Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 28 Novembre |
Beata Vergine della Medaglia Miracolosa
Aleteia logo
Spiritualità
separateurCreated with Sketch.

La visita di Padre Lamy all’ateo che si converte in punto di morte

Public Domain

don Marcello Stanzione - pubblicato il 04/09/20

Il sacerdote e mistico francese fece un incontro casuale di cui vi riportiamo la testimonianza. Accanto a quell'uomo sconosciuto c'era il suo angelo custode

Un mattino di buona ora, una delle sue parrocchiane venne a trovare il celebre padre Jean Edouard Lamy (morto nel 1931 in concetto di santità) al presbiterio di San Luciano. Suo marito sta male. Precauzionalmente, ella preferisce chiedere al sacerdote i sacramenti prima che lo stato di salute di suo marito si aggravi ulteriormente.

Padre Lamy promette di passare nella mattinata a visitare il malato. Per non spaventarlo, egli non portò gli oli santi e finse di essere venuto a salutarlo per caso.

La richiesta della estrema unzione

Il curato, d’altronde, constata subito che l’uomo non è affatto imbrogliato da questa pia astuzia. Da se stesso egli chiede l’estrema unzione al sacerdote. Padre Lamy riparte verso la chiesa a prendere la stola e gli oli santi per amministrare il sacramento degli infermi. Un’ora dopo, egli è di ritorno. Sale la scala. Non pensa a contare i piani.

Arriva davanti ad una di queste porte di abitazioni popolari che si rassomigliano tutte, con la pittura bordeaux ed il loro bottone di rame. Essa è leggermente accostata. Come convenuto, prima di andare a fare spesa, la moglie ha lasciato socchiuso.

Thomas Hawk | CC BY-NC 2.0

Un uomo che non aveva mai visto

Padre Lamy spinge il battente. Questi interni sono come quelle porte palizzate: esse si confondono a forza di rassomigliarsi. Non è che arrivato nella stanza che il curato realizza il suo errore: egli si è sbagliato sia di piano che e di appartamento!

Ma là, nel letto, vi è un uomo, coricato, e certamente molto più malato del suo vicino di sotto che precedentemente gli ha chiesto i sacramenti… Padre Lamy non l’ha mai incontrato. Ma che importa! Questo morente sconosciuto si mette a piangere vedendolo. Da una settimana che è in fin di vita e che si sente venir meno, egli supplica sua moglie di chiamare un sacerdote; e, dopo una settimana, questa miscredente arrabbiata rifiuta. Egli ha vissuto senza religione, può ben morire senza religione! Nessuna debolezza e bambinata all’ultimo secondo della sua vita! Solamente, lui non voleva sotto alcun pretesto partire da questa terra senza i sacramenti.

Il vecchio ateo si mette a pregare

E’ una cosa da far ridere i liberi pensatori quando si scoppia di salute. Ne è un’altra ostinarsi in quel ruolo quando vi sentite già bollire le pentole infernali… Allora, il vecchio ateo si è messo a pregare il suo angelo custode che a catechismo da bambino gli insegnarono ad invocare in tutte le situazioni difficili. La risposta dell’angelo non ritarda: la sua megera miscredente è uscita dimenticando di chiudere la porta, ed il buon curato si è sbagliato di piano. Anche questa volta gli angeli sono intervenuti.


DESERT FATHERS, ST POIMEN THE GREAT

Leggi anche:
Le visite provvidenziali degli angeli custodi ai Padri del deserto




Leggi anche:
Un monaco benedettino: l’angelo custode mi fece confessare un giovane prima di morire




Leggi anche:
La gentilezza degli angeli custodi: 3 episodi accaduti a santi famosi


WENECJA, ZABYTKI

Leggi anche:
La città di Venezia, per non essere sommersa, si è affidata a un potente arcangelo

Tags:
angeli
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni