Aleteia
domenica 25 Ottobre |
Santi Crispino e Crispiniano
Spiritualità

Perché Dio mi ha dato una croce così pesante?

YanLev

Catholic Link - pubblicato il 20/08/20

4 punti da capire

di Pablo Perazzo

Se siamo, come si suol dire, “cattolici praticanti”, avremo sentito varie volte questo passo: “Allora Gesù disse ai suoi discepoli: ‘Se uno vuol venire dietro a me, rinunci a se stesso, prenda la sua croce e mi segua. Perché chi vorrà salvare la sua vita, la perderà; ma chi avrà perduto la sua vita per amor mio, la troverà’” (Matteo 16, 24-25).

Risulta tuttavia paradossale dire che Gesù ci vuole felici e allegri quando essere cristiani implica il fatto di seguire una persona che è stata appesa a una croce.

Come capire tutto questo? Sembrano insensati i reclami di chi rinnega Dio – a volte noi stessi – perché ha un padre, una madre o un familiare molto caro morto per questo virus che stravolge l’umanità, per non parlare delle croci che sicuramente ci portiamo dietro da anni.

La vita implica delle croci

La prima cosa da fare è capire che Dio non invia le croci nella nostra vita. La vita in sé è intessuta di dolore. La nostra esistenza è piena di momenti meravigliosi, ma anche di occasioni in cui viviamo situazioni di grande dolore, a cominciare dai problemi personali, che possono essere da qualcosa di corporale ai problemi affettivi e psicologici, fino a quelli di indole morale o spirituale.

Ci sono anche i problemi che possiamo sperimentare nei nostri rapporti con altre persone, a cominciare da quelle con cui viviamo sotto lo stesso tetto, che si tratti di coniuge, figli o parenti stretti, amici intimi o colleghi.

Alcune sofferenze sono poi provocate da una colpa personale, come altre non hanno apparentemente alcuna spiegazione. Di fronte a questi problemi sorge la domanda: “Perché questa croce è toccata a me? Perché deve accadere proprio a me?” Un figlio che nasce con un problema genetico, un familiare che ha un problema psichiatrico, disastri naturali, o per esempio quello che stiamo soffrendo tutti per colpa di questo virus.

  • 1
  • 2
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
crocecroci
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Camille Dalmas
Il montaggio dietro alla discussa frase del p...
Gelsomino Del Guercio
Scomunicato Vlasic, ex padre spirituale dei v...
POPE FRANCIS AUDIENCE
Gelsomino Del Guercio
La fake news sul Papa che giustifica le union...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
fedez don alberto ravagnani
Gelsomino Del Guercio
Fedez e don Alberto Ravagnani: confronto su s...
Padre Fortea exorcista
Francisco Vêneto
Il demonio e le chiese date alle fiamme: per ...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni