Aleteia
lunedì 26 Ottobre |
Santi Luciano e Marciano
Arte e Viaggi

Conoscete la cappella “verde” dedicata a San Francesco?

THE LIVING CHAPEL

@thelivingchapelproject

Maria Paola Daud - pubblicato il 28/09/20

È un giardino verticale completamente coperto di piante e da 3.000 alberi provenienti dai boschi dell'Europa centrale

Nel Giardino Botanico di Roma, dal 5 giugno 2020 si può ammirare The living Chapel. La cappella vivente è stata realizzata da un’équipe internazionale di architetti, musicisti e artisti usando materiale riciclato, ed è un giardino verticale completamente coperto di piante, 3.000 alberi provenienti dai boschi dell’Europa centrale e una collezione di esemplari millenari originari dell’Umbria. Gli alberi saranno poi donati per il recupero di aree verdi e la creazione di nuovi giardini.

Ammirarla è fonte di diletto non solo visivo, per l’armonia delle tonalità di verde, ma anche sonoro, visto che è dotata di uno straordinario sistema musicale animato da un flusso di gocce d’acqua che creano una sinfonia continua.

L’équipe, incaricata dal compositore australiano-canadese Julian Darius Reviel, si è ispirata al programma delle Nazioni Unite, all’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile e all’enciclica Laudato Si’, e non ha esitato a dedicare la cappella al Poverello d’Assisi, santo a stretto contatto con la natura.

La struttura artistica che unisce architettura, musica e natura si trova nella zona del Gianicolo. Il Giardino Botanico è stato costruito in quella che era la residenza di Cristina di Svezia, regina protestante poi convertitasi al cattolicesimo. In seguito la dimora divenne il Simpliciarius Pontificius Vaticanus, il giardino del Vaticano in cui si coltivavano piante necessarie per la realizzazione dei medicinali nei monasteri.

Il giardino è cresciuto e si è arricchito grazie alle cure dei Papi fino al 1883, quando è passato allo Stato.

Vi si possono ammirare più di 3.000 specie vegetali, e possiede un’interessante serra e un giardino giapponese che richiama il periodo dell’Hanami e dei suoi ciliegi in fiore.

Come non lodare il Signore, cantando come San Francesco, per l’immenso dono della natura?

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
cappellaromasan francesco
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Camille Dalmas
Il montaggio dietro alla discussa frase del p...
Gelsomino Del Guercio
Scomunicato Vlasic, ex padre spirituale dei v...
fedez don alberto ravagnani
Gelsomino Del Guercio
Fedez e don Alberto Ravagnani: confronto su s...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Padre Fortea exorcista
Francisco Vêneto
Il demonio e le chiese date alle fiamme: per ...
EVGENY AFINEEVSKY
Camille Dalmas
Come Afineevsky ha recuperato l‘estratto sull...
CARLO ACUTIS, CIAŁO
Gelsomino Del Guercio
Preghiera a Carlo Acutis con richiesta di una...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni