Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 04 Dicembre |
San Giovanni Damasceno
home iconFor Her
line break icon

Imparare a fare il bucato e a diventare beati

Di Janis Smits|Shutterstock

Martha, Mary and Me - pubblicato il 04/11/20

Come si fa ad attraversare le prove, a prendere la propria croce, a vivere davvero le beatitudini? Ho paura, ma non è la paura il vero ostacolo alla santità. Diventare beati si può!

Come si diventa beati?

Vorrei aprire l’armadio e trovarla lì, appesa ad una gruccia, stirata e profumata, la mia veste candida, quella da indossare davanti a Dio.
Vorrei fosse più semplice, vorrei non dover soffrire, vorrei che ogni dolore, ansia, difficoltà si sgretolassero e diventassero piccoli piccoli, non giganti come la montagna su cui Gesù fece il discorso spiegando come si diventa santi.
Io non sono così coraggiosa, anzi, il più delle volte sono spaventata, mi domando come fare, cerco sempre soluzioni, vorrei radere al suolo tutte le montagne, vorrei che il mio diventare santa fosse una strada in discesa. Sono egoista, spesso, penso al mio dolore, al mio peso sul cuore, alla mia paura.

Non so come lavare la mia veste (e nemmeno i body macchiati della mia bimba)

Eccolo qui, l’identikit del fuggitivo, di chi, come me, ha paura di tutto quello che dovrà affrontare per lavare la sua veste, che al momento non solo non è candida ma assomiglia terribilmente ad uno dei body di sua figlia, uno di quelli macchiati di sugo, cioccolata, olio e succo di melograno, lasciato per giorni ad aspettare nella cesta dei panni sporchi, infilato in lavatrice con poca convinzione, senza perderci troppo tempo a smacchiarlo, a passare macchia dopo macchia con la saponetta, tentandole tutte fino alla fine. No, quel lavoro non l’ha fatto e così aprendo il cestello a fine lavaggio ne è uscito un body ancora macchiato, forse in modo più irreparabile.

La croce arriva per tutti e tutti possiamo diventare beati

Il fatto è che le macchie non puoi evitarle, puoi mettere un bavaglino, stare attento, ma accadrà, ti sporcherai, la croce arriverà, perché accade, perché siamo umani, fragili, piccoli, incapaci di salvarci da soli, la “grande tribolazione”, quella tua, personale, ti si parerà davanti senza preavviso. E tutto si gioca lì, con quella macchia di pomodoro sulla maglietta che vuoi farne?

La mia paura è quella di Cristo, la Sua croce sostiene la mia

Vai a ritirare le analisi e trovi un valore sballato, consulti un medico, poi un altro e ancora un altro, ti infilano aghi, ti fanno domande a cui non sai rispondere, poi arriva la diagnosi ed è quella, non se ne scappa. Ma guarda che Cristo lo sa che fa paura, guarda che anche Lui che è Dio ha avuto paura lì nel giardino degli ulivi, ha visto cosa gli sarebbe accaduto sulla croce e ha sudato sangue. Il tradimento, l’umiliazione, la violenza fisica, il dolore insopportabile e infine la morte. Cristo ha provato tutto e ci ha lasciato la sua vita per capire cosa fare della nostra.

Non è la paura ad impedirci di diventare santi

Accettiamo di avere paura, non è quello che ci impedisce di diventare santi, è quello che facciamo dopo che ci fa rotolare giù dalla montagna e schiantare al suolo. Abbiamo bisogno di quella paura per capire con ogni fibra del nostro corpo che siamo impotenti di fronte alla croce, ognuno alla sua, e se pensiamo di potercela issare sulle spalle da soli stiamo sbagliando. Abbiamo bisogno di Dio, del suo Amore di Padre, non se ne scappa, dobbiamo cercarlo, chiamarlo, chiedergli aiuto. E poi dobbiamo starci, non dobbiamo fuggire e non dobbiamo far finta che la croce non esista o che sia bella e leggera, non serve a niente, dobbiamo semplicemente stare.

Stare, ma non da soli

Stare in una diagnosi, stare nel tradimento, stare nella perdita di lavoro. Che non significa non muoversi, non fare niente per migliorare la situazione. Stare significa riconoscere che esiste, che fa male ma che se ci sto con Dio sono certa al cento per cento che Lui vede e fa tesoro di quel mio dolore, Lui lo conserva e sarà quello che mi laverà la veste per entrare in paradiso. Non solo, stare nella croce significa pregare, chiedere a Dio di essere testimoni vivi e veri. E oggi preghiamo le anime di quelle persone uccise in modo atroce mentre si trovavano nella cattedrale di Nizza, preghiamo di essere capaci di stare lì dove ci troviamo, di starci con amore e con la veste pronta per andare all’appuntamento con Dio.


LAUNDRY

Leggi anche:
Gloria a Te, Signore, dal basso di questo pavimento da lavare

Tags:
beatitudinicroce
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
POPE FRANCIS ON CHRISTMAS
Giovanni Marcotullio
Non esiste alcuna “Messa di Mezzanotte”... sì...
FATHER JOHN FIELDS
John Burger
Muore sacerdote che si era offerto volontario...
MARIA DEL MAR
Rodrigo Houdin
È stata abbandonata in una discarica, ma ha c...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
CHARLES
Anna Ashkova
La preghiera del Beato Charles de Foucauld da...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni