Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 04 Dicembre |
San Francesco Saverio
home iconNews
line break icon

Gruppo indigeno saccheggia una parrocchia, aggredisce i sacerdoti ed esige di parlare con il vescovo

Gruppo indigeno vandalizza croce in Argentina

Paróquia Nuestra Señora de Luján, El Bolsón, Argentina (Reprodução Redes Sociais)

Aleteia - pubblicato il 09/11/20

I mapuche hanno trattenuto un frate in chiesa mentre danneggiavano banchi e vetrate e gettavano vernice sul crocifisso e sulle immagini dei santi

Un gruppo indigeno ha saccheggiato una parrocchia e ha aggredito dei sacerdoti in Argentina. La notizia è di venerdì 6 novembre, quando alcuni membri dell’etnia mapuche hanno invaso la parrocchia di Nostra Signora di Luján a El Bolsón, vicino a Bariloche, alla frontiera con il Cile.

Secondo i  media locali , hanno aggredito il parroco e preso un frate francescano come ostaggio per circa un’ora nella tarda mattinata.

Padre Ricardo Citadini ha riferito che due donne del gruppo sono arrivate alla parrocchia chiedendo di poter usare il bagno. Dietro di loro, però, veniva una dozzina di persone incappucciate che l’ha gettato a terra. Il sacerdote è riuscito ad abbandonare la chiesa, ma non ha avuto il tempo di aiutare il frate francescano Ariel Borras a uscire. Gli invasori lo hanno tenuto con sé nella chiesa mentre rompevano le vetrate, rovesciavano i banchi e gettavano vernice rossa sul crocifisso e sulle immagini dei santi.

ARGENTINA
Municipalidad El Bolsón

Padre Jorge Peixoto, superiore della comunità parrocchiale, ha cercato di dialogare con il gruppo. Gli indigeni affermavano di voler parlare per telefono con il vescovo della diocesi di San Isidro, a cui appartiene la parrocchia.

Il motivo della loro richiesta è che la Giustizia locale si accinge a ordinare la reintegrazione del possesso di un terreno della diocesi invaso dagli indigeni alcuni mesi fa.


BROKEN, CRUCIFIX

Leggi anche:
«Gli ha spaccato la testa!» e ride filmando l’amico che distrugge un Crocifisso

Il vescovo, monsignor Oscar Ojea, ha ordinato l’immediato sgombero del tempio come condizione per dialogare con il gruppo indigeno.

La diocesi ha anche chiesto di rimandare l’esecuzione dell’ordine giudiziario, per garantire più misure di sicurezza anche per i mapuche.

L’uscita degli aggressori dalla chiesa, tra grida e canti, è stata registrata in questo video:

Tags:
argentinachiesaindigeni
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
POPE FRANCIS ON CHRISTMAS
Giovanni Marcotullio
Non esiste alcuna “Messa di Mezzanotte”... sì...
FATHER JOHN FIELDS
John Burger
Muore sacerdote che si era offerto volontario...
MARIA DEL MAR
Rodrigo Houdin
È stata abbandonata in una discarica, ma ha c...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
CHARLES
Anna Ashkova
La preghiera del Beato Charles de Foucauld da...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni