Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 02 Dicembre |
Beato Charles de Foucauld
home iconStile di vita
line break icon

3 passi per santificare le umiliazioni quotidiane

humiliation

pathdoc - Shutterstock

Cecilia Zinicola - pubblicato il 26/10/20

Riconoscere, accettare e confessare le mancanze di cuore sono atti di coraggio che mostrano passione per la verità della nostra vita

Le umiliazioni, anche se non ci piacciono, fanno parte della vita quotidiana. Non mancano opportunità perché arrivino attraverso il lavoro, le amicizie o la famiglia. Spesso il fatto di dover chiedere semplicemente scusa sapendo che è la cosa giusta da fare ci mette in una situazione di grande vulnerabilità.

Avere chiare le umiliazioni è importante per saperle affrontare con dignità cristiana, visto che la nostra meta non è solo affrontarle, ma – anche se a prima vista può sembrare strano – arrivare ad amarle come ha fatto Gesù vivendo la grande umiliazione della sua epoca morendo sulla croce.

L’aspetto interessante è che Gesù ha voluto accettare quella morte umiliante e cruenta. Essendo Dio, avrebbe potuto evitarla con l’onnipotenza della sua natura divina, e tuttavia, lungi dal fuggire, l’ha abbracciata per glorificarla mostrandoci che si può tollerare degnamente l’umiliazione.

In generale, non veniamo educati a saper affrontare le umiliazioni della vita in questo modo. I nostri genitori, ad esempio, sembrano fare il contrario e cercare di evitare in tutti i modi che possiamo soffrire. Ciò che è certo è che prima o poi le sofferenze arrivano, ed è meglio esercitarsi per vincerle con amore e trarne profitto.

In questo senso, Sant’Anselmo ci ha lasciato alcuni consigli come guida pratica per rispondere in modo positivo a situazioni difficili in cui dobbiamo affrontare le umiliazioni e scoprire quel valore nascosto: la croce può santificarci o distruggerci, in base alla risposta che diamo.

Riconoscere la propria miseria

Riconoscere i propri difetti significa aprirsi alla possibilità di affrontarli assumendo la responsabilità della nostra condotta negativa, ad esempio aver mentito. Senza questo primo passo di riconoscimento, non si può raggiungere la verità che ci libera da quel male. C’è un peccato nel nostro cuore, e per liberarcene dobbiamo innanzitutto essere onesti con noi stessi e non scusarci adducendo colpe altrui.

Portarono a Gesù una donna sorpresa a commettere adulterio per chiedergli cosa farne, visto che Mosè ordinava la lapidazione in questi casi. Il primo atteggiamento di Gesù è stato rimanere in silenzio, e di fronte all’insistenza ha poi risposto: “Chi di voi è senza peccato, scagli per primo la pietra contro di lei”. E cominciarono ad andarsene uno a uno… (Giovanni 8, 1-11).


MAN,PRAYING,CHURCH

Leggi anche:
C’è qualcosa di buono nelle umiliazioni?

  • 1
  • 2
Tags:
umiliazioni
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
POPE FRANCIS ON CHRISTMAS
Giovanni Marcotullio
Non esiste alcuna “Messa di Mezzanotte”... sì...
Aleteia
Foto incredibili di santa Teresa di Lisieux s...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
PIAZZA SPAGNA
Gelsomino Del Guercio
Papa Francesco sceglie la prudenza, niente pi...
MESSA NATALE
Gelsomino Del Guercio
Messa di Natale in sicurezza, i vescovi itali...
Silvia Lucchetti
Remo Girone e la fede ritrovata dopo la malat...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni