Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 30 Ottobre |
San Marciano di Siracusa
home iconArte e Viaggi
line break icon

La storia sorprendente del riscatto della Madonna di Bruges da parte dei Monuments Men

Public Domain

V. M. Traverso - pubblicato il 18/09/20

L'unica opera di Michelangelo ad aver lasciato l'Italia è stata rubata ben due volte

Quando si pensa a un’indimenticabile statua di Michelangelo viene subito in mente la Pietà, ma la Madonna di Bruges è probabilmente l’opera d’arte del genio italiano che ha la storia più interessante. Realizzata nel 1503, venne trasportata a Bruges, in Belgio, dal mercante Alexander Mouscron, che visitava spesso Firenze per affari.

MADONNA;BRUGES;MICHELANGELO
Wikipedia|CC BY-SA 3.0

Quest’opera è diversa dalle altre di Michelangelo in cui appaiono come personaggi principali la Vergine e il Cristo Bambino. In altre occasioni, l’artista ha rappresentato la Madonna come una figura pia che sorride al suo piccolo, mentre qui Maria ha una posa pensosa e guarda a terra, mentre il Cristo Bambino sembra proiettarsi all’esterno, verso il mondo.

I critici pensano che questo sia dovuto al fatto che la Madonna conosceva il destino che attendeva suo figlio, e nella mano sinistra stringe infatti le Scritture. Entrambi i personaggi hanno una forma ellittica che dà ancora più significato e attrattiva all’opera.

Mouscron tenne per anni la statua nella sua cappella, dove sarebbe stata ammirata dall’artista fiammingo Dürer. Il destino della statua ha però avuto una svolta inaspettata durante la Rivoluzione Francese. Nel 1794, i rivoluzionari francesi presero il controllo di Bruges, allora controllata dagli Austriaci, e portarono la statua con loro a Parigi.

Solo dopo la fine dell’epoca napoleonica, nel 1816, la scultura tornò nella sua ubicazione originaria. Ma non era destinata a rimanerci a lungo.

Nel 1944, la scultura venne portata via dalle truppe nazisti che stavano abbandonando Bruges a seguito dell’arrivo delle truppe statunitensi in questa parte dell’Europa. Insieme alla statua, i nazisti presero anche dei dipinti di epoca rinascimentale. Sembra che il prezioso carico venne avvolto in un materasso e trasportato con un camion della Croce Rossa oltre il confine.

NAZI PLUNDER
Public Domain

La scultura finì in una miniera di sale di Altaussee, da dove venne riscattata nel 1945 da Stephen Kovalyak, George Stout e Thomas Carr, che divennero noti come i “Monuments Men” (Uomini dei Monumenti), un team speciale incaricato dal Presidente statunitense F.D. Roosevelt di riscattare le opere d’arte rubate dai nazisti in Europa. La Madonna di Bruges tornò infine nella cittadina belga, dove attualmente si può ammirare nella chiesa di Nostra Signora di Bruges. L’interno della chiesa e la famosa statua di Michelangelo sono apparsi nel film del 2014 The Monuments Men.

MADONNA AND CHILD IN BRUGGE
Public Domain

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
belgiomadonnamichelangelostatua
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
CEMETERY
Gelsomino Del Guercio
Indulgenze plenarie per i defunti: come otten...
Timothée Dhellemmes
Seconda ondata di Covid: in Europa il culto c...
Lucandrea Massaro
Sale il numero di morti nell'attentato di Niz...
HEAVEN
Philip Kosloski
Preghiera perché un defunto raggiunga la gioi...
ERIN CREDO TWINS
Cerith Gardiner
“Dio ha senso dell'umorismo”: coppia di genit...
EMILY RATAJKOWKSI
Annalisa Teggi
Emily Ratajkowski: scoprirò il sesso di mio f...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni