Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!
Aleteia

La “Mama Negra”, una festa singolare in onore della Vergine della Mercede

LATACUNGA
Facebook-municipiodelatacunga
Condividi

Una cavalcata per le strade di Latacunga, in Ecudor, piena di colori e tradizione

Comparse, balli e tanto colore, il tutto in onore della Vergine della Mercede, patrona del vulcano Cotopxi, in Ecuador. Le strade di Latacunga si sono trasformate nello scenario della cosiddetta “cavalcata della Mama Negra”, che ha visto partecipare moltissimi devoti e commercianti dei mercati di La Merced, Pichincha, Cerrado ed El Salto, riferisce El Comercio.

Non si è trattato solo di una festa popolare, perché ci sono stati vari omaggi alla Vergine della Mercede e numerose celebrazioni religiose, tra cui la Messa.

Splendidi anche gli ornamenti di fiori e candele della chiesa, situata nel centro della città, tutti aspetti che fanno parte di una bella tradizione che potete ammirare anche in queste immagini:

Il legame con il vulcano

Quanto all’origine di questa festa tradizionale, che unisce elementi precolombiani e altri coloniali e concepita anche come esempio delle manifestazioni popolari meticce e folcloristiche, si fa riferimento al ricordo della Vergine come protettrice di fronte alle minacce del famoso vulcano Cotopaxi.

È per questo che la celebrazione – che ha due momenti forti, a settembre e a novembre – viene considerata un simbolo di gratitudine alla Vergine della Mercede per aver salvato la popolazione più di 250 anni fa dalle continue minacce di eruzioni vulcaniche.

Una tragedia alla fine del XIX secolo aveva fatto sì che la festa si celebrasse a dicembre in ricordo di una ripresa di attività del vulcano che aveva provocato più di 300 morti, al punto che nel 1945 la Vergine della Mercede è stata proclamata Patrona contro la Furia del Vulcano.

Ancora oggi, questa festa singolare continua ad attirare centinaia di pellegrini che ogni anno accorrono ai piedi della Madonna.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni