Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 31 Ottobre |
San Wolfgang di Rägensburg
home iconNews
line break icon

Mattarella premia con la medaglia al Valor Civile il prete assassinato a Como

DON ROBERTO MALGESINI

Basilica Cattedrale di Como

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 08/10/20

Il presidente della Repubblica consegna alla memoria di don Roberto Malgesini il riconoscimento come autentico "interprete dei valori di solidarietà umana"

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, su proposta del Ministro dell’Interno, ha firmato il decreto di conferimento della medaglia d’oro al Valor Civile alla memoria per don Roberto Malgesini, assassinato a Como da un migrante, con problemi psichici, che conosceva e aiutava con il suo impegno a favore dei più bisognosi in città.

“Amorevole accoglienza”

«Con generosa e instancabile abnegazione – si legge nella motivazione per l’onorificenzaa don Roberto Malgesini – si è sempre prodigato, quale autentico interprete dei valori di solidarietà umana, nella cura degli ultimi e delle loro fragilità, offrendo amorevole accoglienza e incessante sostegno».

© Ministero Istruzione, Università e Ricerca

“Straordinario messaggio di fratellanza

«Mentre era intento a portare gli aiuti quotidiani ai bisognosi – prosegue la motivazione -, veniva brutalmente e proditoriamente colpito con numerosi fendenti, fino a perdere tragicamente la vita, da un uomo al quale aveva sempre dato piena assistenza e pieno sostentamento. Luminoso esempio di uno straordinario messaggio di fratellanza e di un eccezionale impegno cristiano al servizio della Chiesa e della società civile, spinti fino all’estremo sacrificio» (Tgcom, 7 ottobre).

“Uomo schivo, lontano dai riflettori”

Un uomo schivo, riservato, che «di certo non radunava le folle nella sua parrocchia», ma che aveva dedicato tutta la sua vita agli ultimi, consegnando colazioni calde alla mattina alle persone indigenti. Era questo, nel ricordo dei suoi parrocchiani e colleghi, don Roberto, 51 anni, ordinario della Valtellina ma a Como in servizio “da sempre”, come ricorda don Andrea Messaggi, rettore della Basilica di Sant’Abbondio. «Roberto era una persona semplice, voleva solo fare il prete e anni fa aveva esplicitato all’ex vescovo di Como questa volontà. Per questo era stato mandato a San Rocco, dove ogni mattina portava le colazioni calde agli ultimi. Qui lo conoscevano tutti, gli volevano tutti bene».


DON ROBERTO MALGESINI

Leggi anche:
L’elemosiniere del Papa dona un rosario all’assassino di don Roberto

“Paragonabile ad un martirio”

Il suo omicidio ha suscitato fortecommozione e dolore fra i migranti. Usa parole forti Roberto Bernasconi, direttore della Caritas diocesana di Como, che aveva in don Roberto Malgesini uno dei più stretti collaboratori: «Era una persona mite, ha votato tutta la sua vita agli ultimi, era cosciente dei rischi che correva. La città e il mondo non hanno capito la sua missione. Questa tragedia è paragonabile a un martirio, voleva trasmettere un messaggio cristiano attraverso la vicinanza a queste persone. E’ una tragedia che nasce dall’odio che monta in questi giorni ed è la causa scatenante al di là della persona fisica che ha compiuto questo gesto. O la smettiamo di odiarci o tragedie come questa si ripeteranno. Spero che questo suo martirio possa contribuire allo svelenamento della società» (La Stampa, 19 settembre).

DON ROBERTO MALGESINI VIDEO CARITA'
YouTube

Don Roberto durante una delle sue iniziative di solidarietà.

Le prime parole dell’omicida

Intanto, il presunto autore dell’omicidio, Ridha Mahmoudi, 53enne di origini tunisine, irregolare in Italia e con due decreti di espulsione a carico, aveva confessato il crimine dopo l’arresto. Due giorni dopo, nel corso dell’interrogatorio davanti al giudice per le indagini preliminari, ha invece negato tutto. Al giudice ha dichiarato: “Non sono io l’autore del delitto, non c’entro nulla” (FanPage, 7 ottobre).


DON ROBERTO MALGESINI VIDEO CARITA'

Leggi anche:
Il grande cuore di don Roberto in un video unico

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
pretesergio mattarella
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Annalisa Teggi
"Dite ai miei figli che li amo": ecco chi è l...
Lucandrea Massaro
Sale il numero di morti nell'attentato di Niz...
ERIN CREDO TWINS
Cerith Gardiner
“Dio ha senso dell'umorismo”: coppia di genit...
HEAVEN
Philip Kosloski
Preghiera perché un defunto raggiunga la gioi...
EMILY RATAJKOWKSI
Annalisa Teggi
Emily Ratajkowski: scoprirò il sesso di mio f...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Silvia Lucchetti
Rischiava l'amputazione delle gambe. Oggi ha ...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni