Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 16 Aprile |
Santa Bernadette Soubirous
home iconCultura
line break icon

Un nuovo devozionale offre speranza e guarigione ai sopravvissuti agli abusi

CANDLES

Mike Labrum | Unsplash CC0

Theresa Civantos Barber - pubblicato il 08/09/20

3 PRENDETEVI CURA DI VOI STESSI DAL PUNTO DI VISTA FISICO

“Quando ci si sta riprendendo da un trauma, il fatto di prendersi cura delle proprie necessità di base può essere accantonato”, ha affermato. I sopravvissuti possono dover prendere consapevolmente la decisione, ad esempio, di mangiare un pasto sano, di fare esercizio e bere acqua sufficiente per rimanere idratati.

“Non vi sentirete automaticamente in forma a livello emotivo o spirituale, e trascurarvi a livello fisico non fa che peggiorare le cose”, ha affermato.

4INCLUDETE UNA PERSONA CARA

“La guarigione è difficile da compiere da soli e può isolare molto, motivo per il quale includere una persona di fiducia può essere molto utile per non sentirsi soli”, ha sottolineato la Hakesley, suggerendo di comunicare con il coniuge, un genitore, un amico o un consulente e di includere questa persona nel processo di guarigione.

“Uno degli aspetti positivi di questo devozionale è che si può leggere insieme a una persona cara e rispondere insieme a lei alle domande per la riflessione. Capirà meglio ciò che state attraversando e potrà essere ispirata su come aiutarvi meglio”.

5 SE SIETE IN GRADO DI FARLO, COINVOLGETE UNA STRUTTURA LEGALE

“Questo è difficile per molti sopravvissuti”, riconosce la Hakesley, ma quando è possibile incoraggia le persone a raccontare la propria vicenda alla polizia locale. “La vostra storia potrebbe aiutare a evitare abusi sessuali futuri o anche dare credibilità ad altre persone che hanno confessato di aver subìto un abuso, o a qualcuno che lo farà in futuro”.

Più di tutto il resto, la Hakesley spera che il suo libro aiuterà altri sopravvissuti a ricordare la propria identità di figli amati di Dio. “Prima di qualsiasi cosa che chiunque possa avervi detto o fatto, e di qualsiasi etichetta possano avervi affibbiato gli altri, siete un figlio prezioso di Dio. Egli desidera che guariate. Voglio che i lettori sappiano che ci sono speranza, pace, vita e libertà dopo l’abuso, e che la guarigione è sempre possibile. Non siete soli!”

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
abusilibro
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Don Davide conduce la nuova edizione de "I Viaggi del cuore"
Gelsomino Del Guercio
Don Davide Banzato: la fuga dal seminario, l’amore per un&#...
2
AUGUSTINE;
Aleteia Brasil
8 grandi santi che soffrivano di depressione ma non si sono mai a...
3
WIND COUPLE
Catholic Link
7 qualità per scegliere il partner secondo la Bibbia
4
BLESSED CHILD
Philip Kosloski
Coprite i vostri figli con la protezione di Dio con questa preghi...
5
FEMALE DOCTOR,
La Croce - Quotidiano
Atea e obiettrice di coscienza da 10 anni: “non ce la facev...
6
Lucandrea Massaro
“Cosa succede se un prete si innamora?”
7
MIGRANT
Jesús V. Picón
Il bambino perduto nel deserto ci invita a riflettere
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni