Aleteia
lunedì 19 Ottobre |
San Paolo della Croce
Stile di vita

Cosa farà sì che la gente accetti più facilmente la veridicità della verità?

SPEAKING

Lucien Fraud | Shutterstock

padre Robert McTeigue, SJ - pubblicato il 21/09/20

Dire semplicemente la verità non è abbastanza. Aristotele offre utili suggerimenti al riguardo

Avete mai commesso l’errore di pensare “Se mi spiego in modo abbastanza chiaro la gente mi capirà e concorderà con me, e poi agirà di conseguenza”?

Chiunque si sia coinvolto nel dibattito politico o evangelizzatore sa che è una strada senza uscita. Non basta essere ragionevoli e veritieri quando si cerca di argomentare per far sì che la gente pensi e agisca nel modo corretto. Trascurare questo fatto è quello che definisco “fallacia razionalista” (ne parlo nel mio nuovo libro). Pensare “La verità sicuramente basta” dimentica che le persone non sono né angeli né macchine. Non sono angeli perché hanno corpo ed emozioni, e non sono macchine perché hanno il libero arbitrio. Questi fatti ci presentano grandi opportunità e grandi sfide.

Per comprenderle e gestirle bene, volgiamoci ad Aristotele.

Aristotele notava che i tre elementi della retorica (l’arte e la scienza della persuasione) sono ethos, pathos e logos. L’ethos è la reputazione dell’oratore a livello di rettitudine morale. Il pathos si riferisce all’emozione come mezzo per impegnare la volontà, per spingere il proprio pubblico all’azione. Il logos, ovviamente, è la verità.


PRAYING

Leggi anche:
Che significa essere consacrati nella verità? entrare in un rapporto vitale con la Parola di Dio!

I cristiani sono attirati verso il Logos, che è Cristo, la verità. Dire semplicemente la verità non basta, perché gli esseri umani non sono angeli; siamo più del semplice intelletto. Le persone hanno corpo ed emozioni. Dovendo essere razionalmente convinte della verità, devono anche essere emotivamente spinte verso di essa, e verso la giusta azione che richiede la verità. Dobbiamo impegnare le loro emozioni rispettando al contempo la loro libertà e la loro intelligenza. C’è una linea sottile, ma dobbiamo imparare a percorrerla.

Il nostro appello all’emozione dev’essere autentico, non meramente sentimentale, e certamente non falso. Forse un’immagine della vita di Mark Twain può essere di aiuto. Twain era noto per il suo uso di un linguaggio pepato, che scandalizzava la moglie. Esasperata, lei cominciò a scadere nel turpiloquio e chiese se gli piaceva sentire quelle parole. Lui replicò: “Mia cara, io sento le parole, ma non la melodia”. In altri termini, non credeva che lei pensasse davvero ciò che diceva, anche se stava usando le parole giuste. Non dobbiamo commettere lo stesso errore.

Aristotele sapeva anche che gli esseri umani sono naturalmente sociali. È per questo che l’ehos, la reputazione, la credibilità dell’oratore, è così importante. La gente è più incline ad accettare la veridicità della verità detta dall’oratore se trova che questi sia credibile. Come stabiliamo la nostra credibilità? Le credenziali sono essenziali, ma lo è anche l’amore. La gente riesce a sentire anche crude verità dette da persona che è sicura che le vogliono bene e la rispettano.

Le persone non sono macchine. Hanno il libero arbitrio. Dobbiamo spingerle all’azione. Vogliamo non solo che ascoltino, capiscano e accettino la verità, ma anche che agiscano rettamente per via della verità stessa.

Ecco cosa ho in mente. Qualcuno stava cercando di spiegare la differenza tra i discorsi pronunciati da due ben noti oratori. La differenza, ha indicato un osservatore, è che dopo il discorso di uno di loro la gente avrebbe detto “Che bel discorso!”, mentre dopo quello dell’altro si sarebbe sentito un “Oh, no! Dobbiamo FARE qualcosa!”

  • 1
  • 2
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
verita
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
EUCHARIST
Philip Kosloski
Questa Ostia eucaristica è stata filmata ment...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Domitille Farret d'Astiès
10 perle spirituali di Carlo Acutis
BLESSED CHILD
Philip Kosloski
Coprite i vostri figli con la protezione di D...
RACHELE SAGRAMOSO,
Silvia Lucchetti
Rachele, da adolescente tormentata a mamma di...
PADRE PIO
Philip Kosloski
Quando Padre Pio pregava per qualcuno recitav...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni