Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 25 Giugno |
home iconNews
line break icon

Malgrado l’epidemia, «la nascita deve restare un momento privilegiato»

family

By HannaMonika | Shutterstock

Mathilde De Robien - pubblicato il 05/11/20

Il Collège National des Gynécologues et Obstétriciens Français (CNGOF) reitera la raccomandazione fatta ai reparti di maternità: fate entrare i papà in sala parto e fate loro vedere i bambini.

Numerose coppie avevano sofferto, nella scorsa primavera, le misure sanitarie che certi reparti di maternità avevano preso, soprattutto l’esclusione dei padri dalla sala parto. Seguendo il parere del Collège National des Gynécologues et Obstétriciens Français (CNGOF), che invoca «la necessità di far conservare al parto la sua componente umana e famigliare», il ministero francese della Salute e della Solidarietà aveva pubblicato un comunicato, il 31 marzo scorso, raccomandando ai reparti di maternità di favorire la presenza del padre durante il parto, fatte salve certe condizioni.

Ora che il precedente rilassamento di alcune misure si è visto soggetto a nuove restrizioni, la società scientifica ha pubblicato un comunicato, lo scorso 30 ottobre, affermando che l’esclusione di padri (asintomatici) «dal travaglio, durante un eventuale taglio cesareo o in seguito in reparto, non è auspicabile».

La nascita deve restare un momento privilegiato, anche in questo contesto COVID, e contiamo su tutte le coppie perché ci aiutino a preservarla rispettando al massimo le misure di sicurezza che saranno comunicate loro dal personale dei reparti.

Avviate la galleria:

[traduzione dal francese a cura di Giovanni Marcotullio]

Tags:
coronaviruscovidgravidanzalockdownpartoquarantena
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
saint paul
Giovanni Marcotullio
La Santa Sede contro il ddl Zan: è caso diplomatico
3
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
4
Giovanni Marcotullio
«I rapporti prematrimoniali?» «Un vero peccato!» «Ma “mortale”?» ...
5
COUPLE GETTING MARRIED
Gelsomino Del Guercio
Il matrimonio si celebra in casa. La svolta della diocesi di Livo...
6
Landen Hoffman
Sarah Robsdotter
“Gli angeli mi hanno preso e Gesù mi vuole bene”: un bimbo di 5 a...
7
Gelsomino Del Guercio
Roberto Mancini e la sua fede: “La Madonna è la mamma di tu...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni