Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 19 Gennaio |
Santi Mario e Famiglia
home iconSpiritualità
line break icon

Chiudere le chiese, tracciare i preti… Miguel Pro rimase sempre accanto ai suoi parrocchiani

Miguel Pro

Public Domain

Philip Kosloski - pubblicato il 25/11/20

Negli anni ’20 del XX secolo, quando in Messico anche le leggi proibivano di praticare il culto, un sacerdote continuava a sovvenire ai bisogni spirituali dei suoi parrocchiani.

Nel 1926 il presidente messicano Plutarco Calles fece approvare delle leggi laiciste che miravano a sradicare il cristianesimo dal Messico, anche a mezzo dell’espulsione all’estero dei preti per inibire la pratica religiosa. I sacerdoti vennero privati del diritto di portare l’abito talare in pubblico e il governo prese il controllo dei monasteri. La pratica di ogni culto venne rapidamente interdetta e ai fedeli si proibì l’accesso alle chiese.




Leggi anche:
San José Luis Sanchez Del Rio, il martire della “Cristiada”

Malgrado tutte le difficoltà, il beato Miguel Pro continuò a servire i suoi parrocchiani escogitando nuovi mezzi per guidare il gregge affidatogli. Nell’omelia per la beatificazione di sei servi di Dio, tra cui padre Miguel Pro, il 25 settembre 1998, san Giovanni Paolo II disse di lui:

La celebrazione quotidiana della Santa Messa era il centro della sua vita, nonché una fonte di forza e di fervore per i fedeli. Padre Miguel Pro organizzava “stazioni eucaristiche” coi parrocchiani, e lì il corpo del Signore poteva essere ricevuto segretamente ogni giorno, negli anni della persecuzione.

Spesso Miguel Pro si travestiva per sfuggire alle autorità e compiere più facilmente il proprio dovere. Si recava nelle case delle famiglie per celebrare la messa, ascoltare le confessioni e battezzare i bambini. La chiusura delle chiese e la minaccia dell’arresto non lo dissuadevano in alcun modo dall’essere un pastore per per il suo gregge, e Giovanni Paolo II non mancò di sottolinearlo.

Tutta la sua vita di apostolo dedito e coraggioso è stata ispirata da un instancabile zelo evangelizzatore. Né le sofferenze delle gravi malattie, né lo spossamento dell’attività ministeriale – che egli compiva spesso in circostanze pericolose – sono riuscite a soffocare la gioia radiosa e contagiosa del suo amore per Cristo, che nessuno poteva togliergli (cf. Gv 16,22).

Accusato ingiustamente di aver cospirato in un attentato, Miguel Pro fu fucilato il 23 novembre 1927. Morì con le braccia in modo crucis gridando “Viva Cristo Re!”. Il suo esempio resta fonte di ispirazione per molti, per il suo coraggio davanti alla persecuzione religiosa e per la sua volontà di servire il gregge in tempi difficili.




Leggi anche:
Cristiada, storia di un popolo in lotta per difendere la religione

[traduzione dal francese a cura di Giovanni Marcotullio]

Tags:
guerra cristeralockdownmessicopandemia
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L'Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
2
LEANDRO LOREDO
Esteban Pittaro
Morire con un sorriso, seminando santità anche in ospedale
3
Gelsomino Del Guercio
Il viaggio nell’Aldilà di Gloria Polo: Gesù mi ha mostrato il “Li...
4
PIENIĄDZE ZA MSZĘ
Unione Cristiani Cattolici Razionali
Stipendio dei preti, quanto guadagnano? Quei ...
5
Papa Giovanni Paolo II
Philip Kosloski
La formula di San Giovanni Paolo II per sconfiggere il male nel m...
6
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
7
ST JOSEPH,THE WORKER CARPENTER, JESUS,CHILDHOOD OF CHRIST
Philip Kosloski
L'antica preghiera a San Giuseppe che non ha mai fallito
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni