Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 24 Novembre |
Santi Andrea Dung Lac e 116 compagni
home iconFor Her
line break icon

A merenda coi Santi: San Giovanni Bosco

FATHER GIOVANNI BOSCO

Domaine Public

San Giovanni Bosco (1815-1888).

Mogli e mamme per vocazione - pubblicato il 29/10/20

Continua il nostro cammino insieme verso la Festa dei Santi facendo conoscere ai bambini la storia dei nostri grandi amici che stanno in Cielo.

San Giovanni Bosco in breve

Giovanni Bosco nasce il 16 agosto 1815 al Colle dei Becchi, una località presso Castelnuovo d’Asti. Proviene da una famiglia povera, ma con tenacia, grande fede e dedizione, fra stenti ed ostacoli, si prepara alla missione che gli era stata indicata attraverso un sogno fatto all’età di nove anni e confermata più volte in seguito, in modo straordinario.
Divenuto sacerdote, realizza la sua vocazione consacrando la sua vita per la salvezza dei tanti ragazzi e giovani che, a Torino, vivevano allo sbando: nel 1841 inizia l’opera dell’Oratorio nella quale, ben presto, si radunano centinaia di ragazzi che studiano e imparano il mestiere, ma soprattutto intraprendono una intensa vita cristiana.
Nella sua opera educativa, come nella sua vita e ricerca vocazionale,un ruolo decisivo è quello di Mamma Margherita: donna povera ed umile, di grandissima fede, che diviene mamma per tutti i ragazzi dell’Oratorio.

SAN GIOVANNI BOSCO
Fabia Barbirato


MARGHERITA, OCCHIENA, DON BOSCO

Leggi anche:
Ogni giorno Mamma Margherita insegnò a Don Bosco a stare al passo di Dio

Che cosa mi insegna San Giovanni Bosco

San Giovanni Bosco è il grande apostolo dei giovani: ne ha guidati tanti alla salvezza e alla felicità, attraverso un metodo fondato sull’amore, la persuasione, la fede. Se vogliamo comprendere appieno il suo messaggio, forse il modo più efficace è quello di guardare a san Domenico Savio, che è frutto della scuola di santità di Don Bosco. San Domenico aveva capito la sua lezione:

Noi, qui, alla scuola di Don Bosco, facciamo consistere la santità nello stare molto allegri e nell’adempimento perfetto dei nostri doveri.

Il libro

Suggerimento di lettura a cura di Loretta Fortuna

Il libro che vi proponiamo questo mese è:

SAN GIOVANNI BOSCO, LIBRO
Il Sicomoro

"La storia di San Giovanni Bosco"di Giusi Capizzi

L’attività

L’attività che proponiamo ai bambini è finalizzata a insegnar loro e a permettere loro di ricordare l’insegnamento di Don Bosco, quello che lui stesso rivolgeva ai bambini e ai ragazzi da cui era circondato:

Se vuoi farti buono, pratica queste tre cose e tutto andrà bene: allegria, studio, pietà. E’ questo il grande programma, il quale praticando, tu potrai vivere felice, e fare molto bene all’anima tua.

Spieghiamo ai bambini che Don Bosco ha insegnato quali sono le tre chiavi della felicità e della santità: essere allegrifare il proprio dovere e amare Dio.

Per tenerle a mente creiamo il portachiavi della felicità.

Occorrente per ogni bambino:

  • la stampa delle tre chiavi, che trovate nel nostro file pdf, su un cartoncino colorato.
  • punteruolo (se non lo avete è sufficiente un ago per lana o punto croce, su cui creare l’impugnatura con lo scotch di carta);
  • rettangolo di spugna o feltro, come base su cui punteggiare (se non lo avete è sufficiente un tappetino per il mouse);
  • anello portachiavi.

Procedimento:

Consegnate ad ogni bambino le tre chiavi e la citazione di Don Bosco, da punteggiare lungo il contorno. Se i bambini sono piccoli, e considerate che punteggiare sia troppo difficile per loro, il lavoro può essere semplificato: stampate le chiavi su cartoncino bianco, ritagliate voi le chiavi e la citazione e datele ai bambini da colorare.

Al termine del lavoro unite le tre chiavi e la citazione con l’anello portachiavi (in alternativa all’anello portachiavi potete usare una fascetta da elettricista, da chiudere tenendola abbastanza larga, come avevamo proposto per il portapreghiere che trovate a questo link).

PORTACHIAVI DON BOSCO
Mogli e mamme per vocazione


SAN DOMENICO SAVIO

Leggi anche:
A merenda coi Santi: San Domenico Savio

La ricetta: bambini biscotti con marmellata

A cura di Cecilia McCamerons Piazza

L’educazione è cosa di cuore e le chiavi del cuore le possiede solo Dio – San Giovanni Bosco

Ingredienti per biscotti di pasta frolla (circa 15 alti 10 cm):

  • 300g farina 00
  • 150g zucchero
  • 150g burro ammorbidito
  • 1 uovo
  • marmellata rossa (fragole, ciliegie, amarene…)

Utensili utili:

  • Stampino a forma di bambino (in alternativa io ho usato una sagoma di cartoncino e un coltello)
  • stampino piccolo a forma di cuore (oppure ritagliato nel di cartoncino)
  • carta da forno
  • mattarello

Procedimento:

Amalgamare tutti gli ingredienti, esclusa la marmellata, a formare un composto asciutto e uniforme. Ritagliare un bambino di cartoncino alto 10 cm. Stendere col mattarello un po’ di pasta frolla alla volta tra due pezzi di carta da forno così da evitare che si attacchi alle superfici.

Con il cartoncino e il coltello (oppure con lo stampino) fare le formine e a metà del numero delle formine totali fare anche il cuore.

Infornare a 180 gradi per circa 10 minuti (attenzione perché sono abbastanza veloci).

Una volta raffreddati, spalmare un velo di marmellata su ciascun bambino “senza cuore” e appoggiarci sopra uno “col cuore”.

BISCOTTI, DON BOSCO
Cecilia McCamerons Piazza

Preghiera finale

Don Bosco ci insegna ad essere allegri, iniziamo quindi questo nuovo anno con un momento di gratitudine: invitiamo i bambini a formulare una preghiera di lode e di ringraziamento, per qualcosa di bello e felice che hanno nella loro vita.

Per scaricare il file PDF che contiene: la scheda riassuntiva, la scheda per fare il lavoretto, i disegni di San Giovanni Bosco, sia a colori che in bianco e nero:

CLICCATE QUI

Raccontateci come vanno le vostre merende!

Vi ricordiamo che tutti i materiali, le attività e i disegni sono da utilizzare solamente nel contesto dell’iniziativa “A merenda con i Santi”.

QUI IL LINK ALL’ARTICOLO ORIGINALE PUBBLICATO DA MOGLI E MAMME PER VOCAZIONE

Tags:
santi e beati
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
HEAVEN
Philip Kosloski
Preghiera perché un defunto raggiunga la gioi...
KSIĄDZ PRZY OŁTARZU
Padre Bruno Esposito, OP
Breve ‘Vademecum’ per la nuova edizione del M...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
TEENAGER
Tom Hoopes
I 7 doni dello Spirito Santo rispondono a 7 n...
Giovanni Marcotullio
Vi spieghiamo perché la Messa comincia con il...
CARLO ACUTIS MIRACOLI EUCARISTICI
VatiVision
Carlo Acutis: il documentario sulla mostra su...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni