Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 29 Novembre |
San Francesco Antonio Fasani
home iconChiesa
line break icon

La Croce Rossa è stata ispirata da un santo cattolico?

CAMILLE LELLIS

Domaine Public

Philip Kosloski - pubblicato il 27/10/20

Camillo de Lellis portava una croce rossa quando aiutava i soldati feriti in battaglia. Una coincidenza?

Nato in una famiglia militare, Camillo de Lellis si unì a suo padre nell’esercito e combatté in varie battaglie in Italia.

Dopo lo scioglimento del suo reggimento, lavorò in un convento cappuccino, ma per una ferita di guerra alla gamba e per una serie di eventi Dio volle che finisse in un ospedale a Roma, dove le sue ferite vennero guarite.

Decise di lavorare lì come infermiere, e poco dopo divenne il direttore dell’ospedale.

Fondazione dei Camilliani

Con il consiglio del suo direttore spirituale, San Filippo Neri, studiò per diventare sacerdote, e poco tempo dopo fondò un ordine religioso che si dedicava a servire i malati.

Nel 1582, de Lellis fondò l’Ordine dei Chierici Regolari Ministri degli Infermi, in seguito noto come Camilliani.

Visto che aveva una conoscenza speciale dell’elemento militare ed esperienza come soldato ferito, de Lellis e i suoi compagni accompagnavano gli eserciti e assistevano i feriti sul campo di battaglia.

Per distinguersi, portavano una veste nera con una brillante croce rossa.

Così interpretano i Camilliani la sua storia:

“Durante la battaglia di Canizza nel 1601, il Signore ha permesso che si verificasse un fatto miracoloso che manifestò la Sua approvazione della croce rossa di San Camillo. Mentre i Camilliani erano indaffarati con i feriti, la tenda in cui si trovavano e in cui tenevano tutto l’equipaggiamento e i farmaci venne completamente distrutta e data alle fiamme. Tutto quello che conteneva andò distrutto, tranne la croce rossa dell’abito di uno dei Camilliani che assistevano i feriti sul campo di battaglia”.

Anche se i Camilliani erano visti spesso sul campo di battaglia, il loro ordine non era abbastanza consistente per accompagnare tutti gli eserciti.

Ciò implicava che ogni Paese avesse simboli diversi per rappresentare i loro servizi medici militari.

  • 1
  • 2
Tags:
croce rossasanti e beati
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
MEDALLA MILAGROSA
Corazones.org
Pregate oggi la Madonna della Medaglia Miraco...
FIRST CENTURY HOUSE AT THE SISTERS OF NAZARETH SITE
John Burger
Archeologo britannico pensa di aver trovato l...
Giovanni Marcotullio
“Kyrie eleison” e non “Signore, pietà”
Jesús V. Picón
Sacerdote con un cancro terminale: perde gli ...
CHRISTMAS MASS
Gelsomino Del Guercio
Messa di Natale anticipata: dopo il governo, ...
Pape François audience
Gelsomino Del Guercio
"Benedizione Urbi et Orbi del Papa". Attenti,...
Amy Brooks
5 ragioni per cui indosso la Medaglia Miracol...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni