Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 31 Luglio |
Sant'Ignazio di Loyola
home iconChiesa
line break icon

Siete un po’ impacciati? San Giuseppe da Copertino è il santo che fa per voi!

Joseph of Cupertino

Ludovico Mazzanti | Public Domain

Philip Kosloski - pubblicato il 18/09/20

Il santo era noto per la sua tendenza a rompere piatti e bicchieri e a combinare pasticci in monastero

Se si è scritto molto sulla capacità soprannaturale di San Giuseppe da Copertino di levitare, al di fuori della cappella era ben più impacciato.

Aveva un’anima semplice e innocente, e questa sua semplicità lo rendeva per molti versi simile a un bambino, non del tutto consapevole di quello che lo circondava.

Angelo Pastrovicchi riferisce questo aspetto della vita del santo nel suo libro St. Joseph of Cupertino:

“Era addetto alla cucina e al refettorio, ma mostrava una tremenda mancanza di abilità. A volte non riusciva a distinguere il pane di frumento da quello di segale, rompeva spesso i piatti facendoli cadere, sbeccava le stoviglie mentre metteva la legna nel fuoco e combinava altri pasticci simili”.

Pastrovicchi spiega che “alcuni hanno attribuito questo comportamento a un difetto visivo”. Potrebbe anche essere nato con una disabilità intellettiva che nel contesto medico di oggi sarebbe stata diagnosticata in modo diverso.

Qualunque sia il caso, molti di noi possono riconoscersi nel fatto di essere persone impacciate che combinano spesso pasticci.

L’esempio di San Giuseppe da Copertino ci mostra quello che conta davvero nella vita. Non sarà stato perfetto o aggraziato nelle sue azioni, ma possedeva un’anima davvero semplice, profondamente innamorata di Dio.

Sono state proprio la sua semplicità e la sua umiltà a permettere a Dio di operare attraverso di lui molti miracoli che stupivano chiunque. Non ha mai cercato attenzione, fama o fortuna. Voleva solo servire Dio nel silenzio del suo cuore.

Il suo esempio è fonte di ispirazione e ci dà speranza, soprattutto quando può sembrare che non facciamo niente per bene!

Tags:
san giuseppe da copertinoSanti
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
JENNIFER CHRISTIE
Jeff Christie
Mia moglie è rimasta incinta del suo stupratore – e io ho accolto...
2
Gelsomino Del Guercio
Don Patriciello richiama Fedez che incita all’aborto: i pre...
3
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
4
NEWBORN, GIRL
Annalisa Teggi
Genova: neonata lasciata nella culla per la vita. Affidata, non a...
5
BENEDYKT XVI O KAPŁAŃSTWIE
Gelsomino Del Guercio
Nella Chiesa “separare i fedeli dagli infedeli”. La stoccata di B...
6
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
7
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni