Aleteia
mercoledì 21 Ottobre |
San Gaspare del Bufalo
Chiesa

Nel Padre Nostro si parla dei «nostri debiti». Di quali debiti si tratta?

MODLITWA

Unsplash | CC0

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 18/08/20

"Rimetti a noi i nostri debiti, come noi li rimettiamo ai nostri debitori". Questa frase è una lezione sul perdono

“Rimetti a noi i nostri debiti, come noi li rimettiamo ai nostri debitori”. Quale è il significato di questa frase del Padre Nostro? Che debiti abbiamo? E chi sono i nostri debitori?

Risponde il biblista Jean Carmignac (1914-1986), nel libro postumo “Ascoltiamo il Padre Nostro” (edizioni Ares).

“Debitori di Dio”

Questa parola «debito» contiene una teologia implicita dei rapporti tra l’uomo e Dio: «noi siamo i debitori di Dio. Noi gli dobbiamo non qualcosa, poco o tanto, ma semplicemente la nostra persona nella sua totalità; noi stessi, creature sostenute e nutrite dalla sua bontà», dice Karl Barth, in “La Preghiera secondo i catechismi della Riforma” (pp. 48-49).

I peccati dell’uomo

La bontà di Dio perdona i nostri peccati, che coincidono con i nostri debiti, e ci riabilita ad aspirare alla Salvezza eterna. Ma qual è la relazione tra il perdono che Dio ci elargisce e quello che noi dobbiamo accordare ai nostri debitori (“Come noi li rimettiamo ai nostri debitori”?

Questa richiesta è composta da due parti, nelle quali il perdono divino e il perdono umano sono legati dalla congiunzione «come». Questa reciprocità tra il perdono di Dio all’uomo e il perdono dell’uomo verso i suoi fratelli è spesso proclamata nel Nuovo Testamento.

L’ipocrisia di non saper perdonare

San Marco, nel suo riassunto del Padre Nostro, in 11, 25, non ha conservato che questa richiesta: «Quando vi mettete a pregare, se avete qualcosa contro qualcuno, perdonate, perché anche il Padre vostro che è nei cieli perdoni a voi le vostre colpe».

Agiremmo da ipocriti se domandassimo a Dio di perdonarci, cioè di “cancellare i nostri debiti”, quando invece rifiutassimo di perdonare i nostri fratelli. per essere in condizione di presentare una tale domanda al nostro Padre celeste, noi dobbiamo aver già perdonato agli altri suoi figli della terra.

CLICCA QUI PER ACQUISTARE IL LIBRO “ASCOLTIAMO IL PADRE NOSTRO”.




Leggi anche:
In che cosa consiste il “regno di Dio” che nominiamo nel Padre Nostro?


FAITH

Leggi anche:
Perché nel Padre Nostro si menziona il «Nome» di Dio?

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
padre nostropeccati
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle pa...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
DISNEY, CARTOONS
Annalisa Teggi
Arriva il bollino rosso per Dumbo, gli Aristo...
PADRE PIO
Philip Kosloski
Quando Padre Pio pregava per qualcuno recitav...
Domitille Farret d'Astiès
10 perle spirituali di Carlo Acutis
EUCHARIST
Philip Kosloski
Questa Ostia eucaristica è stata filmata ment...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni