Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 24 Novembre |
Santi Andrea Dung Lac e 116 compagni
home iconCultura
line break icon

Cosa significano la «P» e la «X» sull'altare? E' il monogramma di Cristo

Daniel R. Esparza - pubblicato il 29/10/20

Il cosiddetto “Chi-Rho”, o “Monogramma di Cristo”, è uno dei simboli più antichi della cristianità

Le figure dell’arte cristiana primitiva si concentrano principalmente sulla narrazione grafica dei fatti evangelici e sulla riproduzione – che ci azzarderemmo a definire “seriale”, essendo crittografica – di immagini simboliche e allegoriche.

Agli affreschi delle catacombe di Priscilla (a Roma, degli inizi del III secolo), ad esempio, appartiene l’immagine più antica della Vergine Maria. Il tema è uno di quelli centrali della fede cristiana, ed è una delle prime raffigurazioni artistiche.

Tra tutte queste immagini spicca indiscutibilmente la croce. Fin dalla nascita della Chiesa è stata impiegata come emblema della persona stessa di Cristo.


ICHTHYS

Leggi anche:
Conoscete i vari simboli cristiani e il loro significato?

La sola idea di un dio condannato a morte, mediante l’imposizione del castigo riservato ai criminali peggiori, era considerata assurda dal Governo romano, “poiché la predicazione della croce è pazzia per quelli che periscono, ma per noi, che veniamo salvati, è la potenza di Dio (…) I Giudei infatti chiedono miracoli e i Greci cercano sapienza, ma noi predichiamo Cristo crocifisso” (1 Corinzi 1, 18-23).

Solo a partire dall’accettazione del cristianesimo da parte di Costantino il Grande (tra il 270 e il 288-337) la croce ha iniziato ad essere riprodotta a profusione, sostituendo il monogramma di Cristo, Chi-Ro o Crismón, formato dalle lettere greche C e R, le prime lettere del nome di Cristo in greco, che fino ad allora erano l’elemento distintivo della comunità dei credenti: ΧΡΙΣΤΟΣ, il Cristo.

Questo monogramma, di per sé, non è associato al nome di Cristo ed esisteva già nell’antichità, a mo’ di abbreviatura della parola chréstos, “unto”, come simbolo di buona fortuna.

È stato inteso come il segno che secondo i suoi biografi apparve a Costantino – in visione o in sogno – la notte prima della battaglia contro Massenzio a Saxa Rubra (312), come racconta Eusebio de Cesarea nella sua Vita di Costantino.

Secondo James Hall, autore del dizionario di temi e simboli artistici, non ci sono prove certe “del fatto che l’imperatore abbia introdotto questo simbolo [sul vessillo imperiale romano, come appare nelle monete dell’epoca] con qualche intenzione propriamente cristiana”.




Leggi anche:
L’antico motivo per cui i santi vengono rappresentati con l’aureola

Lo stesso Eusebio, tuttavia, mette in bocca a Costantino un’aperta confessione di fede (come si legge nella sua Storia Ecclesiastica, scritta nella prima metà del IV secolo) quando, nella statua elevata all’imperatore nel Foro Romano, “sostenendo nella sua mano destra il segno salvatore, ordinò che incidessero queste parole nell’iscrizione, in lingua latina: ‘Con questo segno salvatore, che è la vera prova di coraggio, ho salvato e liberato la vostra città dal giogo del tiranno’”.

Tags:
iconografia cristiana
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
HEAVEN
Philip Kosloski
Preghiera perché un defunto raggiunga la gioi...
KSIĄDZ PRZY OŁTARZU
Padre Bruno Esposito, OP
Breve ‘Vademecum’ per la nuova edizione del M...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
TEENAGER
Tom Hoopes
I 7 doni dello Spirito Santo rispondono a 7 n...
Giovanni Marcotullio
Vi spieghiamo perché la Messa comincia con il...
CARLO ACUTIS MIRACOLI EUCARISTICI
VatiVision
Carlo Acutis: il documentario sulla mostra su...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni