Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 18 Giugno |
San Gregorio Barbarigo
home iconSpiritualità
line break icon

Dio non sarà mai ingiusto, pensa solo in modo diverso da noi

WOMAN AT THE WINDOW,

Dubova | Shutterstock

Mário Scandiuzzi - pubblicato il 24/09/20

In alcune parabole evangeliche, il nostro pensiero umano tende a pensare che Dio a volte potrebbe essere ingiusto, ma Lui ha detto: “I miei pensieri non sono come i vostri pensieri”

Dio ha un modo di pensare molto diverso dal nostro, come emerge chiaramente dalla parabola degli operai della vigna narrata nel Vangelo di San Matteo (20, 1-16).

Gesù racconta che un uomo va in piazza per contrattare di lavoratori per la sua vigna. Lo fa di prima mattina, verso le nove e a mezzogiorno. Il pomeriggio torna in piazza per reclutare lavoratori alle 15.00 e alle 17.00.

Alla fine della giornata, dice all’amministratore della vigna: “Chiama i lavoratori e da’ loro la paga, cominciando dagli ultimi fino ai primi” (v. 8).

Quelli che hanno lavorato un’ora ricevono lo stesso pagamento di quelli che sono stati a servizio nella vigna per tutta la giornata.

Agli occhi umani, se inseriamo questo testo nella nostra mentalità, giungiamo alla conclusione che Dio non è giusto.

Il profeta Isaia, però, aveva già annunciato: “’I miei pensieri non sono i vostri pensieri, né le vostre vie sono le mie vie’, dice il Signore. ‘Come i cieli sono alti al di sopra della terra, così sono le mie vie più alte delle vostre vie, e i miei pensieri più alti dei vostri pensieri’” (Is 55, 8-9).

Un’altra interpretazione di questo testo può mostrarci quanto segue: nel caso reale di un padrone che contratta lavoratori per la sua attività, quali sarebbero i primi ad essere scelti? Non sarebbero forse i più forti e i più preparati al servizio? In questo modo i più deboli, gli esclusi, rimarrebbero fuori. Ma Gesù è venuto per annunciare a tutti il Regno di Dio e la salvezza. Dio, nella sua infinita misericordia, non vuole che nessuno si perda. Non importa se la persona accoglie la Sua Parola alla prima o all’ultima ora.

Tags:
diogiustizia
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
conduttore rai 1 diventa prete
Gelsomino Del Guercio
Addio al giornalismo: Fabrizio Gatta, il volto noto di Rai1, dive...
3
Landen Hoffman
Sarah Robsdotter
“Gli angeli mi hanno preso e Gesù mi vuole bene”: un bimbo di 5 a...
4
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
5
MAN HOSPITALIZED,
Silvia Lucchetti
Colpito da ictus: la Madonna di Loreto mi ha salvato ed è venuta ...
6
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
7
ANDREA BOCELLI FATIMA
Paola Belletti
Andrea Bocelli a Fatima: “Maria è il percorso obbligatorio ...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni