Aleteia logoAleteia logoAleteia
domenica 14 Aprile |
Aleteia logo
Arte e Viaggi
separateurCreated with Sketch.

Il demonio che Gaudí ha nascosto nella Sagrada Familia

SAGRADA FAMILIA

Shutterstock | Catarina Belova

Dolors Massot - pubblicato il 28/09/20

Antoni Gaudí ha collocato l'immagine del diavolo come appare nella Genesi in un luogo che passa quasi inosservato ma pieno di simbolismo

L’architetto Antoni Gaudí voleva che la Sagrada Familiadi Barcellona fosse una catechesi sulla pietra. Per questo, è in ogni punto piena di immagini e di forme che rimandano alla Bibbia, alla liturgia e alla natura, il “libro” che il Creatore ci ha donato.

Il credente che si accosta alla Facciata della Natività, la più famosa, trova nella parte superiore del portone principale l’immagine della Sacra Famiglia di Betlemme. È uno dei motivi scultorei più forti della basilica: collocata all’esterno, rappresenta per chiunque si avvicini al tempio un invito a entrare, perché la Vergine e San Giuseppe ci offrono il Bambino Gesù.

Gaudí avrebbe potuto costruire un montante (la colonna che divide in due metà la porta principale) liscio, di semplice pietra, ma ha voluto ornare la colonna che sostiene la Natività con la genealogia di Cristo descritta nel Vangelo di Matteo. Per questo si chiama “la colonna di Gesù”.

GAUDI
Dolors Massot | Aleteia

Come appaiono nel primo capitolo di Matteo, Gaudí ha voluto scolpire i nomi: Abramo, Isacco, Giacobbe… fino a Giuseppe.

GAUDI
Dolors Massot | Aleteia

Nella colonna c’è però un elemento curioso, che potrebbe passare inosservato. Alla base è scolpito nella pietra il serpente con un frutto in bocca, immagine che nel racconto della Genesi viene attribuita al diavolo e alla tentazione che ha fatto sì che Adamo ed Eva disobbedissero a Dio e commettessero il peccato originale.

GAUDI
Dolors Massot | Aleteia

Il peccato originale resta così unito alla promessa di Dio di inviare il Redentore per liberarcene. Con uno sguardo ascendente, si inizia dal serpente (il diavolo e il peccato originale), la stirpe di Davide e infine Gesù, in cui si compie la promessa della Redenzione.

Risulta più curioso vedere che il serpente è coperto da una spessa maglia di ferro, con cui Gaudí ha voluto mostrare che il demonio è vinto, intrappolato. Il serpente è nascosto agli occhi del visitatore perché Dio frena la sua azione. E non figurerà nella “fotografia” della Facciata della Natività: nessun protagonismo per il diavolo, anche se è bene non dimenticare che esiste.

GAUDI
Dolors Massot | Aleteia

Tags:
diavolosagrada familia
Top 10
See More