Aleteia logoAleteia logoAleteia
martedì 16 Aprile |
Aleteia logo
Chiesa
separateurCreated with Sketch.

Stop ad inchini mafiosi della Madonna: il Vaticano controllerà le processioni

Affruntata di Roccella Ionica

© Flickr/Fiore Silvestro Barbato/Creative Commons

Affruntata di Roccella: la processione con la Madonna, in passato al centro di polemiche per gli "inchini" davanti alle case dei boss.

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 18/09/20

La task force voluta dal Papa sarà destinata a vegliare per impedire possibili infiltrazioni mafiose nelle celebrazioni dedicate alla Madre di Cristo

Stop a boss e inchini durante le processioni della Madonna. Sulla spinta di Papa Francesco, sensibile alla devozione popolare, è stata presentata il 18 settembre la task force (della quale fa parte il procuratore aggiunto di Cosenza, Marisa Manzini) della Pontificia Accademia Mariana Internazionale per riportare le processioni dedicate alla Vergine sul giusto binario.

Il Papa: salvaguardare con purezza la Madre di Cristo

La task force sarà destinata, quindi, a vegliare per impedire possibili infiltrazioni mafiose nelle celebrazioni dedicate alla Madre di Cristo. «La devozione mariana – ha dichiarato il Papa – è un patrimonio religioso-culturale da salvaguardare nella sua originaria purezza, liberandolo da sovrastrutture, poteri o condizionamenti che non rispondono ai criteri evangelici di giustizia, libertà , onestà e solidarietà».

Il pontefice argentino vuole evitare, ad ogni costo, infiltrazioni di ’ndrangheta, camorra, mafia e Sacra Corona Unita, organizzazioni che negli anni hanno finito per gestire alcune di queste cerimonie (Calabria7, 18 settembre).

L’inchino di Oppido Mamertina

Come non dimenticare, per esempio, l’inchino nel 2014 a Oppido Mamertina, nel Reggino, davanti l’abitazione del boss Giuseppe Mazzagatti durante la processione della Madonna delle grazie. Le conferenze episcopali regionali, così come i vescovi delle diocesi coinvolte, hanno più volte condannato questi atti di blasfemia devozionale.

In alcuni casi non hanno esitato a sospendere gli eventi. Ora a muoversi è la stessa Santa Sede. Della task force fanno parte ecclesiastici, magistrati, agenti e carabinieri. Indagheranno anche sui casi di boss scelti come padrini di battesimi e cresime (Quotidiano.net, 18 settembre).




Leggi anche:
Papa Francesco: liberiamo la Madonna da “inchini” ed eventi mafiosi




Leggi anche:
L’arciprete ci ricasca: altro inchino davanti alla casa di un boss mafioso




Leggi anche:
Il 20% dei beni confiscati alle Mafie è gestito dalla Chiesa italiana

Tags:
madonnamafia
Top 10
See More