Aleteia
lunedì 26 Ottobre |
Santi Luciano e Marciano
Spiritualità

Dio non sarà mai ingiusto, pensa solo in modo diverso da noi

WOMAN AT THE WINDOW,

Dubova | Shutterstock

Mário Scandiuzzi - pubblicato il 24/09/20

In alcune parabole evangeliche, il nostro pensiero umano tende a pensare che Dio a volte potrebbe essere ingiusto, ma Lui ha detto: “I miei pensieri non sono come i vostri pensieri”

Dio ha un modo di pensare molto diverso dal nostro, come emerge chiaramente dalla parabola degli operai della vigna narrata nel Vangelo di San Matteo (20, 1-16).

Gesù racconta che un uomo va in piazza per contrattare di lavoratori per la sua vigna. Lo fa di prima mattina, verso le nove e a mezzogiorno. Il pomeriggio torna in piazza per reclutare lavoratori alle 15.00 e alle 17.00.

Alla fine della giornata, dice all’amministratore della vigna: “Chiama i lavoratori e da’ loro la paga, cominciando dagli ultimi fino ai primi” (v. 8).

Quelli che hanno lavorato un’ora ricevono lo stesso pagamento di quelli che sono stati a servizio nella vigna per tutta la giornata.

Agli occhi umani, se inseriamo questo testo nella nostra mentalità, giungiamo alla conclusione che Dio non è giusto.

Il profeta Isaia, però, aveva già annunciato: “’I miei pensieri non sono i vostri pensieri, né le vostre vie sono le mie vie’, dice il Signore. ‘Come i cieli sono alti al di sopra della terra, così sono le mie vie più alte delle vostre vie, e i miei pensieri più alti dei vostri pensieri’” (Is 55, 8-9).

Un’altra interpretazione di questo testo può mostrarci quanto segue: nel caso reale di un padrone che contratta lavoratori per la sua attività, quali sarebbero i primi ad essere scelti? Non sarebbero forse i più forti e i più preparati al servizio? In questo modo i più deboli, gli esclusi, rimarrebbero fuori. Ma Gesù è venuto per annunciare a tutti il Regno di Dio e la salvezza. Dio, nella sua infinita misericordia, non vuole che nessuno si perda. Non importa se la persona accoglie la Sua Parola alla prima o all’ultima ora.

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
diogiustizia
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Camille Dalmas
Il montaggio dietro alla discussa frase del p...
Gelsomino Del Guercio
Scomunicato Vlasic, ex padre spirituale dei v...
fedez don alberto ravagnani
Gelsomino Del Guercio
Fedez e don Alberto Ravagnani: confronto su s...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Padre Fortea exorcista
Francisco Vêneto
Il demonio e le chiese date alle fiamme: per ...
EVGENY AFINEEVSKY
Camille Dalmas
Come Afineevsky ha recuperato l‘estratto sull...
CARLO ACUTIS, CIAŁO
Gelsomino Del Guercio
Preghiera a Carlo Acutis con richiesta di una...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni