Aleteia
lunedì 19 Ottobre |
San Paolo della Croce
Stile di vita

Cosa si può fare di fronte allo stress familiare provocato dalla pandemia?

MOTHER

Shutterstock | Ecaterina Glazcova

Ignasi de Bofarull - pubblicato il 24/09/20

Le famiglie con bambini stanno soffrendo molto dall'inizio della pandemia, e sicuramente molte stanno vivendo la tappa più difficile della loro vita

Questa pandemia ci sta facendo pagare il conto. Aiutare i genitori a gestire lo stress che stanno subendo dall’inizio della pandemia di coronavirus servirebbe, com’è logico, ad aiutare i figli.

Non è tuttavia facile adottare atteggiamenti diversi da quelli che erano in vigore in famiglia prima di questa situazione straordinaria. In questa dura tappa servono atteggiamenti più assertivi, positivi e costruttivi per migliorare il clima familiare. Anche i figli, in base all’età, possono compiere dei passi per migliorare l’ambiente, ma sono i genitori che hanno il coltello dalla parte del manico e devono

fare il primo passo.

I genitori guidano con l’esempio più che con consigli e richieste. Per prima cosa, devono ridurre lo stress. Siamo di fronte a una grande sfida, e bisogna affrontarla sportivamente.

Club Stress contro Club Famiglia

Immaginiamo che ci siano due squadre che si affrontano. Da un lato c’è quella dello stress, che si infiltra ovunque e vince quando ci sono battaglie sul campo opposto. I suoi goal sono le grida in famiglia, la tensione, i pianti, i rimproveri, le frasi di sconfitta come “Non ce la faccio più”.

Dall’altro lato c’è la squadra della famiglia, in cui c’è un portiere chiamato Mamma, un centravanti chiamato Papà e due mediani, un bambino e una bambina.

Gli allenatori sono mamma e papà. Le sconfitte arrivano soprattutto quando mamma e papà litigano, papà arriva tardi o mamma si lamenta perché papà non fa niente. Se si offendono hanno perso il campionato, e allora arriva il disordine: i bambini disobbediscono, si aggrappano alla gonna della mamma per richiamare l’attenzione, non vogliono cenare o spargono i giocattoli per tutta la casa.

È il momento in cui la squadra dello stress fa goal che lasciano tutti ansiosi, arrabbiati o di cattivo umore.


SILVIA VEGETTI FINZI

Leggi anche:
Silvia Vegetti Finzi: non facciamo più figli, ma la colpa è anche nostra

Come vincere la partita?

Qual è la soluzione di fronte a tanto stress pandemico? La coerenza dell’allenatore. In primo luogo i genitori devono volersi molto bene (coerenza dell’allenatore), e questo si deve vedere. Si deve vedere che si rispettano e hanno le idee ben chiare, che sanno amarsi e governarsi. È quella che la scienza chiama “qualità matrimoniale”.

Se la qualità matrimoniale è elevata, i bambini vivono in pace, si sentono sicuri, prosperano, giocano autonomamente e non cercano il riconoscimento dei genitori, perché questi sono saldi, cordiali e danno regole e scadenze prevedibili.

Se accade il contrario, se i genitori litigano, se il papà è assente, la baby sitter si occupa di tutto e la madre non fa che lamentarsi, allora lo stress si diffonde, si espande e diventa contagioso.

I bambini perdono stabilità psicologica e si adattano peggio alla realtà quotidiana, potendo anche arrivare ad avere atteggiamenti di reticenza o di sfida. Possono diventare bambini aggressivi o molto spenti.

I genitori non possono neanche immaginare quanto sia produttivo il loro amore. Psicologicamente si potrebbe dire che l’amore dei genitori è una guida luminosa per i figli.

  • 1
  • 2
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
coronavirusgenitori e figlipandemia
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
EUCHARIST
Philip Kosloski
Questa Ostia eucaristica è stata filmata ment...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Domitille Farret d'Astiès
10 perle spirituali di Carlo Acutis
BLESSED CHILD
Philip Kosloski
Coprite i vostri figli con la protezione di D...
RACHELE SAGRAMOSO,
Silvia Lucchetti
Rachele, da adolescente tormentata a mamma di...
PADRE PIO
Philip Kosloski
Quando Padre Pio pregava per qualcuno recitav...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni