Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 05 Agosto |
Sant'Oswaldo di Northumbria
home iconStile di vita
line break icon

“Mio figlio non si scolla dagli schermi”

CHILDREN, PLAY, SMARTPHONE

DoublePHOTO studio Shutterstock

Catholic Link - pubblicato il 24/09/20

7 consigli per educare nelle virtù

di Silvana Ramos

Poco tempo fa, il parental control che usiamo con i bambini in casa ci ha mandato il video che condivido oggi con voi. Si intitola «Tenemos que hablar», e dice tanto in un solo minuto! Vi raccomando di vederlo, è molto valido e apre la possibilità di avere un dialogo e di riflettere tra genitori ed educatori.

I nostri figli sono nati in un mondo digitale. Noi genitori siamo la generazione di transizione, ma per loro tutto al mondo è a distanza di un clic.

Fin da molto piccoli hanno familiarietà con il touch screen, lo scrolling e tutto ciò che è “smart”. Metteteli davanti a un vecchio telefono di quelli con il disco e vedrete che non hanno idea di come funzioni. Ridete per lo stupore che susciterà in loro il fatto di scoprire le “tecnologie con cui sono cresciuti i loro genitori”.

Per i bambini di oggi, tutto dev’essere immediato e accessibile. La loro età e la loro inesperienza li portano spesso a credere che tutto ciò che sta dietro a uno schermo sia vero, e che i genitori non sappiano nulla di quello che accade nel mondo digitale.

Non c’è niente di più lontano dalla realtà. È una condotta troppo pericolosa, se noi genitori ci crediamo. Vedendo la capacità dei nostri figli con le nuove tecnologie ci mettiamo da parte. Li lasciamo soli alla mercè di tanti pericoli. Non lo fate!

Le nuove tecnologie non sono negative di per sé

Il pericolo si presenta quando ne facciamo un uso sbagliato o irresponsabile. Come genitori siamo i primi educatori dei nostri figli e i primi responsabili, ed essendo cattolici i primi responsabili di fronte a Dio.

Educare all’uso delle nuove tecnologie è più che dire “No”. Significa educare nelle virtù – nella pazienza per imparare ad aspettare il momento appropriato, nella prudenza per saper scegliere il meglio in ogni circostanza, nel contenimento per imparare a gestire i propri desideri.

Immergiamoci senza paura come genitori nel mondo virtuale dei nostri figli. Ecco alcuni consigli che possono aiutare in quest’opera, e la maggior parte di loro non ha a che vedere con il funzionamento dei dispositivi di nostri figli, anche se è sempre bene conoscere e interessarsi per impararli.

1. Migliorate la comunicazione con i vostri figli

Avere un parental control nei dispositivi dei nostri figli minori e anche adolescenti è una decisione intelligente e responsabile.

Nonostante questo, per quanti controlli abbiamo ci sarà sempre la possibilità che i nostri figli siano esposti a contenuti inappropriati alla loro età, per la nostra scala di valori come famiglia e anche per la nostra fede.

Non è realistico voler proteggere i nostri bambini al 100%, e prima o poi dovranno affrontare la cultura del mondo. Come genitori, dobbiamo costruire la fiducia necessaria e mantenere sempre canali di dialogo aperti con i nostri figli perché sappiano che possono parlare con noi di qualsiasi cosa, e che se vedono qualcosa che non comprendono, che è inappropriato o li impressiona si devono sentire liberi di commentarlo con noi e di chiarire i loro dubbi.

Per questo dobbiamo prepararci, formarci come genitori ed essere pronti a indagare quando non abbiamo la risposta.


SMARTPHONE

Leggi anche:
Instagram, Snapchat, TikTok … Bisogna sorvegliare i nostri adolescenti sui social network?

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
genitori e figlischermitecnologia
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
MADELEINE PAULIAC
Sandra Ferrer
La dottoressa che aiutò a partorire delle suore violentate
2
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
3
DEVIL, 2020, ADVERTISING
Gelsomino Del Guercio
Il potere malefico degli angeli cattivi: fin dove può arrivare il...
4
BISHOP BARRON
Francisco Vêneto
Il vescovo Barron mette in guardia sull’ideologia del testo...
5
CARLO ACUTIS
Violeta Tejera
La prima vetrata che ritrae Carlo Acutis in jeans e scarpe da gin...
6
NEWBORN, GIRL
Annalisa Teggi
Genova: neonata lasciata nella culla per la vita. Affidata, non a...
7
DOCTOR
Vanderlei de Lima
La sofferenza è una punizione di Dio?
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni