Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 16 Aprile |
Santa Bernadette Soubirous
home iconFor Her
line break icon

Benedetta De Luca: “Non sarà una disabilità a limitare il mio amore infinito per la vita!”

BENEDETTA DE LUCA,

Instagram | Benedetta De Luca

Silvia Lucchetti - pubblicato il 21/08/20

Influencer, modella e stilista in carrozzina: "Basta armarsi di pazienza e volontà. Prendere in mano le redini della propria vita e farne un capolavoro".

Benedetta De Luca, 32 anni, campana, si è laureata in Giurisprudenza con una tesi sui diritti delle persone con disabilità e vanta più di 56 mila follower su Instagram. È una donna tosta, coraggiosa, biondissima e raggiante che nonostante le sofferenze che ha patito fin dalla più tenera età, sorride alla vita e guarda al futuro con occhi (e che occhi!) grati e pieni di speranza!

18 interventi chirurgici

È affetta da una malattia rara, l’agenesia del sacro, che colpisce un bambino su sessantamila, ma di questa sua condizione, racconta nel sito ufficiale, ha fatto un punto di forza e di esempio per gli altri. Non cammina, si muove grazie alle stampelle e alla carrozzina e da quando è nata ha subito 18 interventi chirurgici…

(…) in pratica ho trascorso 12 anni della mia vita in un letto di ospedale. (…) Vivo con mia madre e con il mio fidanzato, un rapporto che è nato durante la pandemia. Sono stata anche vittima di bullismo in passato, ma non mi sono mai lasciata demoralizzare, riuscendo attraverso la community dei social network a riprendere in mano la mia vita (corriere)
View this post on Instagram

A post shared by ✨Benedetta De Luca✨ (@benedetta_deluca)

È proprio sui social che Benedetta porta avanti la sua missione:

(…) far capire che la diversità non deve essere oggetto di alcuna forma di discriminazione. (Ibidem)

Le sfilate

Da sempre appassionata di moda e make up, ha abbinato il suo amato rossetto rosso al colore della sua sedia a rotelle, della serie: tristezza? no, grazie! Benedetta ha creato il brand Italian Inclusive fashion ed oggi disegna abiti da sogno per le ragazze in carrozzella, anche lunghi e con strascichi. Organizza sfilate di moda con ragazze disabili, ha raccontato al Corriere:

Siamo quaranta, alcune in carrozzina, altre non vedenti o affette dalla sindrome di Down. Non puntiamo a suscitare pietismo. Voglio invece che queste ragazze, prima incapaci per vergogna di mostrare il proprio fisico, ora siano felici di indossare abiti eleganti e calzare un tacco 12. E loro sono entusiaste perché dicono di avere scoperto per la prima volta di possedere femminilità, grazia. (Ibidem)

Non ama piangersi addosso, l’esistenza di ciascuno è caratterizzata da prove e difficoltà, lo sa bene, alcuni sono costretti a confrontarsi con il dolore e la sofferenza in modo più duro, come è accaduto a lei, ma questo non ha diminuito la sua voglia di vivere, non le ha indurito il cuore, anzi! 

Il mio non è un grido di pietismo o di favoritismi. È solo un modo per trasmettere la mia voglia di vivere, di essere accettata dalla società e soprattutto la voglia di sentirmi femminile, sensuale e bella anche senza poter camminare indossando un tacco 12. (benedettadeluca.it)

Cos’è la bellezza?

La bellezza è l’insieme dell’aspetto e della storia di una donna, ma anche e soprattutto di ciò che suscita nell’altro, della sua personalità, del suo charme.

Chi impone che la bellezza, la moda e la femminilità siano rappresentate solo dalla perfezione? E chi dice che una donna in carrozzina non possa essere femminile e sensuale e, perché no, perfetta? La sensualità è racchiusa negli sguardi, nella gestualità, in un sorriso, nella forza e nell´intelligenza. Vorrei inculcare questo mio senso di amore per se stessi a tante ragazze che non si accettano. Dobbiamo amarci allo specchio, nutrire il nostro ego ogni mattina.Valorizziamo i nostri punti forti, amiamo i nostri difetti. Non sarà una disabilità a limitare il mio amore infinito per la vita. (Ibidem)

La sofferenza e il dolore non mancheranno mai, ma…

L’influencer ci svela quali sono stati i punti fermi che l’hanno aiutata nel suo percorso umano e professionale: la pazienza e la volontà. E così, come disse San Giovanni Paolo ai giovani, Benedetta ha preso tra le mani (sempre con lo smalto ovviamente) la sua vita per farne un autentico e personale capolavoro:

Ho fatto tantissime esperienze nella mia vita, certo la sofferenza e il dolore non mancheranno mai. Tante sono state le volte che la mia malattia mi ha costretto ad un ricovero in ospedale d’urgenza. Ma ho cercato sempre di rimanere lucida e di pensare che ce l’avrei fatta anche stavolta. Mi aspetta ancora troppo da dire, fare, trasmettere. Vivo di ricordi e di emozioni forti che non dimenticherò mai. Ho fatto tantissime cose nella mia vita e ne vado fiera. (…) Basta armarsi di pazienza e volontà. Prendere in mano le redini della propria vita e farne un capolavoro. (benedettadeluca.it)
Tags:
bellezzadisabilitàmodella
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Don Davide conduce la nuova edizione de "I Viaggi del cuore"
Gelsomino Del Guercio
Don Davide Banzato: la fuga dal seminario, l’amore per un&#...
2
AUGUSTINE;
Aleteia Brasil
8 grandi santi che soffrivano di depressione ma non si sono mai a...
3
WIND COUPLE
Catholic Link
7 qualità per scegliere il partner secondo la Bibbia
4
BLESSED CHILD
Philip Kosloski
Coprite i vostri figli con la protezione di Dio con questa preghi...
5
FEMALE DOCTOR,
La Croce - Quotidiano
Atea e obiettrice di coscienza da 10 anni: “non ce la facev...
6
Lucandrea Massaro
“Cosa succede se un prete si innamora?”
7
MIGRANT
Jesús V. Picón
Il bambino perduto nel deserto ci invita a riflettere
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni