Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 05 Dicembre |
San Giovanni Damasceno
home iconStorie
line break icon

Luis de Moya, il sacerdote tetraplegico che amava la vita

LUIS DE MOYA

fluvium.org

Dolors Massot - pubblicato il 11/11/20

Aveva 37 anni quando un incidente lo lasciò su una sedia a rotelle motorizzata. Il suo esempio ha cambiato l'opinione di molti sull'eutanasia

Il sacerdote Luis de Moya è morto il 10 novembre a Pamplona (Spagna). I 67 anni della sua vita sono stati caratterizzati da due eventi: l’ordinazione sacerdotale nell’agosto 1981, quando aveva 27 anni, e un terribile incidente automobilistico avvenuto nel 1991.

Il sacerdote è sopravvissuto ma è rimasto tetraplegico, e il suo lavoro pastorale si è visto apparentemente ostacolato dalle sue limitazioni fisiche.

Chi ha conosciuto la sua storia sa però che don Luis, come lo chiamavano, ha guardato la Croce vedendovi Gesù sofferente per Amore nei nostri confronti.

Era questo che gli dava l’impulso per approfondire la sua condizione di sacerdote per sempre (sacerdos in aeternum, come dice il salmo 109) e per rispondere ogni giorno a quell’Amore con la A maiuscola, sia nel trattamento persona che attraverso Internet.

“Come un milionario che ha perso dieci euro”

Il sacerdote non ha solo accettato il suo stato fisico, la sua “disgrazia”, ma l’ha affrontata pensando a tutto quello che Dio gli aveva dato, e diceva di sentirsi “come un milionario che ha perso dieci euro”.

Continuava ad essere allegro, entusiasta e umile per sapere che dipendeva sempre dagli altri.

Medico

Nato a Ciudad Real (Spagna) nel 1953, era andato a Madrid a studiare Medicina. Lì aveva chiesto l’ammissione nell’Opus Dei, e in seguito si era trasferito a Roma e si era laureato in Teologia e in Diritto Canonico.

Era stato cappellano di una scuola media, e poi di una scuola familiare agraria. Nel 1983 aveva difeso la tesi dottorale in Diritto Canonico.

L’anno successivo era stato nominato segretario del Consiglio della Cappellania dell’Università di Navarra (incarico che avrebbe mantenuto per tre anni) e cappellano della Scuola di Architettura. Aveva anche iniziato ad assistere spiritualmente, insieme ad altri sacerdoti, il Colegio Mayor femminile Goroabe.

  • 1
  • 2
Tags:
disabilitàeutanasiasacerdote
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
POPE FRANCIS ON CHRISTMAS
Giovanni Marcotullio
Non esiste alcuna “Messa di Mezzanotte”... sì...
FATHER JOHN FIELDS
John Burger
Muore sacerdote che si era offerto volontario...
MARIA DEL MAR
Rodrigo Houdin
È stata abbandonata in una discarica, ma ha c...
JOE BIDEN
Francisco Vêneto
Un sacerdote ha negato a Joe Biden la Comunio...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Aleteia
Foto incredibili di santa Teresa di Lisieux s...
Little Sisters Disciples of the Lamb
Cerith Gardiner
Conoscete l'ordine religioso che accoglie suo...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni