Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 28 Gennaio |
San Tommaso d'Aquino
home iconStorie
line break icon

Padre cammina con la figlia malata di cancro in braccio

ABIGAIL

@ComadrejaDark | Fair use

Esteban Pittaro - pubblicato il 24/11/20

Diego torna con in braccio Abigail al suo paese dopo il trattamento oncologico nella provincia vicina

Le misure imposte durante la pandemia per controllare la diffusione del virus fanno sì che in molti casi in Argentina per recarsi in una città vicina si debba disporre di permessi speciali, ma di fronte all’urgenza, come quella di Abigail, una bambina di 12 anni con un tumore alla gamba, la burocrazia deve cedere il posto al buonsenso.

Abilgail vive a Termas de Río Hondo, Santiago del Estero. Si cura a San Miguel de Tucumán, nella provincia di Tucumán, a 90 chilometri da casa sua. Fino a gennaio è stata sottoposta a chemioterapia. Suo padre non ha una macchina, né altro mezzo di trasporto. In genere gli prestano un veicolo per portare la figlia alle terapie. In questa occasione, però, ha chiesto al Comune, che conosce il caso di Abigail, e gli è stato prestato un furgoncino.

ARGENTINA
Fair use

La risposta delle autorità

Al ritorno la polizia non conosceva il suo caso, e visto che non aveva i permessi ufficiali è stato fermato. La risposta delle autorità, che dovevano conoscere il caso e avrebbero potuto permettere alla famiglia di entrare nel suo paese in macchina, tardava ad arrivare.

Diego e Abigail hanno passato due ore sotto il sole, e la bambina era esausta. Alla fine il papà ha preso la figlia in braccio e ha valicato il limite giurisdizionale a piedi. La madre della bambina ha registrato la scena e l’immagine è diventata virale.

https://twitter.com/ComadrejaDark/status/1329549272182874120?ref_src=twsrc%5Etfw%7Ctwcamp%5Etweetembed%7Ctwterm%5E1329555823996133381%7Ctwgr%5E%7Ctwcon%5Es2_&ref_url=https%3A%2F%2Fes.aleteia.org%2F2020%2F11%2F23%2Fcaso-abigail-cargo-a-su-hija-con-cancer-para-regresar-del-hospital%2F

Non importa quanto ha camminato

Inizialmente dalla testimonianza della famiglia si è saputo che avevano percorso 5 chilometri a piedi per arrivare a casa. Dei funzionari provinciali dicono invece che si è trattato di 70 metri. La vergognosa discussione, visto che alla fine una bambina malata di cancro ha dovuto subire disagi superflui per riuscire a curarsi, ha fatto sì che il governatore della provincia, Gerardo Zamora, si scusasse con la famiglia. Il caso Abigail ha anche fatto sì che assumesse la responsabilità delle mancanze del sistema sanitario e delle loro conseguenze.

“Al di là dell’indagine interna, si è verificata una deplorevole successione di fatti ed errori, dei quali voglio chiarire che non hanno alcuna responsabilità né i genitori né, men che meno, la bambina”, ha affermato.




Leggi anche:
Da 70 anni, 90 km a piedi per amore di Maria

Burocrazia in epoca di pandemia

Il popolare programma La Noche de Mirtha, condotto temporaneamente da Juana Viale, nipote di Mirtha Legrand, ha stabilito che non avrebbe trasmesso un annuncio pubblicitario turistico di Termas de Río Hondo in segno di protesta per quello che ha dovuto sopportare Abigail. La provincia ha disposto di destinare quei fondi al trattamento e alle altre necessità della famiglia.

Il caso è un altro elemento nella lunga lista di incoerenze burocratiche in Argentina. Come ha affermato la stessa Corte Suprema di Giustizia parlando di casi di questo tipo, “anche se possono essere adeguate alla tutela della salute pubblica, le misure adottate dalle autorità provinciali appaiono come limitazioni irragionevoli dell’autonomia personale”.

Tags:
argentinagenitori e figli
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
CATERINA SCORSONE
Cerith Gardiner
19 personaggi famosi orgogliosi dei propri figli con necessità sp...
2
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
3
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L'Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
4
Claudia Koll Vieni da me Rai1
Silvia Lucchetti
Claudia Koll: ho pregato tanto per mio figlio malato e ho ricevut...
5
WOMAN,OUTSIDE,BORED
Gelsomino Del Guercio
Soffri di accidia? Scoprilo e segui i rimedi di un monaco del IV ...
6
BRUISED CORTO ANIMATO ROK WON HWANG
Catholic Link
Corto animato: abbracciami, Signore, perché nel dolore voglio rif...
7
messe avec masques
Lucandrea Massaro
Cambia di nuovo il Rito della pace durante la Messa
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni