Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 03 Dicembre |
San Francesco Saverio
home iconStile di vita
line break icon

Riflessione sui sacerdoti che hanno scelto di “essere marito e padre”

Pe. Zezinho

Aleteia - pubblicato il 15/09/20

Una situazione complessa legata al discernimento vocazionale di ciascuno, e non uno scenario che potrebbe essere “risolto” con l'abolizione del celibato

Attraverso Facebook, il sacerdote brasiliano padre Zezinho si è espresso riguardo ai sacerdoti che chiedono la dispensa dal ministero per sposarsi. A suo avviso, è una situazione complessa legata al cammino di discernimento vocazionale di ciascuno, e non uno scenario che potrebbe essere “risolto” con l’abolizione del celibato, come tanti sostengono.

Ecco il testo condiviso da padre Zezinho con il titolo “I misteri che abitano negli altri”:

Il desiderio di condividere la vita con la donna di cui è innamorato e vuole avere dei figli fa scegliere a più di un sacerdote di essere “marito e padre” e di abbandonare il fatto di essere ministro degli altri sacramenti.

Scelta difficile per chi vorrebbe continuare ad essere sacerdote, ma sposato e con figli.

La Chiesa sa perché ha chiesto questo nel passato e ancora lo chiede. Non si tratta semplicemente di sposarsi o non sposarsi! Nessun matrimonio è semplice, e le persone sposate lo sanno bene! Se fosse semplice, non ci sarebbero tanti divorzi e tante separazioni!

Nel corso del cammino molti cambiano idea. Alcuni sono felici, altri non ci si sono ritrovati, e né la paternità né la vita coniugale li ha resi felici.

C’erano un altro cervello e un altro cuore nella stessa casa! E ogni cuore è un piccolo universo. Non è come Terra e Luna. Non è un semplice pareggio 5-5 tutto il tempo!

Sognare la felicità non è lo stesso che trovarla!

Ciò vale per qualsiasi cristiano di qualsiasi Chiesa che abbia provato a sognare un’altra persona perché il sogno precedente non stava dando i risultati sperati! Molti neanche al terzo o quarto sogno si svegliano felici!

È che l’altro o l’altra non smetterà mai di essere altro o altra! O la persona si tranquillizza e capisce, o soffrirà o farà soffrire.

Gli esseri umani non sono mattoni o tegole che si aggiustano con piccoli tocchi. Se non c’è amore-rinuncia, sarà un aggiustamento fatto male!

Tags:
celibatomatrimoniosacerdoti
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
POPE FRANCIS ON CHRISTMAS
Giovanni Marcotullio
Non esiste alcuna “Messa di Mezzanotte”... sì...
FATHER JOHN FIELDS
John Burger
Muore sacerdote che si era offerto volontario...
MESSA NATALE
Gelsomino Del Guercio
Messa di Natale in sicurezza, i vescovi itali...
Silvia Lucchetti
Remo Girone e la fede ritrovata dopo la malat...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
PIAZZA SPAGNA
Gelsomino Del Guercio
Papa Francesco sceglie la prudenza, niente pi...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni