Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 24 Novembre |
Santi Andrea Dung Lac e 116 compagni
home iconStile di vita
line break icon

Qual è la battaglia della nostra vita?

HELP, HAND, HIKE

bluedog studio | Shutterstock

Catholic Link - pubblicato il 21/10/20

Una riflessione che grida dal profondo del cuore

di Emilio Muñoz Díaz

Sarò chiaro con voi. La mia intenzione è essere diretto, farvi captare il messaggio senza romanticismi, farvi capire davvero ciò che sta accadendo e suscitare quel fuoco di motivazione che vi porti a pensare al cammino che vi è toccato e alla battaglia che dovrete affrontare.

Ci troviamo in un momento cruciale per la nostra spiritualità. Oggi più che mai il mondo è distorto. Ci dicono che va tutto bene, ma non è così; che visto che le cose negative sono ormai normalizzate non è più sbagliato farle. Si sta perdendo molto del buono che era rimasto. Smettiamo di credere che se tutto va bene ed è facile sia positivo e senza conseguenze.

Voglio avvertirvi del fatto che siamo in guerra, e voi decidete da che lato combattere – i tiepidi non servono. Ci troviamo in mezzo a una guerra spirituale, e non credete a chi dice che la società va in una direzione positiva. Ci sono messaggi occulti, c’è malvagità contro di noi, dobbiamo lottare in questo momento cruciale. Per favore, vi supplico di prendere consapevolezza della situazione.

Guardatevi intorno: quali sono le notizie? Che vi dicono le serie? La musica? Gli scioperi? Cosa vi dicono i bambini che muoiono di fame? E i suicidi e l’indifferenza? “Non abbiate paura delle parole dell’empio, perché la sua gloria andrà a finire ai rifiuti e ai vermi” (1 Maccabei 2, 62).

So che vi sembro duro, ma in questo momento è necessario essere taglienti, diretti e decisi. Sto parlando di qualcosa di reale. Vogliono farci credere che siamo deboli, che non possiamo avere il controllo delle cose, che abbiamo bisogno di emozioni rapide ed effimere, ma questo è una farsa. Bisogna coltivare cose che valgono davvero la pena: tutto quello che è buono, bello e vero. Che ci conduce a Dio.

Non è più tempo per essere tiepidi. Saremo forse strani, quelli che vanno controcorrente, che seguono un cammino che va oltre ciò che è terreno, che hanno dato tutto nella vita per compiere questo cammino e aiutare altri a seguirlo.

Gesù è la mia strada

CROCE LATINA
Shutterstock – Freedom Studio
CROCE LATINAChiamata anche “crux ordinaria” in latino, è quella che rappresenta la crocifissione di Gesù Cristo. È il simbolo più usato dalle varie confessioni cristiane, e insieme alla croce greca è quella più comune.

C’è tutto un movimento molto sottile che punta a farvi perdere la vita e l’anima camuffando la cosa con termini e concetti come “spiritualità”, “libertà”, “felicità”…, attaccando la parte emotiva più vulnerabile (New age, materialismo, individualismo, ecc.)

Sentite forse un trasporto nei confronti di qualche cantante, o magari dimenticate la vostra realtà immersi nelle serie di Netflix, che vi anestetizzano. Anche nel cibo, “è solo un altro drink, è sabato, lunedì comincio ad aver cura di me stesso”. O quando perdete ore sulle reti sociali e l’unica cosa che ottenete è deprimervi paragonando la vostra vita a quella altrui.

Sembrerebbe che buona parte di quello che viviamo sia progettato perché continuiate ad essere una pecora che fa la vittima e non riesce a vivere la propria esistenza. Siamo parte del problema, nessuno vi obbliga a vedere le serie, a mangiare fino a scoppiare o a perdere tempo guardando la vita degli altri. Siete voi a decidere, ogni decisione conta, e lo sforzo viene valorizzato nell’amore.

“Dio infatti ci ha dato uno spirito non di timidezza, ma di forza, d’amore e di autocontrollo” (2 Timoteo 1, 7).

  • 1
  • 2
Tags:
vita
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
HEAVEN
Philip Kosloski
Preghiera perché un defunto raggiunga la gioi...
KSIĄDZ PRZY OŁTARZU
Padre Bruno Esposito, OP
Breve ‘Vademecum’ per la nuova edizione del M...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
TEENAGER
Tom Hoopes
I 7 doni dello Spirito Santo rispondono a 7 n...
Giovanni Marcotullio
Vi spieghiamo perché la Messa comincia con il...
CARLO ACUTIS MIRACOLI EUCARISTICI
VatiVision
Carlo Acutis: il documentario sulla mostra su...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni