggi anche:
Fedez e Don Alberto: botta e risposta su instagram sulla pedofilia nella Chiesa

Tags:
videogiochiYouTube
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni