Aleteia
lunedì 26 Ottobre |
Santi Luciano e Marciano
Spiritualità

Come si attacca la Chiesa sostenendo di difendere la fede

OSSERVATORE ROMANO / AFP

Francisco Borba Ribeiro Neto - pubblicato il 21/09/20

L'opposizione tra Benedetto XVI e Francesco è costruita artificialmente da gruppi che vogliono strumentalizzare il Papa emerito per attaccare il suo successore

Di recente a Roma dei manifestanti contrari all’uso delle mascherine per la protezione contro il Covid-19 agitavano bandiere di Benedetto XVI, e un attivista ha bruciato una foto di Papa Francesco. L’associazione tra la questione religiosa e le misure di protezione contro la pandemia è stata una cosa di pochi estremisti. Indipendentemente dalle posizioni personali sull’uso o meno delle mascherine e della minore o maggiore fiducia che ciascuno ripone nelle indicazioni della comunità scientifica, bisogna riconoscere che i due Papi non hanno nulla a che vedere con un gesto politico di contestazione delle norme sanitarie adottate dai Governi.

Ad ogni modo, e qui sì vale una riflessione più approfondita, l’opposizione tra Benedetto XVI e Francesco viene costruita artificialmente, da gruppi che vogliono strumentalizzare il Papa emerito per attaccare il suo successore. Sono due personalità diverse, che spingono la Chiesa in sensi differenti, ma complementari e sempre ancorati nel Vangelo e nell’amore di Cristo. Lo stesso Benedetto XVI, rinunciando, ha affermato esplicitamente che riteneva fosse giunto il momento che la Chiesa sperimentasse nuove vie.

Le tante dichiarazioni di continuità, affetto e obbedienza che uno ha in relazione all’altro hanno poco significato per chi ha già deciso di immaginare la Chiesa divisa. Per queste persone, le notizie date dal Vaticano e ampiamente divulgate sono tutte false, e valgono di più le “informazioni segrete” date dalle autorità delle fake news o le analisi rancorose di chi si considera più autorizzato a parlare dallo Spirito Santo della Chiesa stessa.

Il Barabba di Lagerkvist

L’episodio mi ha ricordato il Barabba del libro di Pär Lagerkvist, trasformato in un film con il protagonista interpretato da Anthony Quinn. L’autore immagina che Barabba, dopo essere stato liberato al posto di Gesù, non trovi più pace. Tutta la sua vita successiva si consuma cercando di capire Colui che è stato crocifisso al posto suo, ma non riesce ad aderire al cristianesimo. Quando Nerone ordina di dare fuoco a Roma per accusare i cristiani, Barabba si unisce agli incendiari, credendo che così seguirà finalmente Cristo. Finisce per essere arrestato e condannato a morire sulla croce, come quelli che aveva aiutato a condannare immaginando di imitarli.

Barabba non va al di là del suo mondo di collera e risentimento. Per questo, non riesce a capire e a seguire un Dio d’amore. In certi momenti, tutti possiamo agire come lui in questa nostra epoca caratterizzata dalla polarizzazione, dalla delusione nei confronti della leadership politica ed economica, dall’insicurezza di fronte ai limiti delle scienze – che ci erano state presentate come onnipotenti.

Quando cadiamo in questa tentazione rabbiosa, diventiamo vittime di notizie false, analisi tendenziose, divisioni e frustrazioni. Attacchiamo prima di capire, condanniamo senza amare e finiamo per sbagliare anche quando vogliamo azzeccare. La rabbia e la condanna riescono solo a distruggere, e a volte distruggono cose negative, ma altre volte si tratta di cose positive, e spesso distruggono solo la persona piena d’ira. Non sono mai costruttive.

  • 1
  • 2
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
chiesafedepapa benedetto xvipapa francesco
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Camille Dalmas
Il montaggio dietro alla discussa frase del p...
Gelsomino Del Guercio
Scomunicato Vlasic, ex padre spirituale dei v...
fedez don alberto ravagnani
Gelsomino Del Guercio
Fedez e don Alberto Ravagnani: confronto su s...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Padre Fortea exorcista
Francisco Vêneto
Il demonio e le chiese date alle fiamme: per ...
EVGENY AFINEEVSKY
Camille Dalmas
Come Afineevsky ha recuperato l‘estratto sull...
CARLO ACUTIS, CIAŁO
Gelsomino Del Guercio
Preghiera a Carlo Acutis con richiesta di una...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni