Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 01 Agosto |
Sant'Alfonso Maria de' Liguori
home iconChiesa
line break icon

Secondo il “Padre Nostro”, Dio ci perdona solo se prima perdoniamo i nostri “debitori”

Shutterstock/File404

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 25/08/20

Attenzione alla frase: "Rimetti a noi i nostri debiti, come noi li rimettiamo ai nostri debitori". Dobbiamo conoscere bene il suo significato

“Rimetti a noi i nostri debiti, come noi li rimettiamo ai nostri debitori”. Questa frase del Padre Nostro, ci consegna una domanda importante, a cui dobbiamo rispondere: Gesù ci chiede di aver già perdonato, prima di implorare il perdono per noi?

Secondo il biblista Jean Carmignac (1914-1986), nel libro postumo “Ascoltiamo il Padre Nostro” (edizioni Ares), i critici sono d’accordo nel riconoscere che, malgrado le varianti di taluni manoscritti, il testo originale del Padre Nostro portava un verbo al passato: «come noi abbiamo perdonato».

In tal modo il perdono che noi dobbiamo accordare ai nostri debitori (per i peccati commessi contro di noi) è presentato come anteriore a quello che Dio ci accorda (per sanare i nostri peccati).

Matteo, Gesù e il perdono

Bisogna riconoscere che questa presentazione è in accordo profondo con il pensiero evangelico: nel commento che segue il Padre Nostro, Matteo 6, 14-15 riproduce sotto un’altra forma l’anteriorità:

«se voi perdonate agli uomini le loro offese, il vostro Padre celeste perdonerà (futuro) anche a voi; ma se voi non perdonate agli uomini, il vostro Padre non perdonerà (futuro) neppure le vostre offese».

Alla fine della parabola del creditore senza pietà, Gesù ne fa scaturire lui stesso la lezione: «Così farà [futuro] verso di voi anche il mio Padre celeste, se voi non perdonate con tutto il cuore ai vostri fratelli» (Matteo 18, 35).

forma82 - Shutterstock
5. Imparate l'importanza del perdono. È un atteggiamento rivolto al passato che ci permette di non rimanere ancorati ad esso e di poter vivere un presente sano. Inserite questa azione nella vostra vita, imparate a perdonare e godete della gratificazione personale che proverete nel farlo.

Le indicazioni de l’Ecclesiastico

Questa anteriorità è un dato fermo e costante del Vangelo di san Matteo. D’altra parte si avrebbe torto a meravigliarci che il perdono dell’uomo debba precedere quello di Dio.

Il Vangelo non dice esattamente questo, dice piuttosto, come già faceva l’Ecclesiastico 28, 2-41, che il perdono ai nostri fratelli deve precedere la nostra richiesta di perdono a Dio.

Il valore della nostra supplica a Dio e cosa la condiziona

Non è che il perdono di Dio sia condizionato dal nostro, ma è il valore della nostra supplica che è condizionato dal nostro perdono preliminare.

Dio non dipende dall’uomo, ma è la nostra preghiera che dipende dalla nostra sincerità effettiva: la preghiera sarebbe ipocrita (come è il caso in Matteo 18, 23-35) se non fosse preceduta dalla concessione di un perdono assolutamente reale.


MODLITWA

Leggi anche:
Nel Padre Nostro si parla dei «nostri debiti». Di quali debiti si tratta?


FAITH

Leggi anche:
Perché nel Padre Nostro si menziona il «Nome» di Dio?


Black Death

Leggi anche:
Sapevate che la peste nera cambiò la preghiera dell’Ave Maria?


KORONKA DO MIŁOSIERDZIA BOŻEGO

Leggi anche:
4 preghiere per chiedere la guarigione fisica di se stessi o di una persona cara

Tags:
padre nostro
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
JENNIFER CHRISTIE
Jeff Christie
Mia moglie è rimasta incinta del suo stupratore – e io ho accolto...
2
Gelsomino Del Guercio
Don Patriciello richiama Fedez che incita all’aborto: i pre...
3
NEWBORN, GIRL
Annalisa Teggi
Genova: neonata lasciata nella culla per la vita. Affidata, non a...
4
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
5
BENEDYKT XVI O KAPŁAŃSTWIE
Gelsomino Del Guercio
Nella Chiesa “separare i fedeli dagli infedeli”. La stoccata di B...
6
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
7
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni