Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 29 Novembre |
Santa Caterina Labouré
home iconChiesa
line break icon

Che significa per un cristiano la frase: "Credo nello Spirito Santo"?

EUCHARISTIC ADORATION

Philippe Lissac / Godong

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 22/10/20

Il compito dello Spirito Santo è quello di farci incontrare Cristo, introdurci alla piena comunione con Lui è il sogno per il quale esiste sin dall’eternità

Durante il “Credo” ripetiamo “Credo nello Spirito Santo”: siamo sicuri di sapere cosa vuol dire questa frase? Sappiamo, prima di tutto, cosa è lo Spirito Santo? Don Marco Pozza, cappellano del carcere di Padova, risponde a queste domande nel nuovo libro della San PaoloCiò che vuoto non è. E lo fa in modo “agile” e comprensibile.

La tattica della Trinità

Lo Spirito Santo, scrive don Marco, è la tattica della Trinità. Professando la sua fede, il popolo cristiano, unitamente al Padre e al Figlio, crede «nello Spirito Santo» che, come terza persona di questa famiglia, «procede dal Padre e dal Figlio». È il braccio operativo dei Tre.

AVE MARIA BOOK
Antoine Mekary | ALETEIA
Don Marco Pozza.

Il grammofono e l’anima

Il compito dello Spirito Santo, prosegue l’autore di “Ciò che vuoto non è“, è quello di farci incontrare Cristo, introdurci alla piena comunione con Lui è il sogno per il quale esiste sin dall’eternità. È sintesi d’irrequietezza: non ha mai accettato, mai accetterà, di essere proprietà privata di qualcuno. Lui vuol rimanere l’intensità di Dio, come ha suggerito uno dei teologi che amo di più, Hans Urs von Balthasar: «Come l’ago del grammofono segue le vibrazioni più sottili e invisibili di un disco, così l’anima deve obbedire allo Spirito Santo». Grammofono è un’immagine delicata.

Un “estraneo” che ti conosce bene

Ecco perché un estraneo, come sembra a volte lo Spirito Santo, è capace di conoscerci meglio di chiunque altro. Don Marco fa l’esempio dell’estraneo che ti capisce meglio dell’amico: sorprende che, senza sapere niente di te, gli riesca di renderti felice. È la situazione imbarazzante dello Spirito Santo, il trentatré per cento della Trinità, il grande sconosciuto della fede cristiana: «Credo nello Spirito Santo» è l’articolo numero tre della nostra professione di fede.


HOLY,SPIRIT

Leggi anche:
Come annunciare lo Spirito Santo? Gli appunti del padre spirituale del Papa

Che faccia ha?

Ma chi è, davvero, lo Spirito Santo? Ecco la risposta del giovane sacerdote, cappellano del carcere di Padova: «Quando qualcuno ce lo chiede, c’è il rischio di non riuscire a raccontarlo. Dio è “Padre”: un’immagine di papà, anche se sudicia e dannata, ogni uomo ce l’ha. Credo in Gesù, suo unico “Figlio”: essere figli, tutti noi, sappiamo cosa significa, come si sta, cosa comporta. Ma lo Spirito Santo, che faccia ha? Eppure è “Signore e dà la vita”: mica cosa da poco il dare la vita.

web2-eucharistic-adoration-godong-fr002697a.jpg
Pascal Deloche I Godong

Adoration eucharistique.

Dobbiamo andare a scovarlo!

È buffo che, proprio di chi ha l’arte della vita, si faccia fatica a mostrare il volto. È anche un po’ “colpa sua”, a dirla nella maniera degli uomini: «Nascondersi è caratteristico dello Spirito» ha scritto Leonardo Boff in un suo gradevole libro. Se, dunque, nascondersi è una delle sue passioni preferite, a noi spetta il compito, tragico e divino, di andare a scovarlo: se lo Spirito ama occultarsi, è perché l’uomo s’appresti a disoccultarlo.


Holy Spirit

Leggi anche:
Perché c’è bisogno dello Spirito Santo?

Lo Spirito Santo? Un perfetto sconosciuto

Lo diciamo di una persona che non abbiamo mai incontrato: “È un perfetto sconosciuto”. Dicendolo dello Spirito Santo, osserva Don Marco Pozza, facciamo la professione di fede più onesta in Lui: il suo problema, da perfetto sconosciuto, è che è davvero perfetto. D’altronde, anche senza conoscerlo, a tutti sarà capitato d’avvertire, in vita, un qualcosa di così esaltante da “toglierti il fiato dalla bocca”. Togliere il fiato è l’esatto mestiere dello Spirito: «E quando, sorprendentemente irrompe, ci rallegriamo e celebriamo – continua Boff – celebriamo e ci entusiasmiamo, ci entusiasmiamo e diventiamo ebbri della sua grazia».

© TERRE D'AMERICA
Leonardo Boff teologo.

La chiave per entrare nella casa della Trinità

Don Marco lo descrive, ancora, così: «Lo Spirito non è la carne, è la libertà che si è fatta carne: è irrequieto, inquieto, vivace e smanioso. Ecco perché nella storia non ha mai accettato d’essere proprietà privata di istituzioni politiche, religiose. È lui, però, la chiave per entrare nella casa della Trinità: è lo Spirito Santo a farci incontrare il Cristo. Non solo l’incontro a mo’ di autografo, ma anche l’entrare in confidenza intima con Lui».

«Chi lo cantò meglio di tutti fu Saulo/Paolo – conclude l’autore di “Ciò che vuoto non è” – che mise il brivido dentro il suo genio per affrontare l’identità dello Spirito. Lo rese plastico, elastico, agitato e tridimensionale. Riuscì a portare in alta definizione lo Spirito perché era stato prima un peccatore, ricostruito dallo Spirito di Dio: è legge cinematografica che per interpretare un grande santo occorra essere stato un grande peccatore».

CLICCA QUI PER ACQUISTARE IL LIBRO DI DON MARCO POZZA “CIO’ CHE VUOTO NON E'”


family praying

Leggi anche:
3 cose da fare per effondere lo Spirito Santo nella propria parrocchia

Tags:
spirito santo
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
MEDALLA MILAGROSA
Corazones.org
Pregate oggi la Madonna della Medaglia Miraco...
FIRST CENTURY HOUSE AT THE SISTERS OF NAZARETH SITE
John Burger
Archeologo britannico pensa di aver trovato l...
Giovanni Marcotullio
“Kyrie eleison” e non “Signore, pietà”
Jesús V. Picón
Sacerdote con un cancro terminale: perde gli ...
CHRISTMAS MASS
Gelsomino Del Guercio
Messa di Natale anticipata: dopo il governo, ...
Pape François audience
Gelsomino Del Guercio
"Benedizione Urbi et Orbi del Papa". Attenti,...
Amy Brooks
5 ragioni per cui indosso la Medaglia Miracol...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni