Aleteia logoAleteia logoAleteia
venerdì 28 Gennaio |
San Tommaso d'Aquino
Aleteia logo
Storie
separateurCreated with Sketch.

I genitori alcolizzati lo hanno abbandonato da bambino. Oggi evangelizza su Internet e reti sociali

DIMITRI

Gentileza

Jesús V. Picón - pubblicato il 05/09/20

Holydemia è una piattaforma unica o esiste già nel mercato digitale un altro progetto simile? E se c’è, quali sono i vantaggi di Holydemia rispetto alle altre piattaforme di corsi, ovvero qual è quel plus o valore aggregato, diversificatore, che può in qualche modo fare la differenza?

Ci sono ovviamente piattaforme che non sono cattoliche ma hanno lo stile di Holydemia, piattaforme online che offrono vari corsi. Qual è la differenza tra noi e altre piattaforme? Il fatto che noi siamo concentrati sul campo cattolico; quello che ci interessa è più la dottrina della Chiesa cattolica e arrivare a molte persone.

Non vogliamo offrire corsi che non abbiano nulla a che vedere con questo; per questo motivo i nostri corsi passano sempre per vari filtri. Abbiamo un’équipe di moderatori che analizzano ogni lezione del formatore per vedere prima che venga diffusa se è coerente con la dottrina della Chiesa cattolica, e questa squadra di moderatori è formata da sacerdoti.

Per noi è estremamente importante che tutti i corsi presenti sulla piattaforma rispettino la dottrina. Si può poi pubblicare il corso per aiutare l’allievo a migliorare in una materia. Abbiamo già corsi, ad esempio, su come usare il basso in un coro pastorale, corsi su come gestire le finanze in base ai nuovi tempi, come crescere nella fede usando la Bibbia, ecc.. La varietà è tanta, e tutti i corsi devono rispettare la dottrina.

Credo che sia questo il fattore principale che ci differenzia da altre piattaforme. Le altre sono fatte per crescere, per aprire le porte a tutti, ma nel nostro caso non è così, perché è fatta sì per crescere, ma è pensata per tutte le persone che desiderano formarsi o crescere nel cattolicesimo.

Alla fine si tratta di adattare un po’ la Chiesa ai tempi che corrono, e di aprire le porte a tutti i cattolici che magari vogliono formarsi e approfondire, perché possano farlo in un modo conforme ai tempi di oggi.

Dimitri, che messaggio daresti a tutti quegli imprenditori e a tutti color che sono confinati durante questa pandemia perché abbiano fede e speranza?

Vorrei dire a tutti gli imprenditori che si dedicano in qualche modo all’evangelizzazione che credo che i tempi così strani come quelli che stiamo vivendo non siano vani; almeno io credo che sia così. Penso che il Signore ci abbia pensato molto prima di noi.

Credo che tempi strani come questo servano per far pensare molto, e per far vedere quali forme nuove ci viene chiesto di intraprendere, come ci si possa adattare per migliorare l’evangelizzazione. Personalmente credo che l’evangelizzazione digitale al giorno d’oggi esiga non solo il fatto di avere un buon contenuto, ma anche il fatto di curare molto le forme e l’immagine. È un aspetto che è stato dimenticato completamente.

Invito tutti gli imprenditori a curare questo fatto, non solo il contenuto, ma anche a pensare al progetto e all’immagine che si darà; a curare i contenuti, le forme di presentazione, la pulizia. Alla fine perché lavoriamo? Lavoriamo per il Signore, che merita il meglio.

Vi invito a entrare su Holydemia per approfittare dei corsi che abbiamo, e se qualcuno di voi ha conoscenze in qualche ramo è più che invitato a diventare formatore di Holydemia; deve solo inviarci un formulario, e noi in due o tre giorni rispondiamo e diamo accesso all’amministrazione del formatore perché possa creare dei corsi.

Per una persona che naviga su Internet, creare un corso non è così complicato. Si tratta di organizzarsi, di scrivere bene di cosa si parlerà, di dividerlo in moduli e lezioni, di iniziare a registrare con una buona qualità del suono e basta; alla fine non costa tanto. Invito tutti coloro che hanno delle conoscenze e qualcosa da trasmettere, qualcosa da apportare all’evangelizzazione, a farlo.

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Tags:
abbandonoevangelizzazioneinternetrussiaspagna
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni